POESIE INTROSPETTIVE DI B. BRUNO



POESIE INTROSPETTIVE PER IMMAGINI


BACI ETERNI

Sembra che la nostra vita
sia così corta
ma per noi diventa vertiginosa
 con le nostre labbra appiccicate
che si danno continui baci
baci eterni
e tutto si ferma 
nel cuore di un tulipano!
Baciamoci, dunque, sino
a consumare il nostro respiro
per fermare il tempo!
Sì, le nostre bocche ci scaldano
di eternità all’infinito e tutto
diventa trofeo dei nostri desideri.

Baldo Bruno  2-3-2017
INGRANDISCI LA POESIA


CONOSCERE  L'AMORE

Quando ti domandi il significato dell'amore, 
immagina due cuori che si danno la mano
per sempre, 
occhi profondi che si toccano, 
immagina dei sospiri che, come onde,
non si fermano nemmeno avanti agli scogli,
fantasie piene di colori  
contornate di accese parole 
dinanzi all'eternità di un sentimento così alto, 
immagina baci di tante luci
che invadono la notte.

Baldo Bruno  21-11-2016
INGRANDISCI LA POESIA



SEI UN’APE E UNA FARFALLA
YOU ARE A BEE AND A BUTTERFLY

Sei un’ape e una farfalla,
sei bella ,così dolce, ma sai anche 
pungere al momento opportuno;
così mi piaci, graziosa, ma sai 
reagire e difenderti quanto basta.
 I tuoi occhi hanno la beatitudine
che rasserena il mio cielo,
le tue parole diplomatiche e sagge
han la misura e la prudenza ma
sanno essere tempestivamente acide.
Come sei mi avvinci, amabilità
e impetuosità mi attraggono,
ci sto bene sotto il tuo tepore 
che sa pure graffiare magnificamente.


Baldo Bruno  5-7-2016
INGRANDISCI LA POESIA



COME BALLERINI

Cadeva  forte  la pioggia
gli zampilli parevano saltellare,
spinti dal vento,
come esperti ballerini
danzando a cerchi concentrici.
Era uno spettacolo paradossale
illuminato dai lampi continui;
poi tutto si placò…l’acqua
cominciò a scivolare sull’asfalto,
la pace, la quiete presero il sopravvento.

Baldo Bruno 13-6-2016
INGRANDISCI LA POESIA



IMMI-(IN)GRATI

C’è un’altra realtà da guardare
con gli occhi,
da toccare con le proprie mani:
quella degli immigrati.     
Venire in Italia sì , ma col rispetto
del paese che ti ospita: c’è chi ruba,
 insulta, ammazza, stupra, urina
 sui monumenti o peggio sugli anziani 
a terra che chiedono elemosina.
Questo no non è permesso,
questo no non può essere il ringraziamento
a chi ti tende le proprie mani.
E poi quante pretese, soldi, studio, case,
 medicine! Ma le case non ce l’hanno
nemmeno tutti gli italiani, 
molti neanche i soldi per far studiare i figli.
Calma , calma, con l’onestà e il rispetto
si possono avere tante cose !

Baldo Bruno 21-3-2016
INGRANDISCI LA POESIA



NON LASCIAMOLI SOLI !

Gli anziani…
sono garanti del trascorso passato,
sono come una pianta,
sembra appassire ma
se la innaffi può mettere
fiori bellissimi.
Non lasciamoli soli,
sono persone da amare,
fermiamo quel vento impetuoso
che li affligge!
In fondo un fior dentro
ancor c’è ed i loro cuori
possono ringiovanire 
di fronte all’amore.

Baldo Bruno 12-3-2016
INGRANDISCI LA POESIA


VILLA SERENA

Immaginavo occhi fuori dal tempo,
immaginavo occhi muti e impotenti,
invece erano occhi pieni di cuore,
invece erano occhi attenti,
cercavano  il mio saluto
mentre passavo tra loro,
sono sicuro che non avrebbero
esitato a parlare con me.
Sì , erano occhi dignitosi e vivi
e fu tanta la mia sorpresa.

