TESTI CANZONI CANTANTI ATTUALI 3

TESTI CANZONI CANTANTI ATTUALI 3

TESTI CANZONI pag.1 -4   

HOME PAGE

POESIE HOME

HOME TESTI CANZONI

FRASI CANTANTI

TESTI CANZONI CANTANTI VECCHI

Abita in te

Gatto Panceri

 

Ma chi è, che bussa, al tuo cuore

che ti sale, alla testa, in ascensore

che ti chiama, dalle scale

e ti va, nel centro, emozionale.

 

Abita in te questo amore

Abita in te....

 

E adesso scalderà l'interno

il sole dopo un lungo inverno

non sarai solo con te stesso

perché qualcuno adesso abita in te

 

Dovrai dividere l'armadio

il tuo sapone la tua radio

la parte morbida del letto, e dormirai più stretto

Abita in te, sempre più...

sempre più...sempre piu'...va su e giù

 

Nei pianerottoli, dei tuoi segreti intimi

corridoi, s'affaccia dai tuoi occhi

 

e poi sale, e con la mano, nelle stanze, della mente

suona il piano

 

E aprirà, chiuderà, aprirà, chiuderà

l'acqua in bagno

 

Ci sarà, sarà lì, anche quando, sensualmente

ti stai spogliando

Perché, abita in te questo amore

Abita in te.....

 

E adesso gli darai la chiave

così potrà sempre rientrare

e starai sveglio quando e' fuori

e se non torna morirai

Abita in te.....

 

In questi tempi trovar casa

sta diventando un impresa

e c'e' più di una porta chiusa

ma l'anima si e' schiusa

Abita in te

Sempre più..sempre più...sempre più...

sale su, fino alle antenne del tuo petto

poi va giù, sconvolge i sensi

o mio Dio come lo senti

che abita in te questo amore

Abita in te questo amore

Abita in te....

 

Abita in te questo amore...

 

ma chi è, che bussa.

 

Abita in te.....

 

Abita in te....

 

 

 

Bella d'estate

Mango

 

È solo un addio,

credimi, io non ci penso mai.

Vedo che hai pianto,

tu lo sapevi, ma da quando ?

Bella d'estate vai via da me...

Notte d'incanto

è bello vedere le luci laggiù...

io sono stanco

non voglio parlare... parla tu...

bella d'estate vai via da me...

Forse perché ti credevo felice così

proprio così, fra le mie braccia...

forse perché ci bastava arrivare fin qui

come onde di notte sulla spiaggia, oh !

La la la la la la la...

La la la la la la la...

Piccoli fuochi,

noi siamo zingari di periferia,

i nostri sono giochi

che durano poco

e la notte li porta via...

bella d'estate vai via da me...

Forse perché ti credevo felice così

proprio così, fra le mie braccia...

forse perché ci bastava arrivare fin qui

come onde di notte sulla spiaggia, oh !

La la la la la la la...

La la la la la la la...

Chiudi gli occhi e ti senti sempre così...

ancora qui tra le mie braccia...

per tutti e due basterebbe tornare fin qui

come onde di notte sulla spiaggia...

La la la la la la la...

La la la la la la la...

 

 

 

Bello e impossibile

Gianna Nannini

 

Bello bello e impossibile

con gli occhi neri e il tuo sapor mediorientale

bello bello e invincibile

con gli occhi neri e la tua bocca da baciare

girano le stelle nella notte ed io

ti penso forte forte e forte ti vorrei.

Bello bello e impossibile

con gli occhi neri e il tuo sapor mediorientale

bello e irraggiungibile

con gli occhi neri e col tuo gioco micidiale.

Non conosco la ragione che mi spiegherà

perché non voglio più salvarmi dalla libertà

è una forza che mi chiama sotto la città

e se il cuore batte forte non si fermerà.

È l'alba e amor nasce col sol così

e all'alba il sole ti dirà che è così.

