Cynegi Network
Giovanni Pascoli : IL LAMPO

Giovanni Pascoli : IL LAMPO


HOME PAGE
POESIA E NARRATIVA
COMMENTI POESIE SCONOSCIUTE
COMMENTI POESIE SCONOSCIUTE
COMMENTI
POESIE POETI FAMOSI


 

IL LAMPO  (Pascoli)

 

IL LAMPO

 

E cielo e terra si mostrò qual era:

la terra ansante, livida, in sussulto;

il cielo ingombro, tragico, disfatto:

bianca bianca nel tacito tumulto

una casa apparì sparì d’un tratto;

come un occhio, che, largo, esterrefatto,

s’aprì si chiuse, nella notte nera.

 

 

Parafrasi

Il cielo e la terra si mostrarono quali erano.

La terra era ansimante, di un colore plumbeo e sconvolta; il cielo denso di nuvole, cupo, disfatto: una casa bianchissima apparve all’improvviso e scomparve, come un grande occhio che, atterrito, si aprì e si chiuse, nel buio della notte.

 

Figure retoriche

Allitterazioni: v. 4: “tacito tumulto; v. 7: nella notte nera”;

Anastrofe: vv. 4-5: “bianca bianca nel tacito tumulto/ una casa apparì sparì d’un tratto”;

Anadiplosi: v. 4: “bianca bianca”;

Antitesi: v. 5: “apparì sparì”;

Climax ascendente: v. 2: “ansante, livida, in sussulto; v. 3: “ingombro, tragico, disfatto”;

Enjambements: vv. 4-5; vv. 6-7;

Metafore: v. 2: “la terra ansante, livida, in sussulto; v. 3: “il cielo ingombro, tragico, disfatto”;

Ossimoro: v. 4: “tacito tumulto”;

Paranomasia: v. 5: “apparì sparì”;

Personificazione: vv. 2-3: “la terra ansante, livida, in sussulto/ il cielo ingombro, tragico, disfatto”;

Similitudine: v. 6: “come un occhio”.

 

ANALISI

La poesia Il lampo (stilisticamente e contenutisticamente molto vicina alla lirica Temporale) è un esempio suggestivo del simbolismo impressionistico molto frequente in Pascoli e viene inclusa nella sezione Tristezze della terza edizione della raccolta Myricae. Con il titolo della raccolta (in italiano «Tamerici») Pascoli vuole introdurci subito al tono semplice e ai temi quotidiani delle sue liriche. Viene raccontata la vita agreste e bucolica benché nasconda dietro di sé le inquietudini del poeta, il senso di precarietà dell’esistenza e il dramma della morte.

 

Il lampo, come si evince dal carteggio stesso del poeta, scaturisce dalla riflessioni fatte da Pascoli ripensando con dolore all’uccisione e alla morte del padre. Sin dall’inizio del componimento emerge una realtà di dolore e tormento, in quanto l’e iniziale sembra evocare un passato di sofferenza e il lampo, che illumina improvvisamente tutto quanto, permette di vedere il cielo e la terra non come elementi naturali inerti, ma per quello che sono realmente. Il lampo che squarcia la notte e mette in evidenza la realtà desolante è una metafora della labilità della vita, oltre ad essere il simbolo della violenza e della durezza del mondo, dalla quale si cerca di scappare rifugiandosi nel nido e negli affetti della propria famiglia. Colpisce, a tal proposito, l’antitesi che viene a crearsi fra la notte scura e tempestosa (come la vita) e il bianco della casa in cui potersi rifugiare (il nido).

 

È densa di significato anche la similitudine che accosta l’apparizione fulminea della casa ad un occhio che si apre e si chiude improvvisamente. L’occhio in questione è quello del padre del poeta, che lancia il suo ultimo sguardo da morente prima che si consumi l’immane tragedia.



Classifica di siti - Iscrivete il vostro!