Scambio Banner Giacomo Zanella: SCROSCIO DI PIOGGIA(temporale estivo)

Giacomo Zanella: SCROSCIO DI PIOGGIA


HOME PAGE
POESIA E NARRATIVA
COMMENTI
POESIE POETI FAMOSI


SCROSCIO DI PIOGGIA

(Temporale estivo)

DI Giacomo Zanella

Il suo stridor sospeso ha la cicala:

la rondinella con obliquo volo

terra terra sen va: sul fumaiolo

bianca colomba  si pulisce l’ala.

 

Grossa, sonante qualche goccia cala,

che di pinte anatrelle allegro stuolo

evita con clamor: lieve dal suolo

di spenta polve una fragranza esala.

 

Scroscia la pioggia e contro il sol riluce

Come fili d’argento: il ruscel suona

Che la villa circonda, e par torrente;

 

sulle cui ripe a salti si conduce

lo scaltro fanciulletto, ed abbandona

le sue flotte di carta alla corrente.

 

I questi versi georgici di buon gusto viene raffigurato lo stato di ansia che è sulla terra quando sta per piovere. Sono pennellate di colore che ci mostrano la visione armonica della natura purificata da quella pioggia improvvisa che libera l’aria dall’afa pesante e gli animi dal timore di un male incombente. E fra tanti particolari c’è un fanciullo che affida la sua flotta di carta alla corrente e ne segue con esultanza il percorso.

 

Cicala, rondine, colomba attendono ciascuna oppressa dall’afa, l’arrivo della pioggia .E' un preludio cui segue lo scrosciare dell’acqua, dopo che qualche gocciolone ha  disperso uno stuolo di anatrelle.Intanto dalla terra sale una fragranza di polvere umida.Repentino il ruscello assume l’impeto quasi di torrente.Senza curarsi di niente , un fanciullo scalzo sta intento ai suoi giochi e ai suoi sogni inserendo  nell’acqua in movimento le sue barche di carta.

Metro: sonetto con rime ABBA-CDE.

PARAFRASI

La cicala ha sospeso il suo stridulo frinire: la rondine con un volo diagonale se ne va terra terra; sul comignolo la colomba bianca si pulisce l’ala (tutti segni premonitori della pioggia). Scende qualche goccia, grossa, sonora, che un allegro branco di variopinte anitrelle sfugge rumorosamente; dalla terra si solleva un leggero profumo di polvere inumidita. La pioggia scende e brilla contro sole, come fili d’argento; il ruscello che circonda la villa mormora più forte e diventa un torrente, sulle cui rive va saltellando il ragazzino scalzo mentre lascia trasportare dalla corrente le sue navette di carta.



Classifica di siti - Iscrivete il vostro!


Cynegi Network