Classifica di siti - Iscrivete il vostro!


PER VISITATORI

 

 

POESIE DI GILBERT PARASCHIVA

gilbertparaschiva@tiscali.it

8 Dicembre: l'Immacolata!
 
8 Dicembre: Festa dell'Immacolata!
A te non pare di udire una musica?
A te non pare di vedere una fiaccolata?
E l'aria che respiri non ti sembra profumata?
E' vero, non solo l'Immacolata è la Madonna,
anche se, in realtà, una sola è Maria,
ma permettimi che, in questo Santo giorno, 
io sia a parlar soltanto della Madonna mia, 
della Vergine che vent'anni fà mi ha miracolato,
e da un un tremendo male al colon mi ha salvato!
E' vero, di Maria son proprio tante le Festività, 
come tanti sono i nomi di paesi e di città
che festeggiano puntualmente il Suo Anniversario
e lo si può vedere consultando il calendario! 
Si festeggia l'Annunziata, la Madonna di Loreto
Quella di Montevergine e Quella di Roseto;
tanto venerata è pure la Madonna di Pompei,
ma permetti che quattro righe io le dedichi
 alla Madonna dei tanti pellegrinaggi miei?
Sono andato a Parigi a la Medaille Miraculeuse,
a Lourdes, Fatima, Siracusa e Madjugorie 
e, ovunque, l'ho vista portare sempre in gloria!
Era sempre Lei: l'Immacolata Concezione,
Quella che, in ogni luogo, fa tanti miracoli, 
purché la preghi veramente con fede e devozione!




FRA POCO E’ NATALE!
 
L’Estate è finita!  Fra poco è Natale
e, in questa occasione davvero speciale,
viene a noi  tutti, ed è più che naturale,
sperare che il bene trionfi sul male!
 
Ma il 6 Gennaio, giorno d’Epifania,
tutti lo sanno, le feste porta via,
spariscono le speranze e sfuma la poesia! 
Resta un dubbio: è stato sogno o fantasia?
 
Spero invece che davvero sulla Terra
non debba scoppiare più alcuna guerra
si possa sol  parlar di  pace e d' amore,
  per fare in tal modo felice ogni cuore !
 
Mi aspetto un sorriso da tutta le gente
ed auguro a tutti una vita splendente, 
che regni l'amore e spero che duri
FRA POCO E’ Natale! A tutti: Auguri!... 






DAMMI…
Dammi, Ti prego, Dio,
comprendonio e intelligenza
tali da poter avvertire la Tua presenza!
Dammi, altresì, una sapienza
sufficiente da poter spiegare,
anche ad altri, la Tua esistenza!
Dammi un cuore che possa amare,
i n c o n d i z i o n a t a m e n t e 
il buono ed il cattivo, il savio e il deficiente, 
tutti alla stessa stregua, tutti egualmente: 
il bello, il brutto, l'ignorante e l' intelligente!...
Dammi un udito che possa arrivare a recepire,
anche dall'enorme distanza che ci separa,
la Tua indubbia stupenda voce!
Dammi, altresì, occhi che possano vedere,
dalla stessa distanza, il Tuo splendido viso!
Dammi una lingua capace di confessare
peccati commessi in gioventù
ma che, ora, fortemente pentito,
di certo, non commetterei più!
Dammi il carisma necessario
per convincere tutti della Tua esistenza
e far capire loro cosa perderebbero
se un domani non potessero godere
della Tua meravigliosa presenza!...
Chiedimi, se lo ritieni opportuno, 
di farmi fare qualsiasi penitenza!
Dammi, altresì, tanta perseveranza
da indurmi con serenità e costanza
ad aspettare la fine della nostra esistenza,
quella fine che, prima o poi, per tutti, arriverà,
quella fine che, per nostra buona sorte,
non credo sia una male, pur se chiamasi "morte"
 ma che, anzi, dovremmo attendere tutti col sorriso
se ci convincessimo, una volta per sempre,
che, al di là del "tunnel", c'è la Luce, c'è il Paradiso!...





VOGLIO SPERARE...