Tra le tue mani scoppia il fuoco che mi brucerà

ed io non voglio più salvarmi da questa verità

c'è una luce che m'invade e non posso più dormire

con le tue pagine nascoste lo vorrei gridare.

Bello bello e impossibile

con gli occhi neri e il tuo sapor mediorientale

bello bello e incredibile

con gli occhi neri e la tua bocca da baciare

girano le stelle nella notte ed io

ti penso forte forte e forte ti vorrei.

Mi sconvolge l'emozione e non so perché

oltre il bacio della folla vedo solo te

mentre corro nel tuo sguardo sotto la città

più non voglio e più mi arrendo chi mi salverà.

È l'alba e amor nasce col sol così

e all'alba il sole ti dirà che è così.

Bello bello e impossibile

con gli occhi neri e il tuo sapor mediorientale

bello bello e invincibile

con gli occhi neri e col tuo gioco micidiale

scoppia nella notte il sentimento mio

ti sento forte forte e forte ti vorrei.

Bello bello e impossibile

con gli occhi neri e il tuo sapor mediorientale

bello bello e invincibile

con gli occhi neri e la tua bocca da baciare.

Bello bello e impossibile

con gli occhi neri e il tuo sapor mediorientale

bello e irraggiungibile

con gli occhi neri e col tuo gioco micidiale.

Bello bello e impossibile

con gli occhi neri e il tuo sapor mediorientale

bello bello e invincibile

con gli occhi neri e la tua bocca da baciare.

 

 

 

Doppiamente fragili

Anna Tatangelo

 

Ho soltanto la mia età

Tra le mani

Pochi amici e due o tre guai

E chi se li prende mai

Scrivo favole a metà

Sopra i fiori

Che nessuno legge mai

E corro forte fino a quando vedo il mare

Respiro piano e poi lascio fare

e quello che sarà sarà

Io non posso far di più

Canto storie a testa in giù

Dentro i giorni miei

Oltre i grandi sai

Io non posso far di più

Guardo il cielo che è lassù

Sopra gli occhi miei

Così doppiamente fragili

Doppiamente fragili

Ho soltanto la mia età

E fino a ieri

Mi teneva compagnia

E a volte sogno di toccare in faccia il sole

Mi sveglio piano e poi lascio fare

e quello che sarà sarà

Io non posso far di più

Conto stelle a testa in giù

Questi gli anni miei

Per i grandi sai

Io non posso far di più

Tanto il cielo resta su

Sopra gli occhi miei

Così doppiamente...

Fragili... fragili...

Proprio come sono adesso gli occhi tuoi

oh... no

Fragili... per paura sì

Che domani nonostante il mare

Non si riesca più a sognare

Dentro i giorni miei

Oltre i grandi sai

Io non posso far di più

Tanto il cielo resta su

Sopra gli occhi miei

Così doppiamente fragili

Doppiamente

 

 

 

Dove sei

Gigi D'Alessio

 

Senza lei il tempo sembra

strisciare passando più lento del solito.

Senza lei chiamare un'altra mi sembra

davvero qualcosa di stupido, che vita inutile.

Senza lei bevo fumando e poi mangio bocconi

di piccole lacrime, son diventato pensandoci bene

anche un povero diavolo

e se mi guardo allo specchio

mi sembro più vecchio in un attimo

chissà se impazzirò.

Si può pure andar giù dal balcone

dare un calcio più forte al portone

ma non senti lo stesso dolore

quel sapore di morte nel cuore se tu non ci sei.

Dove sei maledettissimo pezzo di stella

cadendo hai colpito il mio cuore lo sai.

Dove sei senza di te nella vita magari

le altre bastavano per sopravvivere.

Dove sei se fossi stata un miraggio

la bolla d'amore scoppiava in un attimo e poi.

Senza te mi regalavo nei letti al momento

di chi mi desidera potevo vivere così.

