Classifica di siti - Iscrivete il vostro!

 

DOTT. BRUNO GIORGIO

 

NEUROLOGO - PSICHIATRA - PSICOTERAPEUTA
DIRETTORE DELLA PSICOTERAPIA

A.S.L. SA1

BLOG PERSONALE

 

INSERISCI POESIA (solo per l'autore)

 

Parla con i poeti

 

POESIE DI BRUNO GIORGIO N.6

[email protected]

sito personale DI PSICHIATRIA E PSICOTERAPIA


CANTO D’AMOR

Al canto d’amor un fiore sboccia d’incanto nell’anima,
per magia rinasce l’assopita voglia di correre a perdifiato,
di ruotare intorno a te, fiore profumato del giardino,
senza mai stancarsi del dono divino di sentire i tuoi passi,
polvere di stelle, schegge impazzite sul fertile terreno.
Senza colpo ferir il canto d’amor permeante s’insinua,
fresco venticello primaverile, tanto la porta è aperta ognora 
sol se la stupidità non fa capolino ferrea grata ergendo
intorno ad un corpo vecchio prima d’esser giovane.
Architettura disegnare non è possibile né corazza costruire,
invano soffia il mantice a raffreddare il canto,
continua l’amore a diffondere note conosciute ai più,
sosta sul corpo per tempo finché l’anima l’accoglie.
Sorride allora il giardino, quel fiore ha messo radici,
nulla può la malerba, robuste affondano nel terreno
nutrite da quel cibo che sol l’amore a profusione dà.
E l’amor ancora canta e vive nel terreno della vita.

12.11.2011






VORREI…AMOR

Vorrei tenerti vicina nei momenti bui,
sapere che tu esisti quando io non esisto,
accorgermi che tu ami quando io non amo,
veder apparire i tuoi occhi brillanti per languor
e la tua bocca, fiore di pesco nel cielo a primavera.
Il caldo soffio del vento spalanca le porte 
e la tua ombra prende forma avvolta in mille colori;
allora prendi la mia mano e la porti sul seno 
per sentire i battiti veloci di un cuore innamorato.
Vorrei con te passeggiar fra le nuvole,
saltare su montagne bianche per soffice neve,
cogliere un fiore nella sabbia del deserto,
in groppa ad un bianco destriero al volo prenderti
e, qual principe, condurti nel castello incantato.
Vorrei soprattutto abitare i tuoi sogni, 
sognare soltanto quando tu sogni,
esistere soltanto quando tu esisti
e soprattutto amare soltanto quando tu ami.

6.11.2011






SAPORE D’AMOR

All’orizzonte, non troppo lontano, 
nitido si staglia un volto,
le sembianze muta di tanto in tanto,
un tatuaggio indelebile impresso ha,
amore ha scritto in bella mostra.
Una ruggente cascata d’acqua non fa
tanto rumore quanto il rullio d’emozioni
tambureggiante nell’estasi infinita;
passeggia l’amore nel dentro dell’anima,
di qua e di là felice vola pei freschi boschi,
da solo or si nutre e alimenta il fuoco vitale,
ha conosciuto te e per te adesso vive.
Cambia la scena il regista irrequieto, 
altra immagine altro volto all’amor vuol dare,
s’affanna a preparar con disciplina gli attori,
quanta pena l’amor ha di loro,
un solo volto ha l’amor, sempre lo stesso,
l’identico eterno scoppiettante sapore.

5.11.2011



AMOR SENZA VOLTO

Soffermo lo sguardo sul mondo che c’è,
pianeti in orbita girano instancabilmente,
sempre l’identico, costante movimento, 
comete d’umani galleggiano in superficie
legati a sentimenti, ad emozioni fluide
che si sciolgono come neve al vento
immerse nelle aspre banalità della vita.
M’accorgo che uno dei miei occhi va oltre,
si perde nell’immensità sconfinata
e allo stesso tempo sì ristretta del dentro,
terra di nessuno, soltanto e solo mia.
Amor si mostra allora, senza volto, 
il tutto in un attimo allaga, s’abbandona
ad un sentimento di vuoto, si dondola 
e trastulla nel proprio infinito piacere,
non si sofferma su niente, nulla chiede
se non una donna infinita che ami,
ascolti e guardi con lo stesso unico occhio.

