TESTI CANZONI CANTANTI ATTUALI

TESTI CANZONI pag.2 - 3 -4-5

HOME PAGE

POESIE HOME

HOME TESTI CANZONI

FRASI CANTANTI

TESTI CANZONI CANTANTI VECCHI

 

FRANCESCO GABBANI

 

Occidentali's Karma

   

Essere o dover essere

Il dubbio amletico

Contemporaneo come l'uomo del neolitico.

Nella tua gabbia 2x3 mettiti comodo.

 

Intellettuali nei caffèInternettologi

Soci onorari al gruppo

dei selfisti anonimi.

L'intelligenza è démodé

Risposte facili

Dilemmi inutili

 

AAA cercasi (cerca sì)

Storie dal gran finale

Sperasi (spera sì)

Comunque vada panta rei

And singing in the rain

 

Lezioni di Nirvana

C'è il Buddha in fila indiana

Per tutti un'ora d'aria, di gloria.

La folla grida un mantra

L'evoluzione inciampa

La scimmia nuda balla

Occidentali's Karma

Occidentali's Karma

La scimmia nuda balla

Occidentali's Karma

 

Piovono gocce di Chanel

Su corpi asettici

Mettiti in salvo

dall'odore dei tuoi simili.

Tutti tuttologi col web

Coca dei popoli

Oppio dei poveri

 

AAA cercasi (cerca sì)

Umanità virtuale

Sex appeal (sex appeal)

Comunque vada panta rei

And singing in the rain

 

 

Lezioni di Nirvana

C'è il Buddha in fila indiana

Per tutti un'ora d'aria, di gloria

La folla grida un mantra

L'evoluzione inciampa

La scimmia nuda balla

Occidentali's Karma

Occidentali's Karma

La scimmia nuda balla

Occidentali's Karma.

 

Quando la vita

si distrae cadono gli uomini.

Occidentali's Karma

Occidentali's Karma

La scimmia si rialza

Namasté Alé

Lezioni di Nirvana

C'è il Buddha in fila indiana

Per tutti un'ora d'aria, di gloria.

La folla grida un mantra

L'evoluzione inciampa

La scimmia nuda balla

Occidentali's Karma.

Occidentali's Karma

La scimmia nuda balla

Occidentali's Karma

 

Attenta

NEGRAMARO

 

Stai attenta

 

ha avuto tutto inizio in questa stanza

 

non perdere di vista neanche l'ombra

 

e fermati un momento a quel che sembra

 

a volte è tutto quello che è abbastanza

 

non chiederti se qui qualcosa è persa

 

tra quello che uno vede e che uno pensa

 

stai attenta, stai attenta almeno a te

 

 

attenta, stai attenta

 

che mi uccidi in questa stanza

 

e un bacio non conosce l'innocenza

 

e sei colpevole di questa notte lenta

 

proprio come me non hai pazienza

 

Ricordati degli angoli di bocca

 

son l'ultimo regalo in cui ti ho persa

 

stai attenta, stai attenta almeno a te

 

non dar la colpa a me

 

la colpa a me

 

se tutto è bellissimo

 

se è come un miracolo

 

se anche il pavimento sembra

 

sabbia contro un cielo

 

che si innalza altissimo

 

intorno a noi è bellissimo

 

attenta...

 

stai attenta

 

attenta che si muove questa stanza

 

se chiudi gli occhi un treno è già in partenza

 

un passeggero perde sai con poco la pazienza

 

come me che resto senza

 

il cuore l'ho copiato ad una stronza

 

non fare caso a quest'impertinenza

 

stai attenta, stai attenta almeno a te

 

non dar la colpa a me, la colpa a me

 

se tutto è bellissimo

 

se è come un miracolo

 

se anche il pavimento sembra

 

sabbia contro un cielo

 

che s'innalza altissimo

 

intorno a noi è bellissimo

 

attenta

 

stai attenta... attenta...

 

attenta... è bellissimo

 

è bellissimo

 

E m'innalzo altissimo

 

intorno a noi è bellissimo

 

attenta, attenta che mi uccidi in questa stanza

 

il cuore l'ho rubato ad una stronza

 

non farci caso almeno proprio te

 

non dar la colpa a me

 

la colpa a me

 

se tutto è bellissimo

 

se è ancora un miracolo

 

se anche il pavimento sembra

 

sabbia contro un cielo

 

che s'innalza altissimo

 

intorno a noi è bellissimo

 

attenta...

