TESTI CANZONI CANTANTI VECCHI 1

CANZ.VEC. PAG.2 - 3 - 4 -5 -6 -7-8 -9-10-11-12-13-14

HOME PAGE

CANZONI VECCHIE PAG.2

HOME TESTI CANZONI

FRASI CANTANTI

TESTI CANZONI CANTANTI ATTUALI

 

LA CANZONE DEL SOLE

DI BATTISTI (VITA DEL CANTANTE)

 

Le bionde trecce gli occhi azzurri e poi

le tue calzette rosse

e l'innocenza sulle gote tue

due arance ancor più rosse

e la cantina buia dove noi

respiravamo piano

e le tue corse, l'eco dei tuoi no, oh no

mi stai facendo paura.

Dove sei stata cos'hai fatto mai?

Una donna, donna dimmi

cosa vuol dir sono una donna ormai.

Ma quante braccia ti hanno stretto, tu lo sai

per diventar quel che sei

che importa tanto tu non me lo dirai, purtroppo.

Ma ti ricordi l'acqua verde e noi

le rocce, bianco il fondo

di che colore sono gli occhi tuoi

se me lo chiedi non rispondo.

O mare nero, o mare nero, o mare ne...

tu eri chiaro e trasparente come me

o mare nero, o mare nero, o mare ne...

tu eri chiaro e trasparente come me.

Le biciclette abbandonate sopra il prato e poi

noi due distesi all'ombra

un fiore in bocca può servire, sai

più allegro tutto sembra

e d'improvviso quel silenzio fra noi

e quel tuo sguardo strano

ti cade il fiore dalla bocca e poi

oh no, ferma, ti prego, la mano.

Dove sei stata cos'hai fatto mai?

Una donna, donna, donna dimmi

cosa vuol dir sono una donna ormai.

Io non conosco quel sorriso sicuro che hai

non so chi sei, non so più chi sei

mi fai paura oramai, purtroppo.

Ma ti ricordi le onde grandi e noi

gli spruzzi e le tue risa

cos'è rimasto in fondo agli occhi tuoi

la fiamma è spenta o è accesa?

O mare nero, o mare nero, o mare ne...

tu eri chiaro e trasparente come me

o mare nero, o mare nero, o mare ne...

tu eri chiaro e trasparente come me.

Il sole quando sorge, sorge piano e poi

la luce si diffonde tutto intorno a noi

le ombre ed i fantasmi della notte sono alberi

e cespugli ancora in fiore

sono gli occhi di una donna

ancora piena d'amore.

 

 

 

NE SOLE DI ALBANO

 

Perché

ma perché questa notte

ha le ore più lunghe

che non passano mai

Ma perché ogni minuto

dura un'eternità

 

Quando il sole tornerà

e nel sole io verrò da te

un altro uomo troverai in me

e che non può più fare a meno di te

Quando il sole tornerà

e nel sole io verrò da te

amore amore corri incontro a me

e la notte non verrà mai più

 

Ma perché

ma perché i miei pensieri

sono sempre gli stessi

e non cambiano mai

Ma perché il silenzio

sta parlandomi di te

 

Quando il sole tornerà

e nel sole io verrò da te

amore amore corri incontro a me

e la notte non verrà mai più

 

 

 

IN GINOCCHIO DA TE

MORANDI

 

Io voglio per me le tue carezze, si io t'amo più della mia vita.

 

Ritornerò in ginocchio da te, l'altra non è, non è niente per me.

 

Ora lo so, ho sbagliato con te, ritornerò in ginocchio da te.

 

E bacerò le tue mani amor, negli occhi tuoi che hanno pianto per me

 

io cercherò il perdono da te, e bacerò le tue mani amor.

 

Io voglio per me le tue carezze, si io t'amo più della mia vita.

 

Io cercherò il perdono da te, e bacerò le tue mani amor.

 

Ritornerò in ginocchio da te, l'altra non è, non è niente per me.

 

Ora lo so, ho sbagliato con te, ritornerò in ginocchio da te.

 

Si io t'amo più della mia vita. Io voglio per me le tue carezze.

 

Oh si io t'amo più della mia vita.