3.11.2011



STELLA D’AMORE

Soffoca il cuore il ragionar astruso e fine,
un’accelerata improvvisa senza un perché,
impazzisce il battito, lo senti agitarsi in gola,
esplode sussurrando parole d’amore,
può lottare, inascoltato, contro mulini a vento
ma non si ferma e non s’abbandona mai.
S’arroventa il cuore nell’ardente fiamma,
i suoi raggi infuocati, qual areola. circondano
il tuo capo e giù, a perdifiato, bollenti baci
sfiorano le guance e si perdono sulle labbra.
Angeli paradisiaci intonano una nuova novena,
spargono nell’aria amore a profusione,
offrono la chiave per lo scrigno segregato
là nel fondo inosservato dell’anima.
Una doppia vicinanza confonde la ragione,
compare nel buio una stella, ti prende per mano,
ti conduce diritto, diritto verso l’amore.

2.11.2011 



ARCOBALENO D’AMORE

Un arcobaleno m’appare sospeso nell’azzurro cielo, 
richiamo irresistibile quel meraviglioso arco, 
sfavillanti colori partono a mo di ponte dal capo 
e si vanno a calare su corpi ormai senza più volto. 

Prendono forma e materia i solari volti d’un dì 
e tutt’intorno illuminano l’oscura valle a giorno,
giocano allora e ballano e cantano felici,
risvegliati dal sonno, vita anelano più che morte.

D’incanto in una ruota l’arcobaleno si trasforma,
cielo e terra un tutt’uno, senza inganno, par che siano,
amara illusione aprire gli occhi e non vedere il sole
mentre l’arcobaleno scompare là tra le nuvole.

Un giglio fa capolino là sulle montagne,
scende in fretta, a ruzzoloni, per l’impervia via
attratto da un profumo selvatico di un non so che, 
una sola cosa vuole con tutto il cuor… amore.

1.11.2011



STORIA D’AMOR


Ristorificare la vita in un nuovo racconto, 
perdere il filo indugiando nel piacere, 
s’affollano le passioni, immagini in passerella, 
una dietro l’altra, è proprio difficile
scrivere una storia inedita se ci sei sempre tu.
Una cascata di capelli biondi non nasconde
l’azzurro mare dei tuoi languidi occhi,
un tuffo a testa in giù viene subito voglia,
una nuvola, di parole d’amore gonfia,
parte dalle dischiuse labbra e arriva al cuore.
Narrar d’amore vuol forse proprio dir 
dipingere un corpo e poi sentire quel corpo
animarsi in un sottile gioco chiaro scuro,
brillare e spegnersi all’improvviso
nell’affannoso groviglio di un cuore stanco.
Ogni nuova storia parla del corpo,
dell’anima, del piacere, dell’amore.

29.10.2011



VIANDANTE

Viandante, si ferma il tempo davanti ai tuoi occhi,
non ne vuol sapere d’andare avanti, di camminare,
d’altra parte perché dovrebbe davanti a un caldo sole,
cosa potrebbe desiderare di più se l’anima volteggia
libera nell’aria avvolgendoti anche quando sei lontana.
Viandante, godi appieno, nutriti di questo dono,
sai, non è facile sentire l’altrui anima alloggiare
stabilmente in te, percepire l’amore prorompere
da ogni parola, da ogni azione, da ogni gesto,
sai, non vi è al mondo cosa più bella, più desiderabile 
di una stella che brilla giorno e notte sul tuo capo.
Viandante, lascia guidare i tuoi passi dall’anima,
stai pur certo che niente e nessuno può ingannarla,
non frantumare in tanti pezzi la tua vita,
non infrangere, qual onda marina, sullo scoglio,
sappi che una sola cosa la tua anima desidera,
vivere… vivere… e il tempo allora è felice
di fermare il suo respiro sul tuo seno. 

27.10.2011



INVERNO D’AMORE

Triste e solo è il freddo, gelido inverno, 
alle sue spalle ha lasciato la calda estate,
un primaverile innesto, smarrimento dei sensi, 
vorrebbe immettere nel suo camino,
a volontà legna verde getta sulla brace ardente,
invano s’ingegna il poverino, 
in un attimo tutto brucia, tutto si consuma,
il gelo rimane, avvolge il corpo, entra nell’anima.
Cerca allora un rifugio, un’accogliente oasi,
indietro nel tempo va, tracce d’amor ripercorre,
pur tuttavia proprio non riesce a riscaldarsi.
Una fiammella s’accende all’improvviso,
or vede, or sente, sol ora ascolta, parla anche,
da tempo se ne stava lì dentro rannicchiata,
in silenzio aspettava caldi abbracci e carezze,
non sapeva che amor con amor si congiunge.
Or l’inverno non ha più freddo, non ha paura
del gelo, ha conosciuto l’amore, or vive.