 

 

 

 

Io Di Te Non Ho Paura

     EMMA

 

 

Tu di me hai questo tempo,

 io di te ancora non lo so

 

Tu di me hai la voglia di cadere,

 io di te il mare in un cortile

 

Io di te non riuscirei mai a liberarmi

 

Tu di me non riesci a fare a meno e non ne parli

 

Io di te mi sono innamorata che era aprile

 

Tu di me hai notato qualche cosa che era già Natale

 

Io di te conosco appena le tue convinzioni

 

Tu di me non sai che ti ritrovo in tutte le canzoni

 

Io di te vorrei sapere in cosa sai mentire

 

Tu di me non avrai mai segreti da scoprire

 

Io di te non ho paura

 

E tu di noi che cosa vuoi sapere ancora

 

Che di te io non ho paura

 

ma tu di noi che cosa vuoi sapere ancora

 

Tu di noi che cosa vuoi sapere ancora

 

Tu di me hai queste spalle, io di te ho la tua schiena

 

Io di te ho tramonti di città che non ci vedono

 

Tu di me cancelli quegli orari che non servono

 

Tu di me hai le passeggiate lunghe che sanno d'estate

 

Io di te una foto da bambino in cui non sei tuo padre

 

Tu di me un biglietto per il treno e le mie coordinate

 

 

Io di te proteggo i sogni veri e se vuoi rimanere

 

Io di te non ho paura

 

E tu di noi che cosa vuoi sapere ancora

 

Che di te io non ho paura

ma tu di noi che cosa vuoi sapere ancora

 

Tu di noi che cosa vuoi sapere ancora

 

 

Io di te non ho paura

 

...

 

Io di te, tu di me

 

Io di te, tu di me

 

Io di te

 

Io di te non ho paura

 

E tu di noi che cosa vuoi sapere ancora

 

Che di te io non ho paura

 

ma tu di noi che cosa vuoi sapere ancora

 

Tu di noi che cosa vuoi sapere ancora.

 

 

 

TI PASSERA'
MODA'



Forza amico mio
Non credo esista un tempo in cui ci si può mollare
Abbiamo giusto il tempo di capire che
Siamo nati per morire, ok va bene
Ma non si muore senza vivere e lottare
Senza pregare

Forza amico mio
Il vento sì ti può piegare, spezzare
Ma finchè non sei tritato è un tuo dovere
Ritrovare forza, fiato e convinzione
Per rialzarti e come un pugile colpire
Per fare male, per fare più male

Ricorda prima di colpire
Che non vince chi ha più braccia da mostrare
Ma chi ha più fame
E chi ha più cuore

Guarda cos'hai qua davanti
Hai tutta la città
Conquistala e vedrai che poi ci prendi gusto
E non ti basterà
Ti basterà, non ti basterà

Impara ad uccidere il rancore
Quello proprio non fa bene
Piuttosto beviti un bicchiere in più
Che poi domani passerà
Ti passerà, ti passerà

Sappi amico mio
Che la ricchezza non la puoi paragonare
A tutto ciò che invece ti fa stare bene
Come l'amore, come la gran fortuna di svegliarsi tutti i giorni
Guardare il sole, guardare il sole

Sappi amico mio
Che se c'è cosa per cui vale non mollare
Per cui vale pure perdere e soffrire
Fatti pure male e non dimenticare
Che non c'è tetto più sicuro dell'amore
Sì dell'amore, sì dell'amore

Ricorda prima di colpire
Che non vince chi ha più braccia da mostrare
Ma chi ha più fame
E chi ha più cuore

Guarda cos'hai qua davanti
Hai tutta la città
Conquistala e vedrai che poi ci prendi gusto
E non ti basterà
Ti basterà, non ti basterà

Rispondi a fatti a chi ti dà per morto
Tanto finirà che quando li smentisci e li saluti
Col sorriso basterà,
Ti basterà, ti basterà

Impara ad uccidere il rancore
Quello proprio non fa bene
Piuttosto beviti un bicchiere in più
Che poi domani passerà
Ti passerà, ti passerà
Ti passerà, ti passerà,
Ti passerà, ti passerà
Ti passerà, ti passerà
Ti passerà, ti passerà

