LEGGENDA:LA NOTTE E IL GIORNO

 

LA NOTTE E IL GIORNO


HOME PAGE      DIDATTICA SCUOLA     POESIE RAGAZZI      COMMENTI POESIE FAMOSE     MITI E LEGGENDE


 

           

LA NOTTE E IL GIORNO

(I MITI DEI VICHINGHI)

Nott, figlia del gigante Narfi, era una donna bellissima, scura

di pelle e con i capelli corvini. Molti la volevano come moglie

e lei ebbe tre mariti.

L’ultimo marito fu Dellingr, sicuramente appartenente alla

stirpe degli dei, e con lui ebbe Dagr, “Giorno”.

Il bimbo prese dal padre la bellezza, i capelli biondi e la

carnagione bianca.

Gli dei diedero alla madre scura e al figlio biondo dei cavalli

perché si rincorressero attorno alla terra.

Il cavallo di Nott si chiamava “Criniera di brina” ed è la sua

bava mentre morde il morso a produrre la rugiada che la

mattina bagna la terra.

Nott, figlia del gigante Narfi, era una donna bellissima,

scura di pelle e con i capelli corvini. Molti la volevano

come moglie e lei ebbe tre mariti.

L’ultimo marito fu Dellingr, sicuramente appartenente alla

stirpe degli dei, e con lui ebbe Dagr, “Giorno”.

Il bimbo prese dal padre la bellezza, i capelli biondi e la

carnagione bianca.

Gli dei diedero alla madre scura e al figlio biondo dei

cavalli perché si rincorressero attorno alla terra.

Il cavallo di Nott si chiamava “Criniera di brina” ed è la

sua bava mentre morde il morso,a produrre la rugiada che

la mattina bagna la terra.

 

 

 

 



Cynegi Network

Classifica di siti - Iscrivete il vostro!