Classifica di siti - Iscrivete il vostro!

 

POESIE DI JACQUES PREVERT


"IL BOUQUET"

Per te per me
lontano da me vicino a te
con te contro di me
ogni battito del mio cuore
è un fiore bagnato del mio sangue
Ogni battito è il tuo
ogni battito è il mio
con te ogni tempo per tutto il tempo
La vita è una fioraia
la morte un giardiniere
Ma la fioraia non è triste
il giardiniere non è cattivo
il bouquet è troppo rosso
e il sangue troppo vivo
la fioraia sorride
il giardiniere aspetta
e dice Avete tutto il tempo!
Ogni battito dei nostri cuori
è un fiore bagnato di sangue
il tuo il mio
lo stesso nello stesso tempo.




 La Ragazza D'acciaio

Ragazza d'acciaio non amavo nessuno al mondo
Non amavo nessuno eccetto colui che amavo
Il mio innamorato il mio amante 
colui che mi attraeva
Ora tutto è cambiato è lui che ha cessato di
amarmi
Il mio innamorato che ha cessato 
di attirarmi sono io?
Non lo so e poi cosa cambia?
Sono ora stesa sulla paglia umida
dell'amore
Tutta sola con tutti gli altri tutta sola disperata
Ragazza di latta ragazza arrugginita
O amore amore mio morto o vivo
Voglio che tu ricordi del passato
Amore che mi amavi da me ricambiato.




Sanguinello
 
La cerniera lampo è scivolata sulle tue reni
e il temporale felice del tuo corpo innamorato
nell'ombra fitta
d'improvviso è scoppiato
E la tua gonna cadendo sul parquet incerato
non ha fatto più rumore
di una scorza d'arancio che cada su un tappeto
Ma sotto i nostri piedi
i bottoncini di madreperla cricchiavano come semi
Sanguinello
frutto bello
la punta del tuo seno
ha tracciato una nuova linea della fortuna
sul palmo della mia mano
Sanguinello
frutto bello






SOLO IL TUO CUORE APPASSIONATO

Solo il tuo cuore appassionato
e niente più.
Il mio paradiso un campo
senza usignolo
né lire,
con un lento corso d'acqua
e una piccola sorgente.
Senza il fruscio del vento
tra i rami,
né la stella che desidera
esser foglia.
Una immensa luce
che fosse
lucciola
di un'altra,
in un campo
di sguardi evanescenti.
Una limpida quiete
e i nostri baci là
- sonori vezzi
dell'eco -
si schiuderebbero assai lontano.
Il tuo cuore appassionato
e niente più.
(Prevert)






L'ARANCIA

Un' arancia sulla tavola
il tuo vestito sul tappeto 
E nel mio letto tu
Dolce presente del presente
Freschezza della notte
Calore della mia vita.
 
(Jacques Prévert)




Il giardino

Mille anni e poi mille
Non possone bastare
Per dire
La microeternita'
Di quando m' hai baciato
Di quando t' ho baciata
Un mattino nella luce dell' inverno
Al Parc Montsouris a Parigi
A Parigi
Sulla terra
Sulla terra che e' un astro.
Jacques Prevert





Il mazzo di fiori

Che fai laggiu' bambina
Con quei fiori appena colti
Che fai laggiu' ragazza
Con quei fiori seccati fiori
Che fai laggiu' bella donna
Con quei fiori che appassiscono
Che fai laggiu' gia' vecchia
Con quei fiori che muoiono
Aspetto il vincitore.
Jacques Prevert






VIAGGI

Anch’io
Come i pittori
Ho le mie modelle

Un giorno
Ed è già ieri
Dalla piattaforma di un autobus
Guardavo le donne
Scendere per via Amsterdam
D’improvviso attraverso il vetro del tram
Ne scoprii una
Che non avevo visto salire
Seduta e sola pareva sorridere
E subito mi piacque moltissimo
Ma subito
M’accorsi che era mia moglie
Ne fui felice.