 

 

Luciano Ligabue

Testo "Non Ho Che Te"

L'inferno e' solamente una questione temporale

a un certo punto arriva punto e basta

a un certo punto anch'io uso l'ingresso principale

e hanno detto avete perso il posto

e' vero il mio lavoro e' sempre stato infame

ma l'ho chiamato sempre il mio lavoro

e c'han spostato sempre un po' più avanti la pensione

ma quello adesso e' l'ultimo pensiero

 

Non ho che te,non ho che te

ti chiedo scusa se ti offro così poco

Non ho che te,non ho che te

volevo darti tutto ciò che avrei dovuto

volevo darti tutto ciò che avrei voluto

 

L'inferno è solamente una questione personale

all'improvviso e' il posto che frequenti

in banca son gentili ma non mi danno niente

la stessa gentilezza del serpente

I giorni sono lunghi non vogliono finire

le luci sono quasi tutte spente

Il sindacato chiede un'altra mobilitazione

per quelli che ci sono ancora dentro

 

Non ho che te,non ho che te

che cosa ho fatto per meritarmi tanto

Non ho che te,non ho che te

ti chiedo scusa se non ti darò abbastanza

ti chiedo scusa se ti chiederò pazienza

 

L'altro giorno ho visto il titolare

aveva gli occhi gonfi,la giacca da stirare

mi ha visto si e' girato, stava male

aveva gli occhi vuoti,la barba da rifare

 

L'inferno e' solamente una questione di calore

com'e' che sento il gelo nelle ossa

che cosa te ne fai di uomo che non ha un lavoro

di tutti quei vorrei pero' non posso

vedessi quanto buio sotto questo sole

ma e' molto se non vedi niente

vedessi dove arrivano i pensieri di qualcuno

vedessi amore come fan spavento

 

Non ho che te,non ho che te

ti chiedo scusa se ti offro così poco

Non ho che te,non ho che te

volevo darti tutto ciò che avrei dovuto

Non ho che te,non ho che te

che cosa ho fatto per meritarmi tanto

Non ho che te,non ho che te

ti chiedo scusa se non ti darò abbastanza

ti chiedo scusa se ti chiederò pazienza.

 

 

 

MARCO MENGONI

Io Ti Aspetto – Testo

 

Affiderò

Le mie parole al mare del tempo

Che le consumi un po’

Forse cadrò

Ma sempre e comunque

In piedi mi rialzerò

Tu che non sai

Più niente di noi

Tu che di me non hai capito mai

Che sono qui

Da sempre ti sento vicino

Anche adesso che non ci sei

Tu che non hai più niente di noi

Tu che mi dai assenza e non lo sai

Che gli occhi si abituano a tutto

E i piedi si alzano in volo

Io ti aspetto e nel frattempo vivo

Finché il cuore abita da solo

Questo cielo non è poi leggero

Affiderò

Queste parole ad un libro già scritto

Che poi rileggerò

Vivo così

Coi sogni piegati in valigia

Mischiati ai vestiti da scena

Tu che non hai più niente di noi

Tu che mi dai assenza e non lo sai

Che gli occhi si abituano a tutto

E i piedi si alzano in volo…

Io ti aspetto e nel frattempo vivo

Finché il cuore abita da solo

Questo cielo non è poi leggero

Strade che si uniscono davvero

Possono poi diventare un filo

Senza te io sono ciò che ero

Sono solo sotto un diluvio di stelle

A ognuna un nuovo nome darò

Cerco di trovare il mio sorriso migliore

Lo sai che sono qui già da un po’

Io ti aspetto e nel frattempo vivo

Finché il cuore abita da solo

Questo cielo non è poi leggero

Strade che si uniscono davvero

Possono poi diventare un filo

Senza te io sono ciò che ero

Io ti aspetto e nel frattempo vivo

Finché il cuore non è più da solo

Questo cielo è così leggero

 

 

Albachiara

DI VASCO ROSSI

Respiri piano per non far rumore

 

ti addormenti di sera e ti risvegli col sole

 

sei chiara come un'alba, sei fresca come l'aria

 

diventi rossa se qualcuno ti guarda

 

e sei fantastica quando sei assorta

 

dai tuoi problemi, dai tuoi pensieri

 

