LE POESIE DI MARY BERTINO

bertmaria@inwind.it

HOME PAGE

AUTORI HOME PAGE

DAMMI UN COMMENTO

ALTRE POESIE M.BERTINO

GIORNALE AUTORI


Per visitatori



BIOGRAFIA DELL'AUTRICE

CAREZZE DI VENTO

Come fiori 
Ci abbandoniamo
Alle carezze del vento
Ai baci delle onde
Sugli scogli
Saremo sempre
Gocce di sogni
cerchi d’amore
mentre il pensiero
rincorre parole
di favole antiche
di storie d’amore…



Grovigli di pensieri

Ogni giorno
Sfoglio il quaderno della vita
Tra pagine ingiallite
Sento il profumo del tempo lontano
Quando tutto era bello,
nuovo,sereno
senza nuvole all’ orizzonte
grovigli di pensieri
si intersecano sul cuscino
nella quiete della notte
poi lentamente
si srotolano
portando dolcezza nuova
nella pallida aurora
sarò ancora io
malgrado i miei anni?
Il cuore non cambia
Anche se la spensieratezza
È volata via
Come rosa appassita
Nel dolce mormorio
Del vento d’autunno…




La notte

Una nota prende il volo
Dal mio pianoforte
Sembra un gabbiano
La notte si ferma indecisa
Sulla finestra
Batte sul vecchio legno
Immagino mondi lontani
Speranze assopite
Racconto storie passate
Dietro un ricordo che vola via
La clessidra del tempo
Si svuota piano
Mentre intorno
Foglie dorate
Volteggiano e scendono giù…




Le pieghe della notte

Un passero infreddolito
Consola il mio cuore
Nascondendosi 
Tra le pieghe della notte
Un ramo di mandorlo
Batte sui vetri
Come rintocco di campana
Una foglia accartocciata 
Si attarda sul ramo
Aspettando grilli
Per fare melodia…




Nostalgia mi assale

Sulla riva del tempo
Cammino
Pellegrina senza sosta
Scostando ragnatele di sogni
Che incontro sulla via
Vago incontro al niente
Con gerle di speranza
Mi riposo su cuscini di muschio e viole
Con la faretra che pesa sulle spalle
Quando l’ ultimo raggio di sole
Spennella le cime innevate
Volgo lo sguardo al cielo
Facendo i conti con l’ anima
Il resoconto non basta 
A colmare il calice
Anche se la vita
Mi regale spine
Non ho niente da offrirti
Ma accetta signore il poco che ho




Piccole luci di stelle

La notte si desta
Con mille colori
Piccole luci
Di stelle
Intorno al mio cuore
Mani che lente
Si toccano
E scappano via
Profumo di vento
Che inebria
L’anima mia
Non mi svegliare
Se il capo
Reclino sul cuore
È dolce 
Sognare l’amore…




Rugiada

Il tempo
Canta la sua canzone
L’alba arriva
Con i suoi colori
Freschi di rugiada
Porta sensazioni
Di calma e pace
Io,dietro le ciglia
Aspetto
Che ogni sogno
Si trasformi in realtà…





L'ARPA DEL TEMPO
 
L’arpa del tempo
suona la sua melodia
e tu,poesia intrecci
danze con nuvole lontane.
Si riposano le stelle
sul nero velluto
del tuo cuore,
ali stanche si chiudono
nei tuoi occhi di brace.
Pallida la luna guarda,
sospira nel vento la sua pena.
Mani ansiose sfogliano i pensieri
mentre accartocci pagine ingiallite
dove non hai ancora scritto l’amore.
Lente e pigre le tue carezze
volteggiano nell’aria,
turbolenti pensieri si affacciano,
dolcissimi ricordi di ieri.
Il tuo profilo stanco
si accartoccia tra le foglie nei viali
e resta fermo sopra un foglio bianco.
Goccia di cielo una lacrima
solitaria riluce…
Se voli via lontano,
la mia mano non avrà nulla da dire
ed anche il mio cuore appassirà
come un roseto
nell’arsura dell’estate.

 

 

La sera dell’addio
 

Triste sera di settembre

piovosa e avara di colori,

dolce  e amara di emozioni.

La strada lucida,

il rumore di ruote sull’asfalto,

le note di una canzone

che accentuano la malinconia…

Ed io che guardo il cielo

mentre la tua voce esplode.

La tua voce che mi cerca.

Il mio cuore vola  da te.

Pesanti catene tengono 

legato il mio corpo,

mentre vorrei essere vento,

essere nuvola trasparente

o soltanto pensiero.

Poi vai via,senza voltarti

mentre  la  pioggia sottile

si confonde con le mie lacrime.

Nessun addio tra di noi,

tutto rimane sospeso,

ragnatele invisibili

intrecciate intorno al mio cuore,

mentre una voce canta…

adesso si,adesso che tu vai lontano,

il mio pensiero ti seguirà,

sarò con te

dove andrai…

 

 

Sassi

 
Resto sola

con i sassi al posto del cuore

con i momenti peggiori

che affollano l’anima mia.

Avevo tutto un giorno

ed è volato via

colpa di questo orgoglio

o la paura di cose non dette,

non capite.

Se anche il sole

non mi scalda più

sarò fiocco di neve

mi poserò leggera

sopra una foglia

e aspetterò

di rinascere 

a nuova vita…

 

          

Viole
 

Viole ,si riposano

negli occhi tuoi

come il vento sulle rose,

canta la sua canzone

il mio cuore felice

nell’assaporare

l’attesa della tua vicinanza,

note alte,profumi lontani,

fragranze di muschio

la tua pelle di sole,

ragnatele i ricordi di ieri

perduti nei riccioli dei tuoi capelli,

onde bianche di schiuma

lambiscono la mia riva

sussurrando innumerevoli

frasi d’amore…

 

                             


Amo il vento
 

Amo il vento

che a te mi riconduce

nelle lontane albe

dove i pensieri

si perdono

nella nebbia del passato

e tu danzi sopra l’aurora

ballerino perfetto

nel cielo che riluce,

nel tuo sorriso

cerco le cascate

fiumi tra l’erba

voci si rincorrono

nelle vaste pianure

dove porti l’amore…

 

 

Nell’attesa di te
 

Sale nell’attesa di te

come spuma di mare

il battito gioioso

sorriso che si sgrana

al ricordo delle tue labbra…

Petali,pensieri d’amore volano,

per sentieri già percorsi

nell’ingannare il tempo

nell’attesa di te…

Il ticchettio del cuore

segna le ore,

i minuti volano

nell’emozione mi assale la paura,

se tardi ancora

certo il mio cuore

si spezzerà contro la solitudine,

la malinconia prenderà

il posto che ti spetta per diritto,

lacrime scivolano silenziose

a bagnare i miei pugni serrati

ma una mano sfiora i miei capelli

e le mie lacrime nel rosso tramonto

diventano farfalle.