PETRARCA : Zefiro torna, e 'l bel tempo rimena


HOME PAGE
POESIA E NARRATIVA
COMMENTI
POESIE POETI FAMOSI


Zefiro torna, e 'l bel tempo rimena


Zefiro torna, e 'l bel tempo rimena,
e i fiori e l'erbe, sua dolce famiglia,
et garrir Progne et pianger Filomena,
e primavera candida e vermiglia.

Ridono i prati, e 'l ciel si rasserena;
Giove s'allegra di mirar sua figlia;
l'aria e l'acqua e la terra Ŕ d'amor piena;
ogni animal d'amar si riconsiglia.

Ma per me, lasso, tornano i pi¨ gravi
sospiri, che del cor profondo tragge
quella ch'al ciel se ne port˛ le chiavi;

e cantar augelletti, e fiorir piagge,
e 'n belle donne oneste atti soavi
sono un deserto, e fere aspre e selvagge.

PARAFRASI

Zefiro ritorna e riporta il bel tempo e fiori ed erbe, suo dolce seguito, ed il garrire delle rondini ( Progne ) ed il canto dell'usignolo ( Filomena ) e primavera limpida e dai vividi colori. Sembra sorridere la campagna e il cielo si rasserena: Giove si rallegra di vedere la luce di Venere pi¨ luminosa l'aria, le acque e la terra sono attraversate dall'amore ogni essere vivente si dispone ad amare Per me infelice ritornano i pi¨ dolorosi tormenti, che dal profondo del cuore muove colei che al cielo se ne port˛ le chiavi; il canto degli uccelli, il fiorire dei piani, i delicati gesti di belle e decorose donne sono (per me) un'arida realtÓ, come fiere crudeli e selvagge.

SINTESI

Il sonetto si regge sull'antitesi del ritorno alla primavera ( stagione della vita e della gioia ) che porta con sÚ serenitÓ ed amore, che pervadono tutta la natura e l'isolamento mesto e doloroso del poeta. Da tale serenitÓ Ŕ escluso chi vive l'abbandono dovuto alla morte della donna amata; anzi la gioia che attraversa la natura accentua dolorosamente il contrasto. Il tema del mancato rispecchiamento nella bellezza del paesaggio e della corrispondente chiusura nell'intimitÓ pensosa e mesta diventerÓ un topos della lirica di ispirazione petrarchesca. Un'altra caratteristica della composizione Ŕ data dalle personificazioni - di ascendenza classica - di forze della natura, operate attraverso i miti classici di Progne e Filomena, di Giove e di Venere, dea dell'amore.PER CONTINUARE CLICCA PER LEGGERE IL COMMENTO COMPLETO


Classifica di siti - Iscrivete il vostro!





Cynegi Network