Ti vesti svogliatamente

 

non metti mai niente che possa attirare attenzione

 

in particolare, solo per farti guardare

 

respiri piano per non far rumore

 

di addormenti di sera e ti risvegli col sole

 

sei chiara come un'alba, sei fresca come l'aria

 

diventi rossa se qualcuno ti guarda

 

e sei fantastica quando sei assorta

 

dai tuoi problemi, dai tuoi pensieri

 

Ti vesti svogliatamente

 

non metti mai niente che possa attirare attenzione

 

in particolare, per farti guardare

 

e con la faccia pulita

 

cammini per strada mangiando una mela

 

coi libri di scuola ti piace studiare

 

non te ne devi vergognare

 

E quando guardi con quegli occhi grandi

 

forse un po' troppo sinceri, sinceri

 

si vede quello che pensi, quello che sogni

 

e qualche volta fai pensieri strani

 

con una mano una mano ti sfiori

 

sola dentro la stanza

 

e tutto il mondo fuori

 

 

 

STRANI AMORI

PAUSINI LAURA

 

Mi dispiace devo andare via

 

Ma sapevo che era una bugia

 

Quanto tempo perso dietro a lui

 

Che promette poi non cambia mai

 

Strani amori mettono nei guai

 

Ma in realtà siamo noi

 

E lo aspetti ad un telefono

 

Litigando che sia libero

 

Con il cuore nello stomaco

 

Un gomitolo nell'angolo

 

Lì da sola dentro un brivido

 

Ma perché lui non c'è, e sono

 

Strani amori che fanno crescere

 

E sorridere tra le lacrime

 

Quante pagine, lì da scrivere

 

Sogni e lividi da dividere

 

Sono amori che spesso a quest'età

 

Si confondono dentro a quest'anima

 

Che s'interroga senza decidere

 

Se è un amore che fa per noi

 

E quante notti perse a piangere

 

Rileggendo quelle lettere

 

Che non riesci più a buttare via

 

Dal labirinto della nostalgia

 

Grandi amori che finiscono

 

Ma perché restano, nel cuore

 

Strani amori che vanno e vengono

 

Nei pensieri che li nascondono

 

Storie vere che ci appartengono

 

Ma si lasciano come noi

 

Strani amori fragili

 

Prigioneri liberi

 

Strani amori mettono nei guai

 

Ma in realtà siamo noi

 

Strani amore che spesso a questa età

 

Si confondono dentro l'anima

 

Strani amori che mettono nei guai

 

Ma si perdono come noi

 

Strani amori che vanno e vengono

 

Storie vere che ci appartengono

 

Strani amori fragili

 

Prigioneri liberi

 

Strani amori che non sanno vivere

 

E si perdono dentro noi

 

Mi dispiace devo andare via

 

Questa volta l'ho promesso a me

 

Perché ho voglia di un amore vero

 

Senza te

 

 

 

Sono solo parole

      NOEMI

 

Avere l'impressione di restare sempre al punto di partenza,

 

E chiudere la porta per lasciare il mondo fuori dalla stanza.

 

Considerare che sei la ragione per cui io vivo.

 

Questo è o non è amore?

 

Cercare un equilibrio che svanisce ogni volta che parliamo,

 

E fingersi felici di una vita che non è come vogliamo,

 

E poi lasciare che la nostalgia passi da sola,

 

E prenderti le mani e dirti ancora

 

Sono solo parole.

 

Sono solo parole.

 

Sono solo parole, le nostre.

 

Sono solo parole.

 

Sperare che domani arrivi in fretta e che svanisca ogni pensiero.

 

Lasciare che lo scorrere del tempo renda tutto un po' più chiaro.

 

Perché la nostra vita in fondo non è nient'altro che

 

Un attimo eterno, un attimo tra me e te.

 

Sono solo parole.

 

Sono solo parole, le nostre.

 

Sono solo parole.

 

Sono solo parole, parole, parole, parole.

 

E ora penso che il tempo che ho passato con te

 

Ha cambiato per sempre ogni parte di me.

 

Tu sei stanco di tutto e io non so cosa dire.

 

Non troviamo il motivo neanche per litigare,

 

Siamo troppo distanti distanti tra noi,

 

Ma le sento un po' mie le paure che hai.

 

Vorrei stringerti forte e dirti che non è niente

 

Posso solo ripeterti ancora,

 

Sono solo parole.