25.10.2011 



FRECCIA D’AMORE

Tante volte nella mente amor rimbomba,
tante volte nel cuore amor pulsa,
balbetta in silenzio parole incomprensibili,
divampa qual sole infuocato sulla pelle,
tutto brucia, e corpo e anima, 
sol sazio s’acquieta e nelle braccia di una dea,
docilmente, perdutamente, s’abbandona.
Si risveglia amor all’improvviso e cerca te,
sol un volto nitido fra tanti appare,
si disperde allora il fumo dei sensi,
gli occhi nell’oscurità dell’anima s’aprono, 
tutto ma proprio tutto è più chiaro,
amor a te la sua freccia scaglia,
non colpisce soltanto il tuo cuore,
prende la tua anima e la tiene stretta a sé,
una nuova alba sorride al giorno.

24.10.2011



SOFFIO D’AMORE

Apro pian piano gli occhi e… vedo te 
misterioso affascinante intreccio di corpo e anima
ti sento dentro di me vagabondare…
una malattia d’amore sorprende il mio cuore
vuole che tu ti fermi
felice d’abitare il mio corpo
e sentire il battito della mia anima.
Ti ho aspettato per tanto tempo, 
forse troppo, non importa, 
il tuo respiro ora, qual soffio, entra dentro
e mi regala la dolcezza della vita.
Si dilegua d’incanto la certezza dell’effimero,
ogni giorno, seduti ad una tavola imbandita,
brindiamo al nostro incontro,
ai giorni infiniti del nostro amore.

16.10.2011



PER SEMPRE MIA

Col vento in poppa solca i mari il maestoso veliero
nella stiva porta un forziere di preziose perle ripieno
uno scrigno scintillante racchiude la più fulgente
il tuo corpo e la tua anima….

Tempesta annuncia il cielo gonfio di nuvole
s’ingrossa il mare all’improvviso
onde gigantesche schiumano sul veliero
e tu… mi sei accanto ad addolcire le onde.

Raggi di sole addomesticano le forze della natura
s’acquieta d’un tratto il burrascoso mare
e nel silenzio della mia anima sento te…
sussurri allegre note dal profumo primaverile.

Una fresca rugiada allaga il mio animo
non ho mai avvertito un qualcosa di simile
ti sento dentro come nessuna mai
ti porto con me ad ogni mio passo

per sempre… sei mia.
 

15.10.2011




Tu
ragazza dagli occhi profondi come l'universo
dai capelli dorati come il grano
e dalle movenze fini e femminili

Sconosciuto mi e' il tuo nome
Ignota mi e' la tua voce.

Il mio desiderio?
Sussurrare al vento parole che ti accarezzino il viso
implorare la luna di illuminare il tuo cammino
quando nella notte piu' buia
ogni luce ti sembrera' fioca e lontana

Chiedere all'universo di riunire milioni di stelle
visibili dalle galassie piu' remote
affinche' nei tuoi occhi
si accenda la scintilla
che infiammera' il tuo cuore.

scritta da Francesco D'angelo
14.10.2011



VORREI NON SVEGLIARMI…

Vorrei non svegliarmi mai dal sogno
se due mani nel segno dell’amor unite
volano sulla sabbia incontro al sole
sospinte dal soffio leggero della brezza
vorrei non svegliarmi mai dal sogno
se cielo e mare una serenata d’amor
intonano a due colombi in riva al mare 
nel mentre al roseo orizzonte affidano 
i loro pensieri assieme alla loro vita
vorrei non svegliarmi mai dal sogno
se cullati dal dondolio di un gozzo
il calore d’ardenti baci è più forte 
del sole cocente che bacia i nudi corpi
vorrei non svegliarmi mai dal sogno
se sei proprio tu quella che amo 
a più non posso nel verde prato della vita
innamorato come quel primo giorno
allorquando un fulmine ha attraversato
il mio petto giungendo al cuore
vorrei non svegliarmi mai dal sogno
se su un foglio ingiallito scriviamo
una storia che racconti soltanto di noi
vorrei non svegliarmi mai dal sogno
se ogni notte felicità d’amore coglie
due vite desiderose di assaporarla
di berla insieme fino all’ultima goccia

