FILASTROCCHE DI CARNEVALE

FILASTROCCHE VARIE

HOME PAGE NARRATIVA FILASTROCCHE AFORISMI

FILASTROCCHE   DI CARNEVALE

 

 

I Burattini

 

Son di legno, son piccini,

colorati i vestitini;

sempre buoni e obbedienti,

svegli, allegri e sorridenti:

son delizia dei bambini.

che invenzione i burattini!

 

Quando alcun non li molesta,

dormon tutti in una cesta:

se ne stanno in compagnia

tutti, in pace ed armonia,

come tanti fratellini.

che gioia i burattini!

 

Pulcinella ed Arlecchino,

Stenterello e Meneghino,

con Brighella e Pantalone,

Colombina e Balanzone,

fanno ridere i bambini.

Viva, viva i burattinI

 

 

 

CARNEVALE

 

Carnevale vecchio e pazzo

 

S' venduto il materasso

 

Per comprare pane, vino

 

Tarallucci e cotechino.

 

E mangiando a crepapelle

 

La montagna di frittelle

 

Gli cresciuto un gran pancione

 

Che assomiglia ad un pallone.

 

Beve, beve all'improvviso

 

Gli diventa rosso il viso

 

Poi gli scoppia anche la pancia

 

Mentre ancora mangia, mangia.

 

Cos muore il Carnevale

 

E gli fanno il funerale:

 

Dalla polvere era nato

 

E di polvere tornato.

(di Gabriele D'Annunzio)

 

 

 

ECCO LE MASCHERE

 

Buongiorno Signori, io sono ARLECCHINO,

 

son lazzarone e a volte sciocchino;

 

allegro, svogliato, un poco monello,

 

vi faccio un inchino, mi tolgo il cappello.

 

 

 

Se c' musica di tarantella

 

pronto a ballare c' gi PULCINELLA.

 

Io vengo da Napoli dove perfetti

 

servono al dente gustosi spaghetti.

 

 

 

Ho il naso paonazzo, il cappello a tricorno,

 

sono GIANDUIA, il perdigiorno.

 

Giacca marrone, il panciotto giallo,

 

porto i colori di un bel pappagallo.

 

 

 

Son di Bologna, io son BALANZONE,

 

grosso e imponente, gran dottorone.

 

Io che mi credo dotto e sapiente

 

chiacchiero molto e non faccio mai niente.

 

 

 

Son siciliano, io son BEPPE NAPPA

 

che le risate ogni volta vi strappa.

 

Con i saltelli, con balli e con lazzi

 

faccio felici ragazze e ragazzi.

 

 

 

 

VIVA VIVA IL CARNEVALE

 

Viva viva il Carnevale

 

con il pepe e con il sale

 

la tristezza manda via

 

e ci porta l'allegria!

 

Fischi canti e suoni e balli

 

la vecchietta vuol ballare

 

ed il nonnetto vuol cantare

 

Ad un tratto vedo il babbo

 

travestito da indiano.

 

Chi si veste da Arlecchino

 

chi da Zorro o da Pinocchio

 

chi da gatto o da fatina

 

da pagliaccio o da soldato!

 

Com' bello Carnevale

 

che schiamazza per le strade

 

fa scordare ogni male.

 

Viva viva il carnevale.

 

 

 

 

GIROTONDO DELLE MASCHERINE

 

Girotondo, girotondo,

 

noi giriamo tutto il mondo.

 

Ci son Gianduia   e Meneghino,

Pulcinella e Arlecchino.

Ci son Brighella e Pantalone,

 

Meo Patacca e Balanzone

 

Beppe Nappa siciliano

 

Stenterello  che toscano...

 

Girotondo, girotondo,

 

noi viaggiam per tutto il mondo,

 

e con noi portiam la gioia

 

che nemica della noia.

 

 

 

CARNEVALE ECCO QUA

 

Viva viva il Carnevale

 

che ritorna puntuale;

 

travestito e mascherato

 

Pensa un p chi l inventato?

 

Con le buffe mascherine,

 

con coriandoli e palline

 

la sfilata noi faremo,

 

quanto ci divertiremo!

 

Al profumo delle frittelle,

 

da panini e caramelle,

 

una grande scorpacciata

 

tra uno scherzo e una risata.

 

 

 

 

DOMANI E' FESTA

Domani festa,

mangiamo la minestra.

La minestra non cotta,

mangiamo la ricotta.

Tiriamo la cordicella,

esce fuori Pulcinella

con un piatto di maccheroni,

e li mangia in due bocconi.



 

 

Classifica di siti - Iscrivete il vostro!