 

Sono solo parole, le nostre.

 

Sono solo parole, le nostre.

 

Sono solo parole.

 

Sono solo parole, parole, parole, parole.

 

Sono solo parole.

 

 

 

CHIAMAMI ANCORA AMORE

(R. Vecchioni)

 

E per la barca che è volata in cielo

che i bimbi ancora stavano a giocare

che gli avrei regalato il mare intero

pur di vedermeli arrivare;

per il poeta che non può cantare

per l’operaio che non ha più il suo lavoro

per chi ha vent’anni e se ne sta a morire

in un deserton come in un porcile

e per tutti i ragazzi e le ragazze

che difendono un libro, un libro vero

così belli a gridare nelle piazze

perché stanno uccidendo il pensiero;

per il bastardo che sta sempre al sole

per il vigliacco che nasconde il cuore

per la nostra memoria gettata al vento

da questi signori del dolore

Chiamami ancora amore

Chiamami sempre amore

Che questa maledetta notte

dovrà pur finire,

perché la riempiremo noi da qui

di musica e di parole;

Chiamami ancora amore

Chiamami sempre amore

In questo disperato sogno

tra il silenzio e il tuono

difendi questa umanità

anche restasse un solo uomo

Chiamami ancora amore

Chiamami ancora amore

Chiamami sempre amore

Perché le idee sono come farfalle

che non puoi togliergli le ali

perché le idee sono come le stelle

che non le spengono i temporali

perché le idee sono voci di madre

che credevano di avere perso,

e sono come il sorriso di Dio

in questo sputo di universo

Chiamami ancora amore

Chiamami sempre amore

Che questa maledetta notte

dovrà pur finire,

perché la riempiremo noi da qui

di musica e parole;

Chiamami ancora amore

Chiamami sempre amore

Continua a scrivere la vita

tra il silenzio e il tuono

difendi questa umanità

che è così vera in ogni uomo

Chiamami ancora amore

Chiamami ancora amore

Chiamami sempre amore

Chiamami ancora amore

Chiamami sempre amore

Che questa maledetta notte

dovrà pur finire,

perché la riempiremo noi da qui

di musica e parole;

Chiamami ancora amore

Chiamami sempre amore

In questo disperato sogno

tra il silenzio e il tuono

difendi questa umanità

anche restasse un solo uomo

Chiamami ancora amore

Chiamami ancora amore

Chiamami sempre amore

Perché noi siamo amore.

 

 

 

 

NON E' L'INFERNO

 

EMMA MARRONE

 

Ho... dato la vita e il sangue per il mio

paese e mi ritrovo a non tirare a fine mese,

in mano a Dio le sue preghiere

Ho... giurato fede mentre diventavo padre

due guerre senza garanzia di ritornare, solo

medaglie per l'onore

Se qualcuno sente queste semplici parole,

parlo per tutte quelle povere persone che

ancora credono nel bene...

Se tu hai coscienza guidi e credi nel

paese dimmi cosa devo fare per pagarmi

da mangiare, per pagarmi dove stare,

dimmi che cosa devo fare.

 

 

No, questo no, non è l'inferno ma non

comprendo com'è possibile pensare che

sia più facile morire

No, non lo pretendo ma ho ancora il sogno

che tu mi ascolti e non rimangano parole

 

Ho... pensato a questo invito non per

compassione ma per guardarla in faccia e

farle assaporare un po' di vino e un poco di

mangiare

Se sapesse che fatica ho fatto per parlare

con mio figlio che a 30 anni teme il sogno

di sposarsi e la natura di diventare padre

Se sapesse quanto sia difficile il pensiero

che per un giorno di lavoro c'è chi ha

ancora più diritti di chi ha creduto nel

paese del futuro

 

 

No questo no, non è l'inferno ma non

comprendo com'è possibile pensare che

sia più facile morire

Io no, non lo pretendo ma ho ancora il

sogno che tu mi ascolti e non rimangano

parole,

 

 

Non rimangano parole...

Com'è possbile pensare che sia più facile

morire

Io no, non lo pretendo ma ho ancora il

sogno che non rimangano parole

Non rimangano parole, non rimangano

parole.

 

 

 

 
CANZONI CANTANTI VECCHI
FRASI CANTANTI VARI