Iniziato da pochi giorni il nuovo anno,
dopo i morti avuti anche a Capodanno,
con l'immondizia che ha letteralmente
sommerso Napoli, la città pià bella,
con gli arresti domiciliari della moglie
dell'Onorevole Clemente Mastella
e le immediate dimissioni di quest'ultimo
da Ministro di Grazia e Giustizia,
te l'aspettavi così l'inizio del 2008???
Io pensavo che scoppiasse il quarantotto
ma, a Pasqua, magari dopo aver l'Uovo rotto!
Forse non è bello essere così pessimisti
ma lo stiamo diventando un po' tutti:
visto l'evolversi di episodi molto tristi,
fra i quali il divieto al Santo Padre
d'intervenire all'Università "LaSapienza"
per non farGli dire ciò che Lui pensa,
pur sapendo che il suo pensiero è vero,
sacro, onesto, disinteressato e sincero!
Il Papa e molti cristianii hanno in cuore
il desiderio che torni a trionfar l'amore,
che possa qualcosa davver cambiare
e, ai valori di una volta, si possa ritornare!
Quale fondatore de "Il Pianeta dell'Amore"
voglio sperare che l'uomo apra il suo cuore
e lo possa non riscaldare ma mettere sulla griglia
come si diceva una volta con Dio, Patria e Famiglia!
Voglio sperare....
che non vi siano persone da emarginare!
Voglio sperare....
che anche i barboni mai più possano digiunare!
Voglio sperare....
che, anche nelle nazione povere,
vecchi e fanciulli si possano almeno dissetare!
Voglio sperare....
che, mai più, guerre o rivolte, possano scoppiare!
Voglio sperare....
che, anche le donne-manager tornino al loro focolare
e, che nessuna moglie venga messa all'arresto domiciliare!
Voglio sperare....
che dalle vie di Napoli sparisca tutta la spazzatura
e, nei mercati, cali il prezzo del pane, pasta e verdura!
Voglio sperare....
l'ho scritto tante volte in prosa, versi sciolti e poesia!...
Voglio sperare....
ma penso che anche quest'anno si rivelerà un'utopia!...






LA MORTE QUOTIDIANA

Se leggiamo noi La Stampa o vediamo il Telegiornale
al cervello ci può far bene ma al cuore tanto male!
Si combatte dappertutto, vi son tragedie ogni giorno
e la cosa peggiore è che a molti non gliene importa un corno!

Senza ragione e senz'alcun motivo davvero speciale,
ogni giorno muore qualcuno o finisce all'Ospedale!
Morti dappertutto, in ogni angolo della nostra terra
e questo senza che Qualcuno abbia mai dichiarato guerra!

Lutti fra Irakeni e Afghani, Palestinesi e Israeliani!
Alla morte del nostro paese ci pensan gli italiani!
Dilaga la delinquenza albanese, bulgara e romena
e, noi, nulla facciamo…anzi, facciamo proprio pena!

Prostituzione, furti e rapine ve ne sono a volontà
e il Telegiornale questi fatti li racconta a sazietà!
Ormai purtroppo non c'è più spazio per la cronaca rosa,
tranne per le belle donne che vogliono mettersi in posa!

Quasi sempre le mie liriche hanno detto solo verità
ma son solo apprezzate da madri oneste e bravi papà;
questi in Italia sono pochi, lo sa pure il Padreterno,
se continua così, certo, tutti finiremo all'Inferno!





LE LACRIME DEL BAMBINELLO

Sotto l'alberello avrei voluto fare
un bel presepio per ricordare
la nascita del Bambinello:
sarebbe stato molto bello!
Ma sono triste: è partita la mia compagna,
mi ha lasciato solo, solo con la mia cagna!
Riposi il bambinello nella mangiatoia
e dissi: Senza Te sarà un Natale di noia,
tristezza, dolore e pianto
e, quasi come per incanto,
vidi il Bambinello lacrimare,
assaporai le Sue lacrime: erano lacrime amare!
Duemila anni sono passati
da quando Lui nacque in una grotta,
mai più pensando di trovar gente corrotta
che, per denaro o per migliorar la situazione
potesse rendere infelici milioni di persone.
Tuo Padre sperava che facendoti venire al mondo,
tramite Te, 
avrebbe portato pace, amore e fratellanza 
ma in questo mondo sappi che non c'è creanza!
L'uomo non teme più la legge di Dio
per cui è tempo perso Bambinello mio!
Dovresti tornar, forse,  in carne ed ossa
perché il mondo subisca una vera scossa
e tutti possano posarsi una mano sulla coscienza
finendola coi vizi, crimini, e delinquenza!
Quando tutto questo si sarà realizzato
io, da quel dì, me ne sarò andato.
Ma, prima di andarmene, dico al lettore: "Fratello,
ricorda, ogni tanto, le lacrime del Bambinello!"