Baldo Bruno 12-3-2016
INGRANDISCI LA POESIA



DESIDERI DI AFFETTO

Il tempo della verde età è passato
ma c’è tanto amore nel tuo azzurro
un germogliare di fiordalisi,
sui quali il sole scrive i tuoi desideri:
desideri di amore,desideri d’affetto,
desideri di pace…
desideri di non essere mai dimenticati.
Certo non si può essere attivi come un tempo
come onde schiumose che toccano e ritoccano la riva
ma almeno sentire il piacere di sentirsi ancor amati,
amati con i gesti, con le attenzioni,
così che si possa ancor vivere
come uccelli che scrutano il cielo infinito
ove le ingiustizie non sopravvivono
come nelle fiabe di Andersen.

Baldo Bruno 8-12-2015
INGRANDISCI LA POESIA



RISCOSSA

Voglio aprire le finestre
per far entrare il sole,
via gli avvoltoi che cavalcano
le mie paure !
Il mio cuore vuole essere
in un giardino di fiori sbocciati
lontano dalle arpie velenose!

Baldo Bruno 24-8-2015
INGRANDISCI LA POESIA



CARNEVALE

Che ipocrisia c’è al mondo
un cielo coperto di grigio
e Carnevale arriva spavaldo
mettendoci la seconda maschera.
Sì, una maschera sull’ipocrisia 
copre bene la falsità, che ne dite?
Alla fine non sappiamo neanche chi siamo
con il cielo oscuro sempre di più
sotto i tuoni del temporale.

Baldo Bruno  30-1-2015
INGRANDISCI LA POESIA



UN GELO NELL’ANIMA
ALMA A LA HELADA

Tutta la notte con una sconosciuta
in un sesso sfrenato
ma il giorno mi ha dato
cruente fustigate,
il sole non potrà mai addolcire
il gelo dell’anima:
senza amore il nulla.

Baldo Bruno 18-12-2014
INGRANDISCI LA POESIA



IL MONDO NON SA DI NOI
LE MONDE NE SAIT PAS NOTRE AMOUR

Quel bacio sulle tue labbra
mi fa impazzire, mi attrae,
fa fondere e rimescolare le nostre anime,
ti cerco, ti cerco,
ti respiro, ti respiro,
il mondo non sa di noi
che ci amiamo da morire.
Il mondo, le altre persone sono fuori,
ove regna l’invidia e l’ipocrisia,
nessuno può capire quanto io t’amo,
quanto tu mi ami,
i baci ci trasportano lontano…lontano
nessuno può immaginare
quanto per me e per te
sia bello amarsi.

Baldo Bruno  16-10-2014
INGRANDISCI LA POESIA




VIAGGIO

Un mendicante conosciuto
per strada, vittima della società
 affamata, mi disse nel suo sfogo
“Vorrei fare un viaggio
nel mio inconscio e cacciare
 tutti quegli uccelli neri;
ho paura ma l’esplorazione
non si può fermare…
ho bisogno di portare 
un po’di luce negli abissi.”

Baldo Bruno 27-9-2014
INGRANDISCI LA POESIA




TACI ANIMA IRREQUIETA
NOT TO MENTION RESTLESS SOUL

Taci, anima irrequieta,
mi piaci…ma i tuoi occhi
sono un gran deserto,
posso stare con te
col tuo corpo rassegnato per una notte
ma poi…
non potrò mai trovare l’amor che cerco,
i baci che lasciano il fiato sospeso,
le carezze che eccitano l’anima,
né le parole che solo a sentirle
lasciano i miei occhi bagnati d’amore. 
Nulla mi attrae tranne il tuo corpo,
ma quando il grigio amor si fermerà
si fermerà il mio cuore,
con te più che vivere
sarà perdermi  per qualche ora.

