HOME PAGE HOME INIZIATIVE

 

 


LETTERA D'AMORE DI B. BRUNO N.2

 

C’erano le lucciole quella notte e brillavano come i tuoi cari occhitra il tremolio degli alberi nel sussurro del vento,mentre un tremito era nel mio essere. Io mi trovai, amore , incantato in un piacere divino con la luna che a tratti, per un gioco di nuvole,come un’alba rendeva il tuo sguardo.Furono scintille nel mio cuore,più delle lucciole ondeggianti,io ero avvolto da luce infinita in un volo di emozioni assolute che sfioravano l’immenso,io sentivo il desiderio di baciarti, di sfiorare le mie labbra sulle tue,sentivo la tua voce come carezza sentivo te come dentro di me.Sì, non esisteva più niente oltre l’immensa voglia di te,era notte ma tu eri lo splendore del sole.

Baldo Bruno 18-4-11