Jacques Prèvert





BACIAMI 
Prevert 

In un quartier della ville Lumiere 
Dove fa sempre buio e manca l'aria 
E d'inverno come d'estate è sempre inverno 
Lei era sulle scale 
Lui accanto a lei e lei accanto a lui 
Faceva notte 
C'era un odore di zolfo 
Perché nel pomeriggio avevano ucciso le cimici 
E lei gli diceva 
È buio qui 
Manca l'aria 
E d'inverno come d'estate è sempre inverno 
Il sole del buon Dio non brilla da noi 
Ha fin troppo lavoro nei quartieri ricchi 
Stringimi tra le braccia 
Baciami 
Baciami a lungo 
Baciami 
Più tardi sarà troppo tardi 
La nostra vita è ora 
Qui si crepa di tutto 
Dal caldo e dal freddo 
Si gela si soffoca 
Manca l'aria 
Se tu smettessi di baciarmi 
Credo che morirei soffocata 
Hai quindici anni ne ho quindici anch'io 
In due ne abbiamo trenta 
A trent'anni non si è più ragazzi 
Abbiamo l'età per lavorare 
Avremo pure diritto di baciarci 
Più tardi sarà troppo tardi 
La nostra vita è ora 
Baciami! 





QUESTO AMORE 

Questo amore 
Cosi violento 
Cosi fragile 
Cosi tenero 
Cosi disperato 
Questo amore 
Bello come il giorno 
E cattivo come il tempo 
Quando il tempo è cattivo 
Questo amore cosi vero 
Questo amore cosi bello 
Cosi felice 
Cosi gaio 
E cosi beffardo 
Tremante di paura come un bambino al buio 
E cosi sicuro di sé 
Come un uomo tranquillo nel cuore della notte 
Questo amore che impauriva gli altri 
Che li faceva parlare 
Che li faceva impallidire 
Questo amore spiato 
Perché noi lo spiavamo 
Perseguitato ferito calpestato 
ucciso negato dimenticato 
Perché noi l'abbiamo perseguitato ferito 
calpestato ucciso negato dimenticato 
Questo amore tutto intero 
Ancora cosi vivo 
E tutto soleggiato 
E tuo 
E mio 
E stato quel che è stato 
Questa cosa sempre nuova 
E che non è mai cambiata 
Vera come una pianta 
Tremante come un uccello 
Calda e viva come l'estate 
Noi possiamo tutti e due 
Andare e ritornare 
Noi possiamo dimenticare 
E quindi riaddormentarci 
Risvegliarci soffrire invecchiare 
Addormentarci ancora 
Sognare la morte 
Svegliarci sorridere e ridere 
E ringiovanire 
Il nostro amore è là 
Testardo come un asino 
Vivo come il desiderio 
Crudele come la memoria 
Sciocco come i rimpianti 
Tenero come il ricordo 
Freddo come il marmo 
Bello come il giorno 
Fragile come un bambino 
Ci guarda sorridendo 
E ci parla senza dir nulla 
E io tremante l'ascolto 
E grido 
Grido per te 
Grido per me 
Ti supplico 
Per te per me per tutti coloro che si amano 
E che si sono amati 
Sì io gli grido 
Per te per me e per tutti gli altri 
Che non conosco 
Fermati là 
Là dove sei 
Là dove sei stato altre volte 
Fermati 
Non muoverti 
Non andartene 
Noi che siamo amati 
Noi ti abbiamo dimenticato 
Tu non dimenticarci 
Non avevamo che te sulla terra 
Non lasciarci diventare gelidi 
Anche se molto lontano sempre 
E non importa dove 
Dacci un segno di vita 
Molto più tardi ai margini di un bosco 
Nella foresta della memoria 
Alzati subito 
Tendici la mano 
E salvaci. 


***

SONO QUELLA CHE SONO 

Sono quella che sono 
Sono fatta così 
Se ho voglia di ridere 
Rido come una matta 
Amo colui che m'ama 
Non è colpa mia 
Se non e sempre quello 
Per cui faccio follie 
Sono quella che sono 
Sono fatta così 
Che volete ancora 
Che volete da me 
Son fatta per piacere 
Non c'e niente da fare 
Troppo alti i miei tacchi 
Troppo arcuate le reni 
Troppo sodi i miei seni 
Troppo truccati gli occhi 
E poi 
Che ve ne importa a voi 
Sono fatta così 
Chi mi vuole son qui 
Che cosa ve ne importa 
Del mio proprio passato 
Certo qualcuno ho amato 
E qualcuno ha amato me 
Come i giovani che s'amano 
Sanno semplicemente amare 
Amare amare... 
Che vale interrogarmi 
Sono qui per piacervi 
E niente può cambiarmi. 