Baldo Bruno   1-8-2014
INGRANDISCI LA POESIA




COLORI DIVERSI

Occhi perduti nel vento
gocce di lacrime sul  viso
in cerca di un destino di sole
lontano
da quell’orizzonte di marmo
ci sono colori diversi
che ci aspettano…

Baldo Bruno 11-7-2014
INGRANDISCI LA POESIA




SONO SALITO SUL MONTE

Sono salito lassù sul monte
per veder dall’alto il mio paese,
la mia bellissima casa antica
dei miei avi lascito prezioso.
Ho guardato il paesaggio ,
un  gelo è calato nel mio animo,
la mia casa era piccola ,minuscola,
si confondeva con le altre,
quasi non si vedeva,
era un niente.
Ci creiamo a volte grandezze,
tante illusioni, apparenze,
ma la vera realtà è un’altra.

Baldo Bruno 1-2-2014
INGRANDISCI LA POESIA



INVERNO IN FIORE
WINTER IN FLOWER

In questi freddi giorni d’inverno
quando la neve volteggia e danza
sto nell’estate delle tue carezze.
C’è un vento gelido fuori
ma tu portami nell’azzurro dei tuoi occhi!
Tenere strette le tue mani 
e correre a vivere sulle tue labbra
fa nascere un sole così forte
che fa dimenticare il gelo di Shiva
sulle aride canne ingiallite.
Quando sto con te
riesco a vedere anche nell’intensa nebbia
giardini di fiori in amore.

Baldo Bruno   8-12-2013
INGRANDISCI LA POESIA




RIMORSI

Su un prato di graminacee in campagna
il dio Vento traccia strani segni e ondulati
come annuncio d’un messaggio divino

i vuoti creano quasi di donna un volto
che piange per la rugiada che si stacca
ed io mi perdo in un  rimorso

odo quella voce implorante
guardo le sue labbra di sete di me
ma ormai lei è lontana…lontana
ed io sono qui solo 
con la fronte nelle mie mani





ALLA MARINA

Dalle scale che portano alla marina
si sente del mar l’urlo turchino
misto al profumo dei limoneti sparsi
nelle villette a picco sul litorale;
giù, verso la spiaggia, c’è il sapore della salsedine
mischiato con la pelle protesa alla tintarella
sotto un sole che non ha voglia dell’orizzonte
ma fruga, brancola e palpa per tutti gli ombrelloni;
lo sguardo intanto è preso da iridescenti luci
che danno sfumature variegate
fra le grida giocose dei bambini;
il mio desiderio è stare lì,
sedermi alla riva ove s’apre l’azzurro,
lì  sento volare i miei sogni come i gabbiani
di color cenere che non conoscono il futuro.





VIETRI SUL MARE

Illuminata  dalle stelle
con riflessi argentati arriva dal mare
la sera di Vietri
ad allietare il sorriso degli amanti
tra baci e carezze nei giardini
e ad ogni soffio di brezza 
Venere torna a rinascere;
ogni onda raccoglie le luci dei bar,
delicate fanciulle che ci accompagnano
in una passeggiata alla riva,
da lì presso gli scogli viene agli occhi
un paesaggio incantato dalle forme antiche
che ha da vivere ancora.





SGUARDI SUL MARE

Ho visto i gabbiani felici nel cielo,
ammarare ad ali spiegate coi corpi ballerini
colorati da riflessi giallastri,
poi salire tra i sussurri delle vele;
ho spinto lo sguardo sino all’ormeggio lontano
tra il dondolio degli scafi
e le bianche scie frastagliate di rossi piroscafi
 da carico filati verso l’orizzonte,
un fileggiare di bandiere sulle cabine di pilotaggio;
ho guardato anche alla riva
tra allegre creste luccicanti,
marinai pronti a salpare unendo canti
ai rapidi tocchi di remi policromati;
ho visto, con il cielo estivo rispecchiato nell’acqua,
una vita in fermento
con gli occhi abbagliati da mille riflessi.
Continua a vivere paesaggio di mare,
baloccatevi onde bordate di smerli
contro la costa, perché l’uomo vi ama!


NUOVO LIBRO X