SILLOGE

"FOLLE, DI GENTE"
raccolta di poesie
contatti

INFOLIBRO


votami nella toppoesia

 

POESIE DI FABIO BARCELLANDI

fabio.barcellandi@gmail.co    DAMMI UN COMMENTO


TRATTE DAL LIBRO "FOLLE, DI GENTE"


FOLLE, DI GENTE 

folle
come
così 
chiaramente 
vedere 
ciò 
ch’è 
in 
 me 
fuori 
di 
me 
folle 
… 
di  
microbici
parassiti 
folle
 … 
di 
 gente 




Gastrite ulcerosa

 il mio continuo scrivermi dentro
ma ora basta
carta e penna
è ora che vediate
oltre l’autopsia di un vivo




L’annegato

granelli d’infranti sogni
 mi ritrovo tra le mani 
sabbia in balia 
del vento dell’indifferenza
 foraggiata dal gelido egoismo 
di mentalmente disturbati amori 
 gocce di verità nascoste
 mi ritrovo in bocca
 acqua intorbidita 
dalla tempesta della menzogna
 rinsaldata dalla deteriore meschinità
 di subdole coscienze pavide 

 brandelli di perduta felicità 
mi ritrovo sul corpo 
alghe strappate 
dal turbinio di un divenire 
immarcescito dalla mediocrità imperante
 di un corrotto mondo perduto

  inconsapevole d’esser morto
 mi ritrovo annegato tra flutti 
di velenosi sputi
 carne macera in ostinata acredine
 indurita da pervicace ignoranza
 perpetuamente condannato a perdere.




DOPPIO GIOCO

comprendo
ciò che in me
ho di te
privandomene
per fartene dono
ritrovandomi
perso
in te
... meta(‘)




CRASI

artisico 
è ogni scritto 
bello da morirne 
come solo suol esserlo 
un vizio

*******



POESIE TRATTE DAL LIBRO "NERO,L'INCHIOSTRO"


cicatrici d'asfalto
catrame fuso
a rimarginare
graffi di verginità
filo per sutura
nero
l'inchiostro
che tu chiami… parole
non senti
il dolore
ché ti tiene in vita
creatura

DR. FRANKENSTEIN

*

STILLICIDIO

ogni risveglio
un'ignara di sé
stupida
insignificante lacrima
riga il mio viso
truccando il vero dolore che custodisco
...me stesso!

*

IL RICORDO

quanto strano è il ricordo

dimentica!

*

PER AMORE, SOLO PER AMORE

dal buio
la luce uscì
più non lo vide
e fu così
che per amor
si spense

*

IO SONO

un fiore
d'esser colto
in attesa di 
morir
fra le tue mani


*


MORTE

unico 
eterno
puro 
amore
sempre 
fedele
sempre
presente
nonostante
continui
reiterati 
tradimenti
tornerai
ritorni
sempre
in
vita


********************

POESIE TRATTE DAL LIBRO "PAROLE ALATE"

PAROLE STUPIDE

essere
al contempo
fuori e dentro
di sé
a che pro limitarsi a scavare
alza gli occhi
al cielo
non vedi
quanto di te stai gettando?




PAROLE AL VENTO

affacciarmi alla finestra
è già un esser fuori
da me stesso
è la manifesta decisione presa
il primo passo
verso me
come scavare
in ciò che mi sovrasta
dentro





PAROLE CHE TI FANNO SANGUINARE

io mondo
...
alla velocità del pensiero
graffio nuvole d'inconsistenza
e pioggia acida
sciolgo questa mia nodula carne.


****************************

ALTRE POESIE DELL'AUTORE


MOSCA CIECA

a due passi da me
fingo tu non esista
e scelgo di vivere
finché starai al gioco
morte mia

*

PAROLE IN GIOCO

giocando con parole
che non mi appartengono
sorprendo
la mia stessa ispirazione
muovendomi d’anticipo
e battendola sul tempo
al suo stesso ispirato
gioco di parole


*

METODO

lo scudo di chi non ha contenuto 
e si riempie di contenitori 
in pratica 
…
una discarica!

*


IL CREDO

la scrittura
più d'ogni altra forma d'arte
affascina poiché 
da quando la parola si fece carne
permette alla carne 
il ben più difficile processo inverso
credo





L'INDUGIO

del tempo
di una rosa
nel vento
solo
conosco
per certo
l'indugio
al suolo





ROSA DEL DESERTO

un bacio
rubato al mare
consegnato nel vento
per fare pioggia
su te
mio fiore





LUSINGA 

legittima 
suspicione 
di erroneo 
calcolo 
con conseguente 
disomogenea 
equivalenza 
la falsa modestia




CELO

bruma 
pudica stilla di piovoso cuore 
lieve leviti 
al primo raggio di sole 
velando il sorriso 
per il tornato amore 
con un broncio 
terso 
d'audace stizza





DAL MARE

la mia carezza 
in quell'onda 
per sfiorarti 
senza poterti toccare 
e ritrovarmi le tue lacrime addosso