CARDUCCI : ORA E SEMPRE


HOME PAGE    DIDATTICA SCUOLA    ANTOLOGIA POETICA   COMMENTI POESIE FAMOSE    LETTERATURA

 


ORA E SEMPRE

 

ORA E SEMPRE

 

 Ora --: e la mano il giovine nizzardo 
Biondo con sfavillanti occhi porgea, 
E come su la preda un lëopardo 
Il suo pensiero a l'avvenir correa. 
E sempre --: con la man fiso lo sguardo 
L'austero genovese a lui rendea: 
E su 'l tumulto eroico il gagliardo 
Lume discese de l'eterna idea. 

Ne l'aër d'alte visïon sereno 
Suona il verbo di fede, e si diffonde 
Oltre i regni di morte e di fortuna. 

Ora -- dimanda per lo ciel Staglieno, 
Sempre -- Caprera in mezzo al mar risponde: 
Grande su 'l Pantheon vigila la luna.

 

 

Non solo in questo sonetto Carducci esalta Garibaldi e Mazzini che egli ammira, ma anche in altre poesie.Per lui erano degli eroi popolari anzi dei miti.

 

-Ora- dice Garibaldi, mentre tende la mano a Mazzini, precorrendo col pensiero l’avvenire. –Sempre- gli risponde Mazzini;e nella commozione dell’ora la luce del comune ideale scende a illuminare le loro anime.

Le fatidiche parole risuonano solenni sopra il corso delle umane vicende.  -Ora e Sempre- si rispondono l’un l’altro dalle loro tombe, pacificati ormai nella morte: da Roma lo spirito di V.Emanuele veglia accordandosi nell’amore per l’Italia coi due grandi agitatori.

Sonetto con rime ABAB-CDE-CDE .



Classifica di siti - Iscrivete il vostro!