HOME

 

 

 

 

  NOTIZIE   DALLA CITTA' DI CAVA DE' TIRRENI SA    

 

FOTO 

 

 

 

 

 

MAMMA LUCIA

   

Lucia Pisapia, sposata Apicella,, conosciuta anche come Mamma Lucia, Mama Luzia e Mutter der toten (Cava de' Tirreni, 18 novembre 1887 – Cava de' Tirreni, 23 luglio 1982), è stata una filantropa italiana e medaglia d'oro al merito civile della Repubblica italiana per essersi prodigata, subito dopo la seconda guerra mondiale, a dare sepoltura alle salme dei soldati tedeschi.

Nata e vissuta a Sant'Arcangelo di Cava de' Tirreni, era una madre di famiglia, semplice e pia, che viveva esercitando l'attività di fruttivendola.

 

STORIA

Nel 1944, rifulse in città la figura di Lucia Apicella, conosciuta come Mamma Lucia, un'umile straordinaria donna, che, dedicandosi con materna pietà alla ricerca delle salme dei Caduti rimaste insepolte, contribuì in modo notevole alla pace e alla riconciliazione fra i popoli.

Nonostante l'odio e la violenza con cui i tedeschi si comportarono con la popolazione italiana e cavese dopo l'8 settembre, Mamma Lucia si distinse per la sua estrema fede e carità. Song' tutt' figl' 'e mamma (sono tutti figli di una madre), era la semplice, ma lapidaria risposta a chi le diceva di lasciar perdere, di non sprecare tempo e denaro, ma soprattutto di non correre rischi per via degli ordigni inesplosi, soltanto per dare una più degna sepoltura a dei soldati tedeschi morti in combattimento. Si narra, ma l'episodio non è mai stato accertato, che un noto antifascista del posto, a seguito di pressioni dai vertici del suo partito, si sia recato un giorno, in casa della donna per farla smettere con quella "pietà" verso i tedeschi. La cosa poteva essere fraintesa e creare così una vera e propria grana politica. Sembra che dal colloquio l'uomo sia uscito assai turbato, e che abbia poi confidato ad un suo stretto collaboratore: "Quella lì, è una santa!". Lucia Apicella, raccoglieva e ricomponeva anche i resti dei caduti anglo-americani, anche se questi erano in numero minore. Ne seppellì più di ottocento: non faceva differenza di divise o di bandiere, davanti alla morte.

Il Comune di Cava de'Tirreni ha intitolato a lei la piazzetta della frazione Sant'Arcangelo, chiamata appunto piazzetta Mamma Lucia, e nel 2007 ha istituito il Premio Mamma Lucia alle donne coraggio[3], che ogni anno viene attributo a donne che si sono particolarmente distinte in Italia e nel mondo, per il loro esempio di vita, per l'impegno per la pace e la difesa dei diritti dei più deboli.

 

 

 

    

 


Classifica di siti - Iscrivete il vostro!