"PER LEI " DI  GIORGIO CAPRONI

HOME PAGE
POESIA E NARRATIVA
COMMENTI
POESIE POETI FAMOSI


"PER LEI " DI  giogio caproni

 

PER LEI

 

Per lei

 

Per lei voglio rime chiare,

usuali: in -are.

Rime magari vietate,

ma aperte: ventilate.

Rime coi suoni fini

(di mare) dei suoi orecchini.

O che abbiano, coralline,

le tinte delle sue collanine.

Rime che a distanza

(Annina era cosí schietta)

conservino l'eleganza

povera, ma altrettanto netta.

Rime che non siano labili,

anche se orecchiabili.

Rime non crepuscolari,

ma verdi, elementari.

 Giorgio Caproni

 

 

Per Anna, il poeta, vorrebbe parole pure, solite.

Parole non raccomandate ma palesi: aperte a tutti.

Parole come se fossero il mare e come se avessero

il suono dei suoi orecchini. Che abbiano le sue collane

 il colore dei coralli. Parole che a distanza, dato che

Anna era sincera, abbino la stessa eleganza di lei, fatta

 di un gusto semplice, ma evidente. Parole che non

siano deboli, anche se ripetitive. Parole che non

trasmettono malinconia e rassegnazione, ma fresche, elementari .

 

 

Ci sono due enjambement:

tra il quinto e il sesto verso.

tra l’undicesimo e il dodicesimo verso.

RIME:

E’composta da rime baciate e da rime alternate

ANALISI SCHEMA:

Questa poesia č formata da un’ unica strofa con sedici versi

 e non segue uno schema fisso.


Classifica di siti - Iscrivete il vostro!