ENRICO PANZACCHI: NEL GRANOTURCO


HOME PAGE
POESIA E NARRATIVA
COMMENTI POESIE SCONOSCIUTE
COMMENTI POESIE SCONOSCIUTE
COMMENTI
POESIE POETI FAMOSI


ENRICO PANZACCHI: NEL GRANOTURCO

 

Nel granoturco
 
Di Enrico Panzacchi
 
“Il tasso è nel granturco. A rosicchiare 
l’han sentito. La luna tardi s’ alza “. 
E ci andiam cautamente ad appostare 
presso il campo, laggiù, sotto la balza. 
 
(Ma s'è levato un vento di Garbino... 
Dicon che il tasso ha l’odorato fino). 
 
« Silenzio f è qui. » Tuonan due colpi. <<i Evviva!» 
Corre il bifolco e brontola: “ Accidenti ! “
Giace stesa la volpe ; è ancora viva 
e mostra digrignando i bianchi denti. 
 
Povera vecchia volpe ! Dunque c'è 
qualcuno che ti vince in furberia ; 
e quel che raccontavano di te 
nell' apologo antico era bugia. 
 
(Dopo il ritorno con “la spoglia opima”
S’ode nel campo a roder come prima.)
 

 iL POETA CON VIVACI IMMAGINI SI BURLA ARGUTAMENTE DELLA TRADIZIONE CHE NELLA FAVOLA ANTICA RAPPRESENTA LA VOLPE COME QUELLA CHE INGANNA TUTTI GLI ALTRI ANIMALI, MENTRE QUI ESSA E' COLPITA DA UNA FUCILATA IN LUOGO DELLO STUPIDO TASSO E MUORE, MENTRE LO STUPIDO TASSO CONTINUA A ROSICCHIARE IL GRANO.

Nel campo di granoturco avanzano cautamente il poeta ed il contadino per cogliere di sorpresa il tasso tanto nocivo.Si scambiano brevi parole in silenzio , poi si appostano in un luogo idoneo e sparano. Grida di gioia.Il contadino corre e scopre che i colpi hanno raggiunto la volpe e non il tasso.Povera vecchia volpe vittima non designata! Ma stavolta il tasso che ha fiutatto il vento, l'ha superata in furberia.

METRO : tre quartine di endecasillabi a rima alternata ABAB, seguite la prima e l'ultima da un distico di endecasillabi



Classifica di siti - Iscrivete il vostro!