CHIARO DAVANZATI

HOME PAGE    DIDATTICA SCUOLA    POESIE 200-900    COMMENTI POESIE FAMOSE    LETTERATURA


 

S come il cervio che torna a morire
*

S come il cervio che torna a morire

S come il cervio che torna a morire

l ov' feruto s coralemente;

e 'l cecero comincia a rispaldire,

quando la morte venire si sente:

cos facc'io, che ritorno a servire

a voi madonna, se mi val neiente;

e dicovi: servendo vo' morire,

pur che mi diate la morte sovente;

e s'io no-ll'ho, fo com'omo selvag[g]io:

ca nel cantare tanto si rimbaglia,

quand'ha rio tempo, ch'atende lo bono.

A vo, mia donna, lo mio core ingag(g)io

che lo tegnate, no date travaglia,

ch da voi tegno l'altra vita in dono.

 

Il sonetto appartiene alla produzione giovanile del poeta che usa immagini tipiche del repertorio medioevale e un linguaggio ricco ed artificioso per parlare della duplice natura di amore, fonte di gioia e sofferenza, di vita e di morte, a cui egli non pu e non vuole sottrarsi.. Usa immagini tratte dai bestiari, i trattati che descrivono le caratteristiche degli animali, tanto in voga alla sua epoca.

La poesia di Chiaro per molti aspetti accostabile alle liriche di Guittone d'Arezzo. inoltre estremamente ricca di similitudini.

 


Classifica di siti - Iscrivete il vostro!