 

 

 

 

ROSE ROSSE PER TE

RANIERI

 

Rose rosse per te

ho comprato stasera

e il tuo cuore lo sa

cosa voglio da te

 

D'amore non si muore

e non mi so spiegare

perche' muoio per te

da quando ti ho lasciato

sarà perché ho sbagliato

ma io vivo di te

e ormai non c'e' piu' strada

che non mi porti indietro

amore sai perché

nel cuore del mio cuore

non ho altro che te

 

Forse in amore le rose

non si usano più

ma questi fiori sapranno

parlarti di me

 

Rose rosse per te

ho comprato stasera

e il tuo cuore lo sa

cosa voglio da te

 

D'amore non si muore

ma chi si sente solo

non sa vivere piu'

con l'ultima speranza

stasera ho comprato

rose rosse per te

la strada dei ricordi

e' sempre la piu' lunga

amore sai perche'

nel cuore del mio cuore

non ho altro che te

 

Forse in amore le rose

non si usano piu'

ma questi fiori sapranno

parlarti di me

 

Rose rosse per te

ho comprato stasera

e il tuo cuore lo sa

cosa voglio da te

 

 

 

 

GRANADA

CLAUDIO VILLA (Vita del cantante)

 

 Granada

Granada,

città del sole e dei fior,

il mio canto è l'ultimo addio

d'un nostalgico cuor!

Canterò

la mia canzon gitana!...

Canterò,

e con le lagrime

la terra ancor bacerò!

Addio, Granada,

paese di mille toreri...

Un lampo di spada

t'illumina al suon del bolerI!

Addio mantiglie,

sorrisi di bocche vermiglIe,

addio chitarre sognanti,

sospiri d'amanti,

corride e canzon

di passion!

Addio, Granada,

addio, città dei gitani...

Dovunque io vada

per sempre nel cuor mi rimani!

Madonna morena,

lenisci la pena

di questo mio cuore di zingaro!...

Addio, Granada romantica,

paese di luce, di sangue e d'amor!

 

Addio, Granada,

addio, città dei gitani...

Dovunque io vada

per sempre nel cuor mi rimani!

Madonna morena,

lenisci la pena

di questo mio cuore di zingaro!...

Addio, Granada romantica,

paese di luce, di sangue e d'amor!

 

 

 

LITTLE TONY(Vita del cantante)

LA SPADA NEL CUORE

 

Era uno sguardo d'amore, la spada è nel cuore e ci resterà...

sei bella..in questo momneto più bella..

adesso che il vento ti allontana da mè...

Notte di colpo la notte il cuore che batte è fermo ora mai..

la pioggia ancora col sole..tu vedi chi nasce e chi muore..per tè..

Era uno sguardo d'amore la spada è nel cuore

 mi sento morire morire per tè...!!

 

Quando tu l'hai visto sei cambiata..ti sei illuminata..

è simpatia non era vero io sono tua non era vero..!!

 

Era una sguardo d'amore la spada è nel cuore e ci resterà..

sei bella..in questo momento..

più bella adesso che il vento ti allontana da mè..

 

Notte di colpo la notte il cuore che batte è fermo ora mai..

la pioggia ancora col sole..tu vedi chi nasce e chi muore per tè...!!

 

Era uno sguardo d'amore la spada è nel cuore

mi sento morire morire per te..e..e..!!

 

 

 

 

REITANO  (VITA )

LA MIA CANZONE

 

Io non so

nemmeno tante cose

dico "S?"

Non so nemmeno a chi

e non lo so cos'?

sensato e se c'? un filo

che non so

perch? mi lega a te

non lo so

cos'?

un gesto silenzioso

sono qui

che canto la canzone

e so solo che

sorrido veramente

come se

tu fossi qui con me

sembra che

sia tutto facile

mentre qui? tutto fragile

sento che

gli amori spezzano il cuore in due

e devo dirlo io

e allora canto

la mia canzone

so quando? vera

so dove? il cuore

e il sentimento che non mente

sei tu che poi

te la ricanti

non menti

sei tu

non lo so...

mi senti o non mi senti?

Sono io che parlo di tormenti

e di allegria e poi

di luna e della fine...

O com'?

la vita insieme a te

sembra che sia tuttofacile

mentre qui? tutto fragile

sento che

gli amori spezzano il cuore in due

e devo dirlo io

e allora canto

la mia canzone

so quando? vera

so dov'? il cuore

e il sentimento che non mente

sei tu che poi te la ricanti

non menti

sei tu

intanto canto

la mia canzone...

e il sentimanto che non mente

sei tu che poi te la ricanti

non menti

...canti tu

 

 

 

 

FIN CHE LA BARCA VA

 

Orietta Berti

 

Il grillo disse un giorno alla formica:

"il pane per l'inverno tu ce l'hai,

perché protesti sempre per il vino

aspetta la vendemmia e ce l'avrai".

