"ALBA " DI  GIORGIO CAPRONI

HOME PAGE
POESIA E NARRATIVA
COMMENTI
POESIE POETI FAMOSI


"ALBA " DI  giogio caproni

 

ALBA

 

ALBA

Una cosa scipita,

col suo sapore di prati

bagnati, questa mattina

nella mia bocca ancora

assopita.

 

Negli occhi nascono come

nell'acque degli acquitrini

le case, il ponte, gli ulivi:

senza calore.

 

E' assente il sale

del mondo: il sole.

 

In questa poesia Giorgio Caproni ritrae il momento del risveglio:

il sonno, la luce scarsa dell’alba rendono incolori e insapori

le cose intorno. Manca il sole, il sale del mondo.

 

 

FIGURE RETORICHE

col suo sapore di prati

bagnati, - enjambement

 

 

Negli occhi nascono come

nell’acque degli acquitrini - similitudine

 

È assente il sale

del mondo: il sole. - metafora

 


Classifica di siti - Iscrivete il vostro!