PETRARCA :Pace non trovo e non ho da far guerra

PETRARCA : Pace non trovo e non ho da far guerra

HOME PAGE
POESIA E NARRATIVA
COMMENTI
POESIE POETI FAMOSI
COMMENTI
POESIE 200-900


Migliora il sito POESIA E NARRATIVA con una DONAZIONE

Pace non trovo e non ho da far guerra

Pace non trovo e non ho da far guerra

 

Pace non trovo e non ho da far guerra
e temo, e spero; e ardo e sono un ghiaccio;
e volo sopra 'l cielo, e giaccio in terra;
e nulla stringo, e tutto il mondo abbraccio.

Tal m'ha in pregion, che non m'apre n sera,
n per suo mi riten n scioglie il laccio;
e non m'ancide Amore, e non mi sferra,
n mi vuol vivo, n mi trae d'impaccio.

Veggio senz'occhi, e non ho lingua, e grido;
e bramo di perire, e chieggio aita;
e ho in odio me stesso, e amo altrui.

Pascomi di dolor, piangendo rido;
egualmente mi spiace morte e vita:
in questo stato son, donna, per voi.

 

Questo sonetto il pi celebre del Canzoniere per la sua raffinatezza stilistica; ed quello che ha saputo esprimere, con efficienza insuperabile, i contrasti psicologici della passione amorosa. costruito sulla figura dell'antitesi, cio sull'accostamento di frasi in opposizione tra loro, i cui elementi sono disposti a chiasmo e soprattutto a parallelismo.

 

Il sonetto ha avuto grande fortuna tra i poeti del Cinquecento seguaci del "petrarchismo", come lo spagnolo Felix Lope de Vega; un imitazione molto riuscita stata quella di un altro poeta spagnolo Francisco de Quevedo.

Contenuti: I contrasti interiori prodotti dall'amore

Elementi di pensiero e di poetica: il sonetto pu essere considerato un ritratto interiore di Petrarca, uomo della contraddizione, dell'indecisione, dell'inquietudine.

Analisi del testo

Pace non trovo , sul piano retorico, uno dei sonetti pi raffinati del Canzoniere. Il significato trasparente ed sicuramente compreso da chi sa che cosa vuol dire essere preda della passione amorosa: non trovare pace e non avere nemici n ragioni per cui muovere guerra; avere paura di ci che pu far male e sperare nel bene; sentire il fuoco nel cuore e il freddo nelle ossa; toccare il cielo con un dito e sentirsi prostrati e vuoti di energia; non avere nulla nella realt e tutto nell'immaginazione.

Struttura del sonetto


Il sonetto si compone di una serie di antitesi: il verso pu essere costituito da una o pi frasi in opposizione. Queste opposizioni possono generare:
*
Strutture a chiasmo, in cui puoi vedere che gli elementi della frase si invertono, formando visibilmente una croce.
*
Strutture parallele dove gli elementi sebbene in antitesi nel significato, sono paralleli nella sintassi.

Un ritmo rapido dato dalla congiunzione "e", in posizione anaforica.

 

Non trovo Pace, e non ho mezzi per fare guerra; e temo e spero; e brucio, e sono (un pezzo di) ghiaccio; e volo su (sopra) in cielo, e giaccio in terra; e non possiedo nulla (et nulla stringo) e abbraccio tutto il mondo.
Una persona (tal) [: Laura] mi tiene (ma = mi ha) in una prigione che non mi apre e non (n) [mi] chiude (serra), e non mi prende (n mi riten) come (per) suo [prigioniero] e non mi apre (scioglie) i vincoli (il laccio); e Amore non mi uccide (non mancide), e non mi libera (non mi sferra = non mi toglie dai ferri [della prigionia]), e non mi vuole vivo, e non mi toglie (n mi trae) dalla sofferenza (dimpaccio) [: con la morte].
Vedo (veggio) senza [avere gli] occhi, e grido [anche se] non ho lingua; e desidero (bramo di) morire, e chiedo (cheggio) aiuto; e odio ( in odio) me stesso, e amo unaltra (altrui) [: Laura].
Mi nutro (pascomi) di dolore, rido mentre piango (piangendo); la morte e la vita mi dispiacciono (mi spiace; al singolare) nello stesso modo (egualmente): [o] donna [: Laura], io sono in questo stato per causa vostra (per voi).
PER CONTINUARE CLICCA PER LEGGERE IL COMMENTO COMPLETO


Classifica di siti - Iscrivete il vostro!