IL 500 LETTERARIO


HOME PAGE    DIDATTICA SCUOLA    POESIE RAGAZZI    COMMENTI POESIE FAMOSE    LETTERATURA


 

IL 500

Fra gli ultimi decenni del secolo precedente e i primi di questo non esiste soluzione di continuità nel campo letterario: tra il 1469 e il 1483 nascono il Macchiavelli, il Bembo, l’Ariosto, il Buonarroti, il Castiglione, il Guicciardini, e la loro opera rappresenta gli ultimi sviluppi, la perfezione suprema di quanto aveva preparato il Quattrocento. Quasi tutti costoro cedono il posto fra il 1530 e il 1540 ad una nuova generazione, molto feconda, che realizza la classicità della forma e tratta ogni genere letterario. Gli anni successivi apportano un’atmosfera diversa che preludia alla decadenza; però, prima che il secolo si chiuda, fiorisce Tasso. Questa, a grandi linee, è l’evoluzione letteraria del Cinquecento; parallela, l’evoluzione delle arti, nelle quali successivamente sorgono, operano e scompaiono Raffaello e il Giorgione; Michelangelo e il Cellini; il Sodoma e Tiziano, il Tintoretto, il Veronese. Per il resto d’Europa il Cinquecento significa soprattutto l’inizio di una nuova era politica: Francia e Spagna diventano grandi potenze, la Germania attua e sperimenta la Riforma, l’Inghilterra si stacca dalla Chiesa di Roma e fonda il suo impero coloniale, l’Olanda acquista l’indipendenza.

 



Classifica di siti - Iscrivete il vostro!