PSICOLOGIA :L'ARTE DI AMARE (GIORGIO BRUNO psichiatra) 

PSICOLOGIA :  L'ARTE DI AMARE (GIORGIO BRUNO psichiatra)  

HOME PAGE    PSICOLOGIA    POESIE CATARTICHE

 

                                                      

L'ARTE DI AMARE di Giorgio Bruno  

 

 

 

 

L'ARTE... DI AMARE

(Articolo del Periodico Le Voci di Roccapiemonte)

Da quanto tempo soffia il vento? A volta leggero qual brezza t'accarezza il viso, altre volte fischia forte qual uragano e con gran rumore imperversa scatenando un mare di guai. Da quanto tempo soffia l'amore? Penso proprio che l'amore non ha età, vive da sempre ed è sempre lo stesso, dovrebbe donare sempre gioia, a volta arreca grande sofferenza ma non ha età, è proprio come il vento. Apriamo su questa pagina una conversazione sistematica con Voi lettori sull'Arte, qualunque essa sia, e le sue molteplici espressioni e in questo numero delle Voci vogliamo soffermarci sull'Arte...di Amare nell'attesa di ricevere per i prossimi numeri Vostre manifestazioni Artistiche. Ritorniamo dunque all'Arte di Amare. Siamo propensi a considerare che in fondo, trattandosi di un'arte, l'Amore si apprende nel senso che ci viene insegnato come qualsiasi altra arte e, a ben guardare, forse è proprio così. Se consideriamo che una delle forze che agiscono sul legame amoroso è il Piacere, nel senso di soddisfazione dei bisogni e dei desideri, dobbiamo porre l'attenzione sulla prima relazione d'amore quale è la relazione mamma - figlio. Sappiamo che non sempre questa relazione dà piacere, comunque da questa relazione si apprende molto riguardo all'amore e naturalmente quello che c'è stato insegnato, in aggiunta forse a quello iscritto nei geni, è automaticamente tramutato in azione. Potremmo però chiamare amore un legame che poggia le sue basi sul Piacere? E non solo. Abbiamo la consapevolezza che la forza e quindi la durata di un Amore non è data soltanto dal Piacere? Quest'ultimo punto interrogativo fa sorgere molti dubbi. Forse non tutti hanno chiara la consapevolezza che l'amore mostra il suo vero volto, e nel mostrarsi non scompare affatto come in Amore e Psiche, quando quattro forze, non solo il Piacere, agiscono contemporaneamente rendendolo duraturo e resistente nel tempo. Come dice Alberoni nel suo libro "L'Arte di Amare", sul legame amoroso agiscono contemporaneamente il Piacere, la Perdita, l'Indicazione e lo Stato Nascente. Ora del Piacere abbiamo argomentato, veniamo quindi agli altri tre. Una frase ricorre sempre sulla bocca degli gli Amanti: "Mi manchi tanto, un minuto dopo che ti sei allontanato/a da me già ti desidero!". Può sembrare paradossale ma questo "Sentimento di Perdita" rafforza il legame amoroso

cullandolo nella piena consapevolezza della libertà del dire e del fare. E che dire della gelosia e della rivalità che sorgono immancabilmente quando si ama? Può sembrare un assurdo ma costituiscono la terza forza del legame amoroso assieme allo Stato Nascente che conduce in quel mondo che sol perché si ama e si è riamato/a appare assolutamente nuovo e pertanto tutto da scoprire. Diciamo anche che queste forze che legano gli amanti e li avviano ad un amore che dura nell'eternità sono per lo più inconsce, stanno nel profondo e succede che allorquando raggiungono la superficie non siamo pronti a coglierle o non vogliamo proprio vederle. Allora è vero che l'amore si permea d'irrazionalità nel senso che sfugge ad ogni logico pensiero ma è

pur vero che l'amore si vive in due e, se è così, c'è bisogno sempre di un doppio sguardo, a se stesso ed all'altro. In conclusione possiamo dire che l'Arte di Amare è un'arte che profuma di magia ed è un'arte difficile da insegnare ed imparare ma pur sempre deliziosamente unica in quanto la sua espressione appartiene alla ricchezza dell'individuo.

Psichiatra GIORGIO BRUNO

 

 
 
 
 

 

 


 


Classifica di siti - Iscrivete il vostro!

Classifica di siti - Iscrivete il vostro!