Senza lei ho cominciato a vedere l'amore qualcosa di cinico.

L'indifferenza è il vestito che metto ogni sera di solito,

ho quasi voglia di spegnere l'ultima fiamma dell'anima,

ma poi si arrabbia Dio.

La mia febbre continua a salire

quanto male che sento nel cuore

ma ho paura non voglio morire

sono solo un vigliacco d'amore che vive di te

Dove sei.

 

 

 

Il bellissimo mestiere

Marco Masini

 

L'amore,

sono incazzato con l'amore

e tu non c'entri amore mio,

tu con quell'altro,

chi vi ha fatto incontrare

e innamorare, so chi è.

 

È l'amore, l'amore

e il sesso, degno suo compare,

che ci spiavano, lo sai,

da quello specchio,

quella specie di altare,

dove ci guardavamo

 

ore, ore e ore,

senza bere né mangiare,

senza neanche respirare,

solamente far l'amore,

senza neanche andare in bagno

per non risvegliare il sogno,

su quell'isola di un letto,

e ora che è finito tutto...

 

Amore, amore,

sono incazzato da morire,

ma con l’amore e non con te,

perché ti odio

così teneramente,

che anche un cieco lo vede,

 

t'amo disperatamente,

si può esser più coglioni,

piango come un deficiente,

mentre ascolto le canzoni,

e tutto questo quel bastardo,

lui non me l'aveva detto,

che si soffre come un cane

quando se ne va l'effetto,

 

ma lui, l’amore, l’amore, L'amore...

fa sempre quello che gli pare

e noi paghiamo, amore mio,

tu sei un foglio

sotto un'altra matita

e io scrivo su un'altra

 

vita disperatamente,

più maturo e più coerente,

mi è caduto addosso un muro

e non mi sono fatto niente,

ma cosa vuoi più da un amore

che fa piangere e incazzare,

ma che in fondo fa soltanto

il suo bellissimo mestiere,

cioè l'amore!

 

 

 

La donna cannone

Francesco De Gregori

 

Butterò questo mio

enorme cuore

tra le stelle un giorno

giuro che lo farò

e oltre l'azzurro della tenda

nell'azzurro io volerò

quando la donna cannone

d'oro e d'argento diventerà

senza passare per la stazione

l'ultimo treno prenderà

in faccia ai maligni

e ai superbi

il mio nome scintillerà

dalle porte della notte

il giorno si bloccherà

un applauso del pubblico pagante

lo sottolineerà

dalla bocca del cannone

una canzone esploderà

e con le mani amore

per le mani ti prenderà

e senza dire parole

nel mio cuore ti porterò

e non avrò paura

se non sarò bella come dici tu

e voleremo in cielo

in carne ed ossa

non torneremo più

e senza fame e senza sete

e senza ali e senza rete

voleremo via

così la donna cannone

quell'enorme mistero volò

tutta sola verso un cielo nero

nero s'incamminò

tutti chiusero gli occhi

l'attimo esatto in cui sparì

altri giurarono spergiurarono

che non erano mai stati li

e con le mani amore

per le mani ti prenderò

e senza dire parole

nel mio cuore ti porterò

e non avrò paura

se non sarò bella come vuoi tu

e voleremo in cielo

in carne ed ossa

non torneremo più

e senza fame e senza sete

e senza ali e senza rete

voleremo via

 

 

 

Oggi sono io

Alex Britti

 

E non so perché quello che ti voglio dire

poi lo scrivo dentro una canzone

non so neanche se l'ascolterai

o resterà soltanto un'altra fragile illusione

se le parole fossero una musica

potrei suonare ore ed ore, ancora ore

e dirti tutto di me.

