SABA : DICO AL MIO CUORE


HOME PAGE
POESIA E NARRATIVA
COMMENTI
POESIE POETI FAMOSI


 

 

Dico al mio cuore, intanto che t'aspetto

DI Saba
Testo
Dico al mio cuore, intanto che t'aspetto:
scordala, che sarà cosa gentile.
Ti vedo, e generoso in uno e vile,
a te m'affretto.

So che per quanto alla mia vita hai tolto,
e per te stessa dovrei odiarti.
Ma poi altro che un bacio non so darti
quando t'ascolto.

Quando t'ascolto parlarmi d'amore
sento che il male ti lasciava intatta;
sento che la tua voce amara è fatta
per il mio cuore.

 

Si tratta di un amore sofferto, dal quale però Saba non riesce a staccarsi perché la donna lo tiene legato a sè con i vincoli di un sentimento a cui l'uomo non riesce a rinunciare.
La donna è crudele, la sua voce è aspra, ma il poeta si dimentica di tutto questo appena la trova davanti e ha verso di lei solo gesti affettuosi.



Parafrasi
Mentre ti aspetto mi parlo "E' meglio se la dimentichi, sarà facile"; poi ti vedo e, generoso e insieme codardo, corro verso di te.
So che dovrei odiarti per come sei e per i dolori che mi hai dato,  ma poi quando ti ascolto so darti solo un bacio.
Quando ti ascolto, mentre mi parli d'amore, sento che la cattiveria non ti ha toccata. sento che la tua voce è acerba, ma è proprio fatta a me.


Retorica


- 3 quartine composte da 3 endecasillabi e 1 verso quaternario.

-in versi liberi.

Le principali figure retoriche sono:
-due anastrofi (vv. 5 e vv.7)
- Fra seconda e terza strofa si registra l’anadiplosi dell’espressione “quando t’ascolto”.
- Ai vv. 10 e 11 c’è una anafora di “sento che..”
- Vv. 11-12 enjambement



 

 

 

 



 



Cynegi Network

Classifica di siti - Iscrivete il vostro!