Al mio concittadino 
Giuseppe Ungaretti


Anche io, come te, talvolta,

m'illumino d'immenso

ma soltanto quando in Chiesa,

assorto in preghiera,

respiro il profumo dell'incenso 

che il Sacerdote sparge sull'Altare, 

nell'impartire la Sua benedizione 

e ci invita a pregare

prima di darci la Santa Comunione.

 

Solo in quel momento,  

o quando ammiro la stella più bella 

e più grande del nostro firmamento

sento di essere molto vicino al Signore

e di averlo proprio qui, dentro il mio cuore!

Allora, ma solo allora, chissà perchè?, 

ho la sensazione di esser felice quanto un Re

e m'illumino d'immenso....

perchè sento che il Signore è qui accanto a me! 






Gatti...."maledetti"!...

 
Generalmente il gatto é l'animale

del quale, molto spesso, l'uomo parla male:

dice che sia ladro, traditore e molto ingrato,

ha sette spiriti e pertanto é assatanato!

Così vien giudicato questo grazioso animale

senza che abbia fatto, poverino, alcun male!

Ascolta me: non dar retta a quel che dice la gente;

spesso è l'uomo ch' é ladro, traditore e pur fetente

ed attribuisce, molte volte, agli altri i propri difetti

come se fossero solo gli uomini degli esseri perfetti!...

Ama pertanto cane, gatto e qualsiasi tipo di animale

e, avendo la coscienza a posto, non starai mai male!

 


 

Lassù qualcuno mi ama!

 
In tempi vari, il mio amore è stato per tre donne

ma, d’ora in avanti, voglio amare tutte le donne

e, come se ciò non bastasse, pure tutti gli uomini,

indifferentemente se portino pantaloni o gonne!

 

Pertanto chiedo, inginocchiato  al Signore,

e Lo prego davvero con tutto il mio cuore,

che mi faccia la grazia di potere amare tutti:

indipendentemente da razza, sesso e/o colore!

 

Vorrei amare il prossimo con la stessa grande

misericordia, benevolenza e generosità,

con le quali, il Creatore ama l’intera umanità,

anche se piena di difetti e…questo, già lo si sa!

 

Lo prego pertanto affinché mi dia la capacità

di poter compatire, comprendere e sopportare

non solo i difetti di coloro che mi stanno a cuore

ma di avere per tutti quanti benevolenza e amore!

 

Guardando la gente con lo sguardo del Signore,

pieno d’infinita misericordia, forse, potrò obliare

l’infamità ricevuta da un gran numero di persone

che ritenevo sincere, oneste e soprattutto care,

 

alle quali, in vita mia, non ho fatto nulla mancare

a men che sia stato poco ciò che ho loro regalato!

Se ho peccato di parsimonia limitandomi a donare

chiedo loro venia ma tornatemi ad apprezzare,

 

anche se più dell’affetto dell’amico o del parente

a me interessa l’apprezzamento di Nostro Signore

che sa quanta fatica e sudore mi è costato regalare

tre case a tre donne che non m’ hanno saputo amare!

 


 

SARA' BELLO L'ALDILA'

 
Mai visto alcuno tornare dall'aldilà

per raccontarci e dirci un po' come si sta.

Sarei curioso di sapere se, come in terra,

anche Lassù scoppia sovente qualche guerra

o se il mondo, invece, senz'altro è migliore

e tutti gli abitanti di Lassù hanno buon cuore!

Se morir sarebbe come andare sulle stelle

e tutti si amano davvero come fratelli e sorelle;

allora si che vi ci andrei senza alcun rimpianto

perché vi troverei amore, musica, poesia e canto

e la cosa che mi fa più felice è quella che Lassù 

conoscerei la Vergine Santa e l’amato buon Gesù!