RICERCA NEL SITO

 

PROVERBI ANGLO-AMERICANI

 

PROVERBI CINESI E ORIENTALI

 

PROVERBI ARABI

 

PROVERBI RUSSI

 

PROVERBI  OCEANIA

 

PROVERBI GIAPPONESI

 

PROVERBI INDIANI

 

PROVERBI  STRANIERI

PROVERBI AFRICANI 1

-La giraffa è alta ma ha il collo debole(ambede)
- Il morto non sente il suo cattivo odore (Rwanda)
- Un uomo intelligente non conserva la collera
 nel proprio cuore (ambede)
- Solo toccandola potete sapere se l'acqua 
è fredda (ntomba)
- Quando si è caduti nel fango non si nega 
di essersi sporcati (bamileke)
- Il cesto del pescatore sa sempre di pesce (baluba)
- Ogni ferita lascia una cicatrice (pigmei)
- Quando la piaga è guarita le mosche
 se ne vanno (toucouleur)
- Un tappo rotondo non chiude
 un buco quadrato (amandebele)
- In una narice non si introducono due dita (ntomba)
- Un elefante enorme non sempre ha
 zanne enormi (kossi)
- La cassa da morto è nuova, ma 
dentro puzza (bantandu)
- La pelle del leopardo è bella, ma il suo 
cuore è cattivo (baluba)
- La bocca dell'asino è bianca e tuttavia non 
mangia farina (serere)
- Non si fa il lutto per la morte di un cane (bangala)
- La ragazza bella non è senza difetti (ngombe)
- L'istrice non può ritirare i suoi aculei (pigmei)
- Ogni corso d'acqua ha la sua sorgente (zulu)
- La puzzola non sente la puzza del suo corpo (tupurì)
- La ferita provocata da una parola
 non guarisce (mongo))
- Quando un cane morde il padrone vuol dire che 
ha la rabbia (bayaka)
- Il bambino non diventa uomo in un sol giorno (mongo)
- Una piccola collina ti fa giungere a una 
grande collina (Rwanda)
- La notte è lunga, ma poi viene il giorno (bornu)
- Un uovo solo non riempie il paniere (ngbandi)
- In una casa dove si patisce la fame 
il cane non entra (mongo)
- I topi dell'avaro sono più grassi di lui (bambara)
- Chi ha il ventre grosso non ama i suoi parenti (tupurì)
- Ciò che è maturo comincia a marcire (amandebele) 
  - Chi chiede non è ladro (bamileke)
- Il danaro è come le acque del fiume: fugge via (ga)
- Quando il gatto è sazio dice che il 
sedere del topo puzza (peul)
- Chi troppo mangia finisce per vomitare (batabwa)
- Ultimo al campo, primo alla
 pentola [del cibo] (azande)
- Le grandi gocce di pioggia non 
feriscono nessuno (babenza)
- Il tempo è come un uccello; se non lo prendete, 
vola via (ashanti)
- Chi vuole il miele deve avere il coraggio
 di affrontare le api (wolof)
- Una gallina che cerca per terra 
non dorme affamata (bayombe)
- La capra non pascola sempre 
allo stesso posto (duala)
- Il vitello riconosce la propria madre
 anche di notte (Rwanda)
- Un serpente non disprezza la propria prole (azande)
- Il pesce è forte