HOME PAGE         COMMENTI A POESIE        DIDATTICA SCUOLA

F. Petrarca - Solo e pensoso i più deserti campi

 

    Solo e pensoso i più deserti campi
vo mesurando a passi tardi e lenti,
e gli occhi porto
per fuggire intenti
ove vestigio uman l'arena stampi.

Solitario e pensieroso i luoghi più abbandonati
vado segnando con il mio passo lento e cadenzato 
e rivolgo lo sguardo, attento ad evitare
ogni luogo toccato da orma umana.
Altro schermo non trovo che mi scampi
dal manifesto accorger de le genti,
perché negli atti d'alegrezza spenti
di fuor si legge com'io dentro avampi:

Altro rifugio non so trovare che mi protegga
dall'attenzione ( indiscreta ) della gente;
< poiché > nei miei gesti privi di ogni serenità
esteriormente si intuisce come io, nell'intimo, arda d'amore:
sì ch'io mi credo omai che monti et piagge
e fiumi et selve sappian di che tempre
sia la mia vita,
ch'è celata altrui.

cosicché credo ormai che monti, pianure
fiumi, boschi conoscano di che tenore
è la mia vita, che pure è tenuta segreta agli altri.
Ma pur sì aspre vie né sì selvagge
cercar non so
ch'Amor non venga sempre
ragionando con meco, et io co·llui.


Del resto nessun angusto e solitario luogo
so trovare, in cui Amore non mi accompagni in ogni istante
parlando con me ed io con lui.

METRO: Sonetto con schema di rime  ABBA ABBA CDE CDE

In questo sonetto, uno dei più celebri del Canzoniere, compaiono alcuni temi ricorrenti della poesia di Petrarca: la ricerca della solitudine, il contatto con la natura, il pudore dei propri sentimenti.
Il poeta vaga per la campagna in cerca di luoghi deserti perché altrimenti chiunque, osservando la tristezza dei suoi gesti e del suo volto, si accorgerebbe che egli è innamorato. Ma se riesce, in tal modo, a tener nascosto agli uomini il proprio sentimento, questo è così forte e evidente che non può essere celato alla natura; e per quanto selvaggi siano i luoghi in cui il poeta fugge, Amore lo accompagna ovunque e "ragiona" con lui.

Figure retoriche:

Polisindeto con e : (primo e terzo verso) e (nono e decimo);  endiade (tardi e lenti)secondo verso ed anche al dodicesimo; enjambements nel primo verso e anche nel decimo ; anastrofe: ottavo verso e decimo verso ; antitesi tra settimo e ottavo verso (spenti-avampi); personificazione di Amore : tredicesimo verso.

Classifica di siti - Iscrivete il vostro!