14.10.2011




PASSAPORTO D’AMORE

Amor con amor è ricambiato
se nelle profondità disceso  
luce fa veder più che oscurità
pieno esce il secchio ogni ora  
colmo di straripante felicità
un fiume in piena contagiante
l’arida insostenibile materia
tutto allora in noi cambia
anche il piacere muta colore 
s’ammanta di principesco mantello
che cielo e terra tinge d’azzurro
un’incontenibile gioia si legge
nei brillanti cerulei occhi
brillanti riflessi tagliano l’aria
corpo e anima si stringono
forte in un abbraccio eterno
or soltanto si conoscono
l’amore loro ha donato
un passaporto per un viaggio
interminabile inestinguibile
in un mondo creato per noi

12.10.2011






ALBA D’AMORE

La sera… 
socchiusi gli occhi 
m’addormento  
con te vicino
dolce amore
la notte…
incontro 
sempre te
sorridente amore
nel sogno…
un fragolone d’orsacchiotto
d’un tratto 
si tuffa 
s’immerge
nei tuoi occhi persi
s’imbatte
in un groviglio d’emozioni
soffocanti
limacciose
conturbanti
che la lunga notte 
non sa proprio
come dipanare
l’alba…
aperti gli occhi
gioia mi dà
il vederti
così come sei

11.10.2011



TRA LE TUE BRACCIA

Tra le tue braccia vorrei 
abbandonarmi all’infinito
col  battito del mio cuore 
accanto al tuo
noncurante dell’oscillante pendolo
tra le tue braccia vorrei 
annusare all’infinito
quel tuo naturale profumo 
sentirlo attaccato alla mia pelle
per giorni e giorni
tra le tue braccia vedo 
noi due soli
una sola anima
viaggiare su azzurra onda
nel paradiso dei sensi
tra le tue braccia sento
di non aver memoria
tutto si dilegua
c’è solo il tuo amore
a riempire quel vuoto
e tanto basta

7.10.2011 



IN FONDO ALL’ANIMA

In fondo all’anima 
un solco inciso 
linfa d’amore
scorre…scorre  
bagna il terreno
occupa lo spazio
nutre  il desiderio
in fondo all’anima
un cantico d’amore
piuma d’oca
immersa in sangue 
gonfio d’amore 
scrive…scrive
in fondo all’anima
una giornata al mare
nel cerchio di sabbia
indorata dal sole
ci sei tu
uragano d’emozioni
bagni il terreno
occupi lo spazio
nutri il desiderio
in fondo all’anima
un sogno forse
ma…ad occhi aperti
vedo vicino un’ombra
è proprio la tua…  
sai sto proprio
ma proprio bene
con te vicino

2.10.2011



FOLLIA

Follia il cuor ammanta 
al tuo sbocciar amore
avvolgente mantello regale 
rosso fuoco acceso 
re di cuore ti fa sentire 
in un attimo minuscolo
anomala onda azzurra 
felicità spruzza nell’aria
attraente deliziosa calamita 
senza un perché
per incanto tutto svanisce
due corpi soli uniti
nell’immenso oceano
marea si scatena
sussurra pian piano
emozioni incancellabili
il tempo si ferma
dalla follia contagiato
fa fatica a riprendersi
nel caldo abbraccio
coinvolto vuol fermarsi 
proprio per sempre
fermarsi insieme a te
incantevole follia

30.9.2011



NOTE D’AMORE

Frizzanti leggere bollicine 
d’una coppa di champagne
inebriano la mente 
inghiottendola stordendola
un’impalpabile vertigine 
la trasporta lontano…
lontano…un viaggio 
in terre selvagge ignote 
ove soffia forte fischia 
il caldo vento dell’amore  
aggrappato stretto a te 
nel chiuso della bollicina
vola l’ardito desiderio 
sulle ali di un bianco cigno
impazzisce il flauto magico
all’infinito vuol diffondere
piacevoli note d’amore
all’infinito vuol vivere
l’ebbrezza del tuo amore 
potrà un giorno stancarsi di te
soltanto se tu ti stancherai
a poco a poco di bere
dallo stesso calice
l’elisir del longevo amore