Ma quando poi ti vedo c'è qualcosa che mi blocca

e non riesco a dire neanche come stai

come stai bene con quei pantaloni neri

come stai bene oggi

come non vorrei cadere in quei discorsi

già sentiti mille volte

e rovinare tutto

come vorrei poter parlare senza preoccuparmi,

senza quella sensazione che non mi fa dire

che mi piaci per davvero

anche se non te l'ho detto

perché è squallido provarci

solo per portarti a letto

e non me ne frega niente

se dovrò aspettare ancora

per parlarti finalmente

dirti solo una parola

ma dolce più che posso,

come il mare come il sesso

finalmente mi presento.

E così, anche questa notte è già finita

e non so ancora dentro come sei

non so neanche se ti rivedrò

o resterà soltanto un'altra inutile occasione

e domani poi ti rivedo ancora

e mi piaci per davvero

anche se non te l'ho detto

perché è squallido provarci

solo per portarti a letto

e non me ne frega niente

se non è successo ancora

aspetterò quand'è il momento

e non sarà una volta sola

ma spero più che posso

che non sia soltanto sesso

questa volta lo pretendo.

Preferisco stare qui da solo

che con una finta compagnia

e se davvero prenderò il volo

aspetterò l'amore e amore sia

e non so se sarai tu davvero

o forse sei solo un'illusione

però stasera mi rilasso,

penso a te

e scrivo una canzone

dolce più che posso

come il mare come il sesso

questa volta lo pretendo

perché oggi sono io,

oggi sono io.

 

 

 

Raccontami

Francesco Renga

 

Semplice parlare con te

dietro un telefono ascoltarti ridere

capire che è dolce

e solo per un attimo

ignorare i brividi che non senti più.

Amore raccontami...

Amore racconta l'inverno che c'è

Tu.. distante

sei così grande da farmi perdere

sono qua

a rincorrere parole, inventare ancora scuse

...Accorgermi che

non sei più parte di me.

Nelle stanze del mio cuore

ti ho sentita piangere

un amore inutile

ti ho vista delusa

sempre più lontana

una stella pallida che non brilla più.

Amore raccontami...

Amore racconta l'inverno che c'è.

Tu.. distante

sei così grande da farmi perdere sono qua

a rincorrere parole, inventare ancora scuse

...Accorgermi che

sembra impossibile.

Piove e ormai

non ho più domande e poi...

Ora è tardi ci sentiamo

più avanti se vuoi

amore dove sei?

 

 

 

EROS RAMAZZOTTI

 "Se Bastasse Una Canzone"

 

Se bastasse una bella canzone a far piovere amore

Si potrebbe cantarla un milione, un milione di volti

Bastasse già, bastasse già

Non ci vorrebbe poi tanto a imparare ad amare di più

 

Se bastasse una vera canzone per convincere gli altri

Si potrebbe cantarla più forte, visto che sono in tanti

Fosse così, fosse così

Non si dovrebbe lottare per farsi sentire di più

 

Se bastasse una buona canzone a far dare una mano

Si potrebbe trovarla nel cuore, senza andare lontano

Bastasse già, bastasse già

Non ci sarebbe bisogno di chiedere la carità

 

Dedicato a tutti quelli che sono allo sbando

Dedicato a tutti quelli che non hanno avuto ancora niente

E sono ai margini da sempre

 

Dedicato a tutti quelli che stanno aspettando

Dedicato a tutti quelli che rimangono dei sognatori

Per questo sempre più da soli

 

Se bastasse una grande canzone per parlare di pace

Si potrebbe chiamarla per nome aggiungendo una voce

E un'altra poi e un'altra poi

Finche diventa di un solo colore più vivo che mai

 

Dedicato a tutti quelli che sono allo sbando

Dedicato a tutti quelli che hanno provato ad inventare

Una canzone per cambiare

 

Dedicato a tutti quelli che stanno aspettando

Dedicato a tutti quelli che venuti su con troppo vento

Quel tempo gli è rimasto dentro

 

In ogni senso hanno creduto cercato e voluto che fosse così

 

CANZONI CANTANTI VECCHI
FRASI CANTANTI VARI