RICERCA NEL SITO

PROVERBI AFRICANI 3

PROVERBI AFRICANI 3

- Se la gallina ha i pulcini temi lo sparviero (haoussa)
- Piccole pulci danno la scabbia (bahumbu)
- E' stato un bambino ozioso, sarà 
un adulto ozioso (bangala)
- Solo il padrone può riprendersi l'osso
 dalla gola del cane (jabo)
- Un bananeto esposto al vento non
cadrà troppo presto (bamileke)
- La mucca strapazza il suo vitello,
 ma non lo odia (peul)
- Chi salta e cade nel fuoco deve
 fare un altro salto (wolof)
- Solo il ferro può tagliare il ferro (mandigue)
- La capretta non ha paura 
delle corna di sua madre (galla)
- La collera di una madre non 
dura più di una notte (Burundi)
- Un figlio che incendia la capanna
 non lo si uccide (bakusu)
- Prima di uccidere il tua cane, 
ascoltane la voce (bandibu)
- Il cuore è come la riva, basta una sola pioggia
 per infangarla (ngombe)
- Il cuore conserva ciò che 
l'orecchio ha inteso (bayombe)
- Non si danza mettendo i propri piedi su 
quelli degli altri )tupurì)
- Il cuore è uno scrigno che non 
si apre facilmente (duala)
- L'asino segue la mucca (tupurì)
- Il cuore è un paniere con coperchio (mongo)
- Il cuore non è un ginocchio, non lo
 si può piegare (peul)
- Un bel corpo può nascondere 
un cuore cattivo (pangwe)
- Se il cuore è ferito, il sangue
 cola all'interno (ngombe)
- Seduto o in piedi, il rospo è
 sempre lo stesso (bahaya)
- La criniera del leone è visibile,
 quella dell'uomo è all'interno
- I piccoli serpenti crescono
 con il loro veleno (schambala)
- La scimmia deve la sua coda o
 a suo padre o a sua madre (pangwe)
- Il vitello ha lo stesso colore del toro (galla)
- Anche il piccolo leopardo si chiama leopardo (bambala)
- Il leopardo non genera una capra (libinza)
- Il vitello si nutre di ciò che
 ha mangiato la mucca (peul)
- Il piccolo della faraona alla nuca assomiglia 
a sua madre (tupurì)
- Il legno secco fa bruciare il legno verde (wadchagga)
- Il tronco d'albero diventa carbone di legno (zulu)
- Il leopardo non mangia pesce [il capo 
non si occupa di quisquiglie] (ekonda)
- Non si prende un ippopotamo con un amo (pigmei)
- Una trappola che prende un 
topo non prende un elefante (pigmei)
- La capra mangia l'erba là dove la si lega (bamoun)
- Chi segue l'elefante non avrà problemi (fante)
- La rana non può permettersi 
ciò che fa il rospo (kanuri)
- Per legare mille pezzi di legno basta una
 sola scorza (amhara)
- Chi può mettere un uovo in 
una bottiglia può anche estrarlo (bornu)
- Se un capo ha buoni consiglieri regna in pace (fante)
- Anche una grande piroga può rovesciarsi (bambara)
- Non si nasce capo, lo si diventa (bamileke)
- Chi non ha denti non si immischia in 
un affare di ossi (bamoun)
- Un bambino incirconciso non dà ordini (ngbaka)
- L'uovo della gallina istruisce sua madre (mongo)
- La barba non racconta vecchie storie alle ciglia (ewe)
- L'orecchio è più vecchio delle corna (peul)
- Il ferro non consiglia il martello (mongo)
- Non si insegna al leopardo come 
dare la caccia al cane (ekonda)
- Quando compare la barba, scompare
 l'infanzia (Rwanda)
- Uno scarafaggio in un pollaio è perduto (bandibu)
- Sacco vuoto non sta in piedi (mandingue)
- Si lascia in fretta un coltello che si è
 preso dalla parte della lama (duala)
- Spina appuntita non punge spina appuntita (tupurì)
- E' sulla lucertola che si prova il veleno
 della freccia (tupurì)
- Il debole vende sempre la sua
 gallina nel sacco (bamileke)
- Un topo non morde un cucchiaio di ferro (pangwe)
- La gloria di una vecchia è nelle sue orecchie (mossi)
- Il caprone di una vecchia non scappa (tupurì)
- Il pitone non invecchia in una sola foresta (duala)
- Il pappagallo non genera in schiavitù (mongo)
- Chi è in casa d'altri lascia i propri difetti
 sulla porta (Rwanda)
- Le formiche passano il ruscello se c'è 
un ponte (bayombe)
- Le molte chiacchiere non sono lontane 
dall'insorgere di contese (libinza)
- L'albero marcisce, ma non la contesa (ambede)
- Una donna che allatta non provoca 
delle contese (bamileke)
- Chi ha fatto il tuono non lo teme (bahunde)
- L'ape non è un medico e tuttavia punge (mandigue)
- Il corvo dal collo bianco evita di sporcarsi (swahili)
- La bocca contrae debiti, ma è il sedere che paga (ewe)
- La pancia non si gonfia se la donna 
non è incinta (kamba)
 - Se la gallina grida vuol dire che la 
si trasporta malamente (ntomba)
- Non potete nascondere il fumo della capanna
 che avete incendiato (Burundi)
- Se si è inseguiti da un'ape è che 
si è mangiato miele (mpongue)

VAI INDIETRO