MARINO MORETTI: AUTUNNO


HOME PAGE
POESIA E NARRATIVA
COMMENTI
POESIE POETI FAMOSI


Di Marino Moretti

AUTUNNO

Il cielo ride un suo riso turchino

benché senta l'inverno ormai vicino.

Il bosco scherza con le foglie gialle

benché l'inverno senta ormai alle spalle.

Ciancia il ruscel col rispecchiato cielo,

benché senta nell'onda il primo gelo.

é sorto a piè di un pioppo ossuto e lungo

un fiore strano,un fiore a ombrello,un fungo.



Marino Moretti

In pochi versi, dalle parole accuratamente scelte, ti ha dato la più perfetta descrizione dell'autunno (che come la primavera è una stagione 'di mezzo')che , come tutte le altre stagioni, va tenuto in considerazione. Sia il cielo che il bosco si sentono incalzati dal freddo che sta per arrivare ma ancora riescono a tirar fuori un turchino e un giallo più intensi. E quell'azzurro più freddo si rispecchia nel ruscello che a breve gelerà.
E, magicamente, a sottolineare che ogni stagione ha il suo perché ed ha le sue caratteristiche :sotto un pioppo che sembra proteggerlo e sorvegliarlo, come i fiori di primavera e i frutti dell'estate, spunta il dono dell'autunno: il fungo.


Classifica di siti - Iscrivete il vostro!