Classifica di siti - Iscrivete il vostro!

LE PIU' BELLE POESIE DI BALDO BRUNO 2


EVASIONI

Con le bianche ali d'un vivace volatile 
l'immaginazione risale le scale dell'ignoto,
spariscono le ombre dai miei occhi,
e sono libero dal tempo verso un infinito.
Il nudo senza identità si veste
e sono felice spinto fuori dal mio piccolo mondo:
i miei desideri sorridono,
li sfoglio come libri
dove le pagine  sono perle luminose.
Finalmente ho un' anima, un corpo…
ed ascolto il mio sfogo appagato.




UNA VITA

Siamo in viaggio su uno scomodo treno
tra l'alba e la notte




ME STESSO

Mantengo lontano le maschere
per non deturpare i miei segni.






GOCCE D'ACQUA

Io e te siamo due gocce d'acqua
che si uniscono insieme
in una limpida coppa di cristallo.




RAGAZZI SFRUTTATI

Fragili creature
tolte dal gioco
i loro occhi spenti
mostrano al mondo
che tace e acconsente.

E' un insulto alla vita,
una vergogna per chi
crudele ed egoista
cerca profitti
sfruttando minor.

Un destino senza programmi,
strade senza uscite
come ricompensa
c'è per loro
per colpa di una guida
che mai non c'è stata,
per colpa di una famiglia
assente o consumata,
per colpa di una società
che il giusto equilibrio
tarda a trovar. 





SCORCIO DI LUNA

Dolce...delicata come le foglie
ne suoi occhi io gaio mi smarrivo

era la goccia...l'acqua...la marea
sì...l'infinito e  l'ho vista partire

presa da fosca folata del vento
quel soffio traditor che n'ha potuto
entrar entro me solo a scrutar l'onde

...e veder vorrei in uno scorcio di luna
quelle piccole impronte...crudele sabbia
sol questo serbo di lei...uno specchio d'una foto

...cos'è questa vita ch'è pronta a gettarmi
nel vuoto d'un errore...misero inganno
ed or posso vincere il nulla ma non ho te




ECHI DI TRIONFO

Quel che si prova sulle ali del successo
è difficile immaginar con la mente
per chi per error nella folla s'è perso.

Neanche chi ha stretto il vessillo in mano
con preciso rigor può far capir bene
l'euforia maestosa che l'avvolge:
sulla vetta anelata ha posato il piede
ma quasi non crede nel sogno raggiunto.

Sol chi negli artigli neri dell'aquila
sotto il fardello della sua sconfitta
vittima si sente delle frustrazioni,
avvertendo gli orrendi e intensi suoni
che trasportano per l'aria l'apoteosi,
può capir della vittoria la vera realtà.






GIOVINEZZA

Giovinezza,
ti avvicini al traguardo
e ti spaventi
come rami di un albero
che sulla soglia s’avviano
del canuto inverno,
che lentamente arriva
e tutto addormenta.

Allor si fa strada
il gradito ricordo
che ci consola
e apprezzar ci fa
quel bene
che abbiamo consumato
senza pensar alle nuvole
che coprono lentamente
il nostro cielo sereno. 

 
 



MANI DI SABBIA

Lancio il sasso nel mare ,
s'aprono tremuli cerchi,
la mia rabbia si placa con loro...
Il mio orgoglio cade col tonfo,
non si vede più niente...
solo le mie mani di sabbia,
granelli che scivolano
come lei che più non m'appartiene.





LA NOSTRA VITA

E' un vero peccato
capir della vita il significato
quando tardi è troppo ormai
ed il ricordo del passato diventa l'immergersi
in un improvviso accumulo di nubi.
Siamo nel futuro davanti allo specchio
senza alcun velo sul volto
perché par che l'aurora abbia capito tutto
ma non ha chiuso i nostri occhi.
Così, come debole foglia e ingiallita
a quel margine di strada ,
siamo sbattuti tra odio e amore dal tocco del vento.
La vita è tutto ciò che ci appartiene:
niente va sprecato banalmente,
niente può esser lasciato nelle mani del diavolo.
Più ci avviciniamo a lei in manifestazione d'amore
tanto più il suo oceano danzerà con le onde
sino all'immenso  firmamento.
E noi potremo cogliere a piene mani
l'immortalità della gioia.