25.9.2011 




A TE…

A Te...giungono 
mille inebrianti 
dolci profumi
solo ad uno le tue narici 
sono pronte ad aprirsi
sol da uno il tuo olfatto 
vuole essere accarezzato  
battiti veloci di gioia 
sol uno dona al tuo cuore 
respira l’animo 
dilatandosi 
tende le sue braccia
mani di nuvole volano 
ti raggiungono ovunque 
un fascio di rose rosse 
portano tante e poi tante
cinguettii d’amore 
intonano 
usignoli in volo
nell’aria cheta calda 
dell’imminente autunno
nel becco tutti stringono 
un unico messaggio
poesia d’amor 
pensiero d’amicizia 
tenera emozione
d’un cuore felice 
d’accoglierti 
senza rumore

18.9.2011



SCINTILLIO D’AMORE

S’infiamma il cuore 
al tuo apparire
non sa spiegarsi 
l’improvviso scintillio 
di gioiosi colori 
risveglianti
l’assopito animo
solo la tua voce
tra mille e più
ha il potere 
di giungere al cuore
piegare le ferree sbarre
farlo volare
volare… volare …volare
scosso fragorosamente 
da piacere inestinguibile
ebbro di nettare 
animato da sorgente
inesauribile
inarrestabile 
infinita
sorgente pura
cristallina
il tuo amore

15.9.2011




BIANCHI CAVALLI

Amore… al tuo cospetto tremore 
balbettio allagamento stordimento 
naturale confusione si sprigiona
d’incanto nel nulla gli occhi si perdono 
incantati nelle tue braccia s’abbandonano
tu Amore li conduci in praterie
sconfinate una corsa inarrestabile 
senza meta nella galleria del vento
tu Amore inietti il coraggio di osare
di accogliere la sfida aspra del destino
un guanto bianco sbattuto sul volto
una sfida in tuo nome or accettata
non può una diga arrestare in eterno
le acque di un fiume desideroso
smanioso di andare oltre gli argini
accarezzare con le sue acque l’erba
sostituendo il giallognolo grigiore 
col verde brillante di giovanile ardore
gli occhi or vedono due bianchi cavalli
galoppare felici nel cielo stellato
una cometa indica la giusta strada
la vogliono percorrere sino in fondo

15.9.2011




BASTI TU

Basti tu mi basta il tuo amore per sciogliere
il cuore avvolto tutto intorno dal freddo gelo
mi basta solo il tuo amore per liberare il cuore
dalla durezza e dall’orgoglio dell’animo ferito
dolce è la sera se tu sole e luna pienezza dai
ai giorni affidando all’altrui destino lacrime
dispiacere amarezza versate inutilmente dentro
nel chiuso di un corpo che ora vuole sentire
solo amore battito continuo suono di campane
festose passeggiata romantica al sapor di brezza
libero volo su una nuvola da una vetta all’altra
mi bastano soltanto i tuoi baci e le tue carezze
per scaldare il cuore per disegnarti bellissima
su morbido cuscino ove poggiare il capo e pensare
di portarti sempre proprio sempre con me in viaggio
mi basta soltanto il tuo amore nulla mai ho chiesto
alla vita se non l’amore il sano piacere di averti
appiccicata sulla pelle qual tatuaggio indelebile
mi basta soltanto il tuo amore per trasformare
in realtà l’ingenuo sogno che alimenta la vita

12.9.2011




NATURA

Natura  pregna di silenziosa sottile forza
fresca qual sorgente scorre imperterrita
noncurante del cangiar delle mode del tempo
stagioni profumate o calde scolorite o fredde
si danno continuamente la mano passando
il virile scettro imperioso dall’una all’altra
con piacere a volte con affanno tormentoso
un inizio primaverile sfocia man mano 
nel finale abbraccio di un inverno gelido
pretendere l’uomo non può d’arrestarne 
il corso fermarlo in quello a lui più gradito 
s’inaridirebbe la natura forse piangerebbe 
ne risentirebbe la stessa umana natura 
privata del vitale scorrere cristallizzata
in un unico riflesso bloccata nell’astratto
intimo amoroso incontro con l’altro sé
impossibilitata ad accogliere le asperità
di una natura selvaggia attraente e foriera
di pauroso turbamento allo stesso tempo
eppur la natura ci s’ingegna ad amare
a rispettare ci si sforza forse un po’ come 
con l’umana natura a volte entrando 
senza bussare tutto buttando per aria
 eppur tutti ma proprio tutti dicono d’amare 

9.9.2011