HOME PAGE POESIE CATARTICHE

 

 

IN MEZZO AL MARE

 

Quando sarò vecchio

e non avrò la forza di camminare

vorrei che fosse il mare a cullarmi

e a trasportare i miei ricordi all’orizzonte

tra vele gonfie di vento;

dal mare mi piacerebbe guardare le dolci colline

che degradano sino ad abbracciare le sabbie dorate

e vedere pescherecci avvicinarsi ai moli delle baie;

lì in mezzo al mare l’acqua mi tonifica 

e lo sguardo è catturato dalle meraviglie dei fondali,

avvolto da quel richiamo

che dà ai miei occhi un senso di mistero

un po’ simile alla nostra vita che non conosce il futuro;

e la sera rilassarmi in un orizzonte pieno di luna,

una gran dama per la quale le onde fanno a gara

a corteggiarla in una scia grigia sino alla riva.

 

Baldo Bruno 

 


Classifica di siti - Iscrivete il vostro!