OCCHI IMMENSI SENZA ETA'

Al di fuori dei tuoi occhi non c'è nulla,
sono un rifugio al mio vagar
ove nascondo del mio cuor i desideri.
Sono nudi ed immensi
come il mare che si fonde con il sole;
sono occhi che amano con la luce del tuo cuore
che mi fa vedere l'infinito.
Affiderei a loro anche la mia anima
bagnata dallo stillar di grigie gocce di tormenti.





SOTTO I MIEI BACI

Sotto i miei baci la tua pelle ambrata
e dalle tue labbra l'ebbrezza d'ombre di parole.
Non può accostarsi ai tuoi occhi
l'urlo chiaro di luci di stelle
né alle tue mani la carezza
dell'acquietarsi d'un dolce grido di mare.
Con te la notte non dimenticherà il suo viaggio.




CRUDELE  CONDANNA

Uccello smarrito che scruti dal tetto
la mesta campagna truccata di bianco
nel cuor tuo non c'è odio
perché sai che dell'allegra stagione il momento verrà
intriso di luci e sonori richiami.
Lui vorrebbe essere come te, senza catene,
pronto a sperar per la libertà
ma ,al filo della spada,si consuma in mura di ferro.
Non serve a pentirsi :
l'aspetta con il boia la pena capitale.
Uccello smarrito, lui è nell'agguato della vipera,
corre invano a ritroso nel tempo
a cancellare gli errori fatali
in attesa della buonanotte della legge.
Ma tra una pioggia di lacrime versate in un angolo
non c'è spazio per i semi di una nuova luce.





SENZA DI TE

Vorrei nella notte la mia stella veder sorridere 
...veder la sua luce come un dardo
toccar  del tuo cuore il freddo metallo
ahimè...il fuoco che hai intorno
mai non ti sveglia...non ti scuote
ed il mio amore...nel dolore muore
com'è trascinato l'insetto nella tela del ragno
...senza i tuoi occhi e le tue labbra
...io non avrò emozioni senza le tue mani
senza di te...la mia morte non troverà niente




MANI SUL CUORE

Voglio vivere  per amarti
amarti ancor più dell'amore stesso
anche su strade lastricate di fuliggine
amarti per non rincorrere la menzogna del nulla
con te...vivendo attimi di te
in quel mondo che hai dentro
sino a morire d'amore
con la  morte abbracciata all'amore
come la notte accarezza le sue stelle
...e le foglie d'autunno cadranno felici
a terra sotto bianchi sassi...
le nostre mani sul cuore




LIBERO DI AMARE

Sei approdata  nella mia isola
di fronde incolte
ove il sole s'immerge nel nulla
e la mia vita...è  sfuggita
agli sguardi torvi  del vento
.... hai raccolto le mie foglie
sparse
con l'innocenza della tua anima
ed io ...amo le tue mani  immerse
nel  mio  terrore del vuoto
...abbraccio la tua tenera dolcezza
come fiume va incontro al mar
ove l' acque...si sfiorano piano
e s' uniscono in un cuore
sino a battere insieme su sabbie sconosciute





NESSUNA PAROLA D'AMORE

Il tuo corpo come un'arpa vibrava
in una magica danza...e ti sfiorai ancor
nell'illusione di un tenero bacio e caldo
al tramonto dei  sospiri
...nessuna parola d'amore
sol ora capisco perché le stelle
brillano sole lassù dopo il sole
che si perde stanco tra i contorni dei monti





