Cynegi Network
  

GENGIVITI E PARODONTITI


HOME PAGE   PSICOLOGIA    POESIE CATARTICHE  FITOTERAPIA

 

                                                      

 

GENGIVITI E PARODONTITI

La malattia gengivale è l’infiammazione del tessuto che sostiene i denti e che li mantiene saldi nell’osso. Nei primi stadi la malattia interessa solo i tessuti molli gengivali e viene detta gengivite. Nella fase seguente, la malattia potrebbe estendersi all’osso e viene in questo caso chiamata parodontite.

Oggigiorno, la malattia gengivale è una delle più comuni cause di perdita dei denti negli adulti.

Nella gengivite, le gengive sono in genere arrossate e gonfie, e spesso sanguinano durante lo spazzolamento dei denti.

Con il progredire della malattia, le gengive si contraggono ed i denti possono andar persi poiché viene contemporaneamente distrutto l’osso sottostante. Come conseguenza, alcuni denti cadranno o dovranno essere rimossi dal dentista.

La malattia gengivale è spesso associata ad alito cattivo o ad uno sgradevole gusto in bocca.


La malattia gengivale è causata da un sottile strato di batteri, chiamato placca, che si deposita sui denti. Questi batteri rilasciano delle sostanze nocive che irritano le gengive e gli altri tessuti di sostegno, dando luogo alla infiammazione. La gengivite è causata dalla placca, che si forma sui denti in corrispondenza del margine gengivale. La placca che provoca la parodontite è diversa, in quanto si forma nelle tasche createsi tra i denti e le gengive con il progredire della malattia.


Una scrupolosa igiene orale tramite l’uso dello spazzolino e del filo interdentale riduce l’accumulo di placca tra un dente e l’altro ed in corrispondenza del margine gengivale e può essere utile anche un potenziamento delle difese immunitarie.

Visite regolari dal dentista saranno un ulteriore complemento al suo impegno. Il suo dentista o igienista sono in grado di rimuovere la placca formatasi al di sopra o al di sotto delle gengive. Possono inoltre rimuovere il tartaro, il quale fornisce una superficie sulla quale la placca può accumularsi. Poiché il tartaro è resistente al normale spazzolamento, esso deve essere rimosso professionalmente.

La malattia gengivale può essere curata, se non è ancora in uno stadio troppo avanzato. Nei punti in cui si sono formate delle tasche, le radici dei denti possono essere pulite e levigate in modo da consentire alla gengiva di aderire ed al gonfiore di risolversi. Questa procedura viene chiamata scaling e levigatura radicolare. Nelle tasche più profonde potrebbe essere utile ridurre la carica batterica con l’uso di antibiotici. Nello stadio avanzato della malattia, la chirurgia può rimodellare la gengiva e l’osso per favorire la stabilizzazione dei denti e prevenirne la perdita. La chirurgia parodontale, inoltre, faciliterà la rimozione di placca e tartaro dal sito.
 

 


Classifica di siti - Iscrivete il vostro!

Classifica di siti - Iscrivete il vostro!