***
Paris at night 

Tre fiammiferi accesi uno per uno nella notte 
Il primo per vederti tutto il viso 
Il secondo per vederti gli occhi 
L'ultimo per vedere la tua bocca 
E tutto il buio per ricordarmi queste cose 
Mentre ti stringo fra le braccia. 

***

Sabbie Mobili 

Demoni e meraviglie 
Venti e maree 
Lontano di gia' si e' ritirato il mare 
E tu 
Come alga dolcemente accarezzata dal vento 
Nella sabbia del tuo letto ti agiti sognando 
Demoni e meraviglie 
Venti e maree 
Lontano di gia' si e' ritirato il mare 
Ma nei tuoi occhi socchiusi 
Due piccole onde son rimaste 
Demoni e meraviglie 
Venti e maree 
Due piccole onde per annegarmi. 

***

Alicante 
Jacques Prévert 

Un' arancia sulla tavola 
il tuo vestito sul tappeto 
E nel mio letto tu 
Dolce presente del presente 
Freschezza della notte 
Calore della mia vita. 

***

BARBARA 

Ricordati Barbara 
Pioveva senza tregua quel giorno su Brest 
E tu camminavi sorridente 
Raggiante rapita grondante 
Sotto la pioggia 
Ricordati Barbara 
Pioveva senza tregua su Brest 
E t'ho incontrata in rue de Siam 
Tu sorridevi 
E sorridevo anch'io 
Ricordati Barbara 
Tu che io non conoscevo 
Tu che non mi conoscevi 
Ricordati 
Ricordati comunque di quel giorno 
Non dimenticare 
Un uomo si riparava sotto un portico 
E ha gridato il tuo nome 
Barbara 
E tu sei corsa incontro a lui sotto la pioggia 
Grondante rapita raggiante 
Gettandoti tra le sue braccia 
Ricordati di questo Barbara 
E non volermene se ti do del tu 
Io do del tu a tutti quelli che amo 
Anche se non li ho visti che una sola volta 
Io do del tu a tutti quelli che si amano 
Anche se non li conosco 
Ricordati Barbara 
Non dimenticare 
Questa pioggia buona e felice 
Sul tuo viso felice 
Su questa città felice 
Questa pioggia sul mare 
Sull'arsenale 
Sul battello d'Ouessant 
Oh Barbara 
Che cazzata la guerra 
E cosa sei diventata adesso 
Sotto questa pioggia di ferro 
Di fuoco acciaio sangue 
E lui che ti stringeva fra le braccia 
Amorosamente 
E forse morto disperso o invece 
Vive ancora 
Oh Barbara 
Piove senza tregua su Brest 
Come pioveva prima 
Ma non è più così e tutto si è guastato 
E' una pioggia di morte desolata e crudele 
Non è nemmeno più bufera 
Di ferro acciaio sangue 
Ma solamente nuvole 
Che schiattano come cani 
Come cani che spariscono 
Seguendo la corrente su Brest 
E scappano lontano da Brest 
Dove non c'è più niente. 




PER TE AMOR MIO 

Sono andato al mercato degli uccelli 
E ho comprato uccelli 
Per te 
amor mio 
Sono andato al mercato dei fiori 
E ho comprato fiori 
Per te amor mio 
Sono andato al mercato di ferraglia 
E ho comprato catene 
Pesanti catene 
Per te 
amor mio 
E poi sono andato al mercato degli schiavi 
E t'ho cercata 
Ma non ti ho trovata 
amore mio. 




I RAGAZZI CHE SI AMANO

I ragazzi che si amano si baciano in piedi
Contro le porte della notte
E i passanti che passano li segnano a dito
Ma i ragazzi che si amano
Non ci sono per nessuno
Ed è la loro ombra soltanto
Che trema nella notte
Stimolando la rabbia dei passanti
La loro rabbia il loro disprezzo le risa la loro invidia
I ragazzi che si amano non ci sono per nessuno
Essi sono altrove molto più lontano della notte
Molto più in alto del giorno
Nell'abbagliante splendore del loro primo amore