V. CARDARELLI: AUTUNNO

HOME PAGE
POESIA E NARRATIVA
COMMENTI POESIE SCONOSCIUTE
COMMENTI POESIE SCONOSCIUTE
COMMENTI
POESIE POETI FAMOSI


AUTUNNO DI V.CARDARELLI

 

AUTUNNO

DI CARDARELLI

 

Autunno. Già lo sentimmo venire

nel vento d'agosto,

nelle pioggie di settembre

torrenziali e piangenti

e un brivido percorse la terra

che ora, nuda e triste,

accoglie un sole smarrito.

Ora che passa e declina,

in quest'autunno che incede

con lentezza indicibile,

il miglior tempo della nostra vita

e lungamente ci dice addio.

 

Composta  nel 1931 e poi confluita in Giorni in piena(1934),Autunno è una poesia attenta al lento scorrere del tempo e si propone al lettore non come una riflessione privata, ma intrecciando una meditazione sulle stagioni dell’esistenza umana attraverso la metafora continuata dei cicli della natura.

Versi di varia misura. Sono endecasillabi i vv.1  e 11.

Nella poesia  “Autunno” di Vincenzo Cardarelli  la natura diventa una metafora del tempo , apparentemente sembra descrivere la fine e l’inizio di due stagioni, mentre in realtà ci parla della fine e dell’inizio di due periodi molto importanti della nostra vita  . Questa poesia è “divisa” in due parti, nella prima parte il poeta sente finire il “fuoco” dell’estate e inizia ad avvertire l’avanzata dell’autunno annunciato da alcuni segnali(pioggia di settembre , sole smarrito) ; nella seconda parte prolunga la rappresentazione dell’ autunno paragonandolo alla vecchiaia, mentre l’estate alla giovinezza che tristemente ci saluta. Più che a un discorso metaforico, la poesia Autunno mira a mostrare attraverso la serie parallela degli eventi naturali quello che accade anche all’uomo.



Classifica di siti - Iscrivete il vostro!