LA TUA LUCE

Gelosa la luna accarezza il tuo viso
quasi voglia catturar la tua luce
...i tuoi occhi mi toccano delicatamente
mentr'io dolcemente sulle tue labbra muoio





E MI STACCAI DA TE

E mi staccai da te penosamente
anche se beato di recar sulle labbra
della tua fresca anima l'alito e il profumo

ed or ti penso...e t'amo
dentro la felicità di palpebre socchiuse
ove mente e cuore si danno la mano

vicino a te...il tutto
lontano da te le tue calde parole
e ardenti per farmi vivere





L'ALTRA META' DEL CIELO

E guardo le stelle con la testa piena di te
quei tuoi occhi  ancor non mi lasciano
e scivolo...sulle tue curve di luna
 
Or tu m'appartieni ...il mio cuore
brucia di te
tu nel mio battito

Ah...che cosa farei per te
t'amerei oltre  l'altra metà del cielo

...se tu potessi sfiorare
solamente i miei pensieri
le tue labbra mi abbraccerebbero
nel volo di questa notte




LONTANO
 
Sorridono i miei occhi
sull'uscio dell'alba
e piano  s'avvicina il sole amante
al suo girasole...
ti porterò lontano sulle ali d'un usignolo
 per perdere le tracce del tramonto





COME TE

Già toccano l'onde pacate il sole
e la scia dall'orizzonte scivola 
sino a toccar i piedi che m'amano

Come te... libero le emozioni
tu entri nei segreti della mia vita
e... in quell' infinito
il mar abbraccia la sua luce






DOLCE PASSIONE

Amo io del tuo sguardo la carezza
che posa e s'acquieta un attimo sul mio 
questa passione ...splendida corolla
dischiusa fuori dal tempo che passa

...amo le dolci labbra tue e delicate
che mi chiamano come in un mattino
nuovo appena  senza nuvole

...e io corro con i miei pensieri
ad accarezzarti ancor...
senza  l'amor  nulla






RESPIRI

Quel bacio fino a morire
un respiro che va al respiro
i pensieri s'inebriano sobri
 fermi  a sentire
lo scalpitio sulla pelle dei sentimenti
...e le tue parole nel sussurro del vento
eri bellissima
con quel vestito di seta nera...
e nella notte fonda la luna appariva
in tutto il suo splendore




PER LA MIA VITA

Tutto ciò di cui ho bisogno
...è sfiorare la tua pelle
sul mio cuore
...bagnarmi sotto il  silenzio della luna
dell'onda delle tue labbra
all'infinito...
...e niente potrà perdersi
nel bagliore delle stelle




LA NOTTE MORIRA'...

Quei  tuoi occhi
come fiordalisi
 accarezzano piena  la luna 
ed io...sono nell'attimo del sogno
sì...ti amerò
...ti prenderò il cuore 
e la notte morirà 
tra le tue labbra




SU DI TE IL MIO CUORE

Poserò su di te la mia mano
il mio cuore
folla invisibile di sentimenti
su quelle ali di farfalla
dolce  creatura
t'accoglierò...
tra i sorrisi della mia anima
tu....quei baci di raso
le tue labbra
mi rapiscono
ed io sto
nell'abbraccio  della tua bellezza
...lasciami calare sui giacigli
profumati della tua pelle
senza di te....
solo la morte
può farmi felice




COSI’ DISTANTI

POESIA  NEI PRIMI POSTI NELLA SPECIALE
CLASSIFICA DI AKKUARIA PER LE OPERE DEL 2001

L'inverno 
bianco tra i rami
e le nuvole spinte dal vento
dentro di me

 Io e te 
 cosi'  distanti

...E ti penso 
vedendo fiocchi di speranza
candidi scendere dal cielo
vaganti
sui colli senza respiro

I momenti 
passati con te
come lampi di gioia
salgono nella mia mente
gementi s’innalzano

...Ma il freddo
mio 
e nella desolata campagna
non si placa