V. CARDARELLI: SETTEMBRE A VENEZIA

HOME PAGE
POESIA E NARRATIVA
COMMENTI POESIE SCONOSCIUTE
COMMENTI POESIE SCONOSCIUTE
COMMENTI
POESIE POETI FAMOSI


SETTEMBRE A VENEZIA DI V.CARDARELLI

 

SETTEMBRE A VENEZIA

DI V. CARDARELLI

 

Già di settembre imbrunano

a Venezia i crepuscoli precoci

e di gramaglie vestono le pietre.

Dardeggia il sole l'ultimo suo raggio

sugli ori dei mosaici ed accende

fuochi di paglia, effimera bellezza.

E cheta, dietro le Procuratìe,

sorge intanto la luna.

Luci festive ed argentate ridono,

van discorrendo trepide e lontane

nell'aria fredda e bruna.

Io le guardo ammaliato.

Forse più tardi mi ricorderò

di queste grandi sere

che son leste a venire,

e più belle, più vive le lor luci,

che ora un po' mi disperano

(sempre da me così fuori e distanti!)

torneranno a brillare

nella mia fantasia.

E sarà vera e calma

felicità la mia.

 

Cardarelli ha soggiornato a Venezia e ricostruisce

 il suo fascino con parole di grande sensibilità

ed eleganza.Parole che la fissano in bilico  tra

decadenza e antichi splendori bizantini.

 

PARAFRASI

 

Già di settembre imbrunano

a Venezia i tramonti precoci

e le pietre vestono di colori scuri.

Il sole lancia l'ultimo suo raggio

sugli ori dei mosaici ed accende

bagliori intensi come fuochi di paglia,

 effimera bellezza.

E quieta, dietro le sedi dei

procuratori di San Marco,

sorge intanto la luna.

Luci festive ed argentate sembrano ridere,

vanno discorrendo trepide e lontane

nell'aria fredda e bruna.

Io le guardo incantato.

Forse più tardi mi ricorderò

di queste grandi sere

che sono rapide a venire,

e più belle, più vive le loro luci,

che ora un po' mi rattristano                                      

(sempre da me così fuori e distanti!)

torneranno a brillare

nella mia fantasia.

E sarà vera e calma

felicità la mia.

 

FIGURE RETORICHE

Fuochi di paglia – metafora

Lancia il sole  - anastrofe

festive ed argentate – dittologia

trepide e lontane  - dittologia

vera e calma  - dittologia




Classifica di siti - Iscrivete il vostro!