ATTILIO BERTOLUCCI: LA ROSA BIANCA


HOME PAGE
POESIA E NARRATIVA
COMMENTI
POESIE POETI FAMOSI


 

 LA ROSA BIANCA DI A.BERTOLUCCI

Coglierò per te
l'ultima rosa del giardino,
la rosa bianca che fiorisce
nelle prime nebbie.
Le avide api l'hanno visitata
sino a ieri,
ma è ancora così dolce
che fa tremare.
È un ritratto di te a trent'anni.
Un po' smemorata, come tu sarai allora.


"La rosa bianca" fa parte di una raccolta dal titolo "fuochi in novembre" in cui predominano nell'autore riferimenti riconducibili alla natura.
Quindi è tutto uno sbocciare di fiori e piante, caratterizzati soprattutto dalla loro pregnanza affettiva: rosa, ginestra, biancospino, gramigna, alloro, margherite e come non ricordare le care (per il poeta) gaggìe, citate più volte in alcune poesie della raccolta.
In questa poesia l'autore tenta di fare un ritratto di una donna come fermatosi a trent'anni, a voler in qualche modo fotografare il tempo che inesorabilmente scorre.

Ritornando al testo in particolare, mi soffermerei su alcuni versi e fra questi, il terzo in particolare:


"la rosa bianca che fiorisce"

al tema della fioritura bertolucci secondo me connette, emblematicamente, quelli dell'amore della terra ma anche della poesia.

il quinto:

"le avide api l'hanno visitata"

l'immagine è qui utilizzata dal poeta in modo sensuale.

l'ultimo verso per me è quello che da significato a tutta la poesia:

"un po' smemorata, come tu sarai allora".

si nega un enunciato o una sua parte per dare luogo a un'affermazione positiva ma in forma attenuata.

La donna che nei versi resta celata è Ninetta Giovanardi, che il poeta sposerà e che sarà compagna di tutta la sua vita. Tale rosa bianca tardiva, diventa l'omaggio alla donna amata, fiorita nel cuore dell’autunno e resistita alle api bottinatrici e alle nebbie, nel poeta genera uno strano paragone con la ragazza: ne vede un ritratto futuro, spostato 10 anni avanti nel tempo; l’amata allora sarà trentenne, simile a quella rosa in tutta la sua dolcezza, avviata ad un tempo che non ricorda il passato, che vive del presente e del suo quotidiano.

In sintesi potremmo definire il Bertolucci con una semplice parafrasi "Uno dei più alti poeti del Novecento sulla cui pena della quotidianità incombe la morte...”


 


Classifica di siti - Iscrivete il vostro!