Mi sembra di vedere mio fratello

che aveva un grattacielo nel Perù,

voleva arrivare fino in cielo

e il grattacielo adesso non l'ha più.

 

Fin che la barca va, lasciala andare,

fin che la barca va, tu non remare,

fin che la barca va, stai a guardare,

quando l'amore viene il campanello suonerà.

 

E tu che vivi sempre sotto il sole,

all'ombra di ginestre e di lillà,

al tuo paese c'è chi ti vuol bene

perché sogni le donne di città.

Mi pare di vedere mia sorella

che aveva un fidanzato di Cantù,

voleva averne uno anche in Cina

e il fidanzato adesso non l'ha più!

 

Fin che la barca va, lasciala andare,

fin che la barca va, tu non remare,

fin che la barca va, stai a guardare,

quando l'amore viene il campanello suonerà.

 

 

 

PIAZZA GRANDE

LUCIO DALLA (VITA DEL CANTANTE)

 

Santi che pagano il mio pranzo non ce n'è

 

sulle panchine in Piazza Grande,

 

ma quando ho fame di mercanti come me qui non ce n'è.

 

Dormo sull'erba e ho molti amici intorno a me,

 

gli innamorati in Piazza Grande,

 

dei loro guai dei loro amori tutto so, sbagliati e no.

 

A modo mio avrei bisogno di carezze anch'io.

 

A modo mio avrei bisogno di sognare anch'io.

 

Una famiglia vera e propria non ce l'ho

 

e la mia casa è Piazza Grande,

 

a chi mi crede prendo amore e amore do, quanto ne ho.

 

Con me di donne generose non ce n'è,

 

 

 

rubo l'amore in Piazza Grande,

 

e meno male che briganti come me qui non ce n'è.

 

A modo mio avrei bisogno di carezze anch'io.

 

Avrei bisogno di pregare Dio.

 

Ma la mia vita non la cambierò mai mai,

 

a modo mio quel che sono l'ho voluto io

 

Lenzuola bianche per coprirci non ne ho

 

sotto le stelle in Piazza Grande,

 

e se la vita non ha sogni io li ho e te li do.

 

E se non ci sarà più gente come me

 

voglio morire in Piazza Grande,

 

tra i gatti che non han padrone come me attorno a me.

 

 

 

 

AZZURRO

ADRIANO CELENTANO

Cerco l'estate tutto l'anno

E all'improvviso eccola qua.

Lei è partita per le spiagge

E sono solo quassù in città,

Sento fischiare sopra i tetti

Un aeroplano che se ne va.

 

Azzurro,

Il pomeriggio è troppo azzurro

E lungo per me.

Mi accorgo

Di non avere più risorse,

Senza di te,

E allora

Io quasi quasi prendo il treno

E vengo, vengo da te,

Ma il treno dei desideri

Nei miei pensieri all'incontrario va.

 

Sembra quand'ero all'oratorio,

Con tanto sole, tanti anni fa.

Quelle domeniche da solo

In un cortile, a passeggiar...

Ora mi annoio più di allora,

Neanche un prete per chiacchierar...

 

Azzurro,

Il pomeriggio è troppo azzurro

E lungo per me.

Mi accorgo

Di non avere più risorse,

Senza di te,

E allora

Io quasi quasi prendo il treno

E vengo, vengo da te,

Ma il treno dei desideri

Nei miei pensieri all'incontrario va.

 

Cerco un po' d'Africa in giardino,

Tra l'oleandro e il baobab,

Come facevo da bambino,

Ma qui c'è gente, non si può più,

Stanno innaffiando le tue rose,

Non c'è il leone, chissà dov'è...

 

Azzurro,

Il pomeriggio è troppo azzurro

E lungo per me.

Mi accorgo

Di non avere più risorse,

Senza di te,

E allora

Io quasi quasi prendo il treno

E vengo, vengo da te,

Ma il treno dei desideri

Nei miei pensieri all'incontrario va.

 
CANZONI CANTANTI GIOVANI
FRASI CANTANTI VARI