PREVERT : I RAGAZZI CHE SI AMANO


HOME PAGE
POESIA E NARRATIVA
COMMENTI
POESIE POETI FAMOSI


I ragazzi che si amano

 

I ragazzi che si amano si baciano in piedi
Contro le porte della notte
E i passanti che passano li segnano a dito
Ma i ragazzi che si amano
Non ci sono per nessuno
Ed è la loro ombra soltanto
Che trema nella notte
Stimolando la rabbia dei passanti
La loro rabbia il loro disprezzo le risa la loro invidia
I ragazzi che si amano non ci sono per nessuno
Essi sono altrove molto più lontano della notte
Molto più in alto del giorno
Nell'abbagliante splendore del loro primo amore


Questa poesia esalta l'amore presso i giovani innamorati: niente e nessuno esiste più attorno a loro, poiché essi non appartengono più a questo mondo, ma ad un altro, che vive nell'accecante calore del loro sentimento. Ciascuno può dunque ritrovare in questa delicata lirica d'amore echi ed immagini della propria adolescenza.
Il componimento si regge sulla contrapposizione - espressa senza enfasi ma con gioiosa partecipazione - fra "i ragazzi che si amano", estraniati dal mondo e dimentichi di tutto, e "i passanti" avvolti nella loro banale quotidianità.

 

Si parla di due ragazzi che si amano e si baciano al tramonto e la gente che passa, vedendoli, li disapprova indignata, ma loro non notano nulla, non ci sono per nessuno, vivono esclusivamente nel loro primo amore.Perché l’amore tra due giovani deve essere schernito, disapprovato, come se fosse qualcosa di proibito o un delitto che non va commesso e i giovani additati come criminali da condannare e combattere ?Forse perché i giovani hanno ancora il coraggio, che deriva dall’incoscienza o dall’innocenza dei loro anni, di manifestarlo liberamente, di viverlo come amore. E cos’è allora, l’amore di cui ci parla il poeta ? E’ l’amore che rigenera l’esistenza, è l’amore che acceca e rende unici e straordinari, è l’amore che crea un mondo e annulla gli altri, che rende invisibili e senza paura, è un amore che libera.

 

 

Figure

 

le porte della notte   -  metafora

i passanti che passano  - allitterazione

più lontano della notte – metafora

loro primo amore – allitterazione

La loro rabbia il loro disprezzo le risa la loro invidia – consonanza  “l”

porte della notte – consonanza “t”



Classifica di siti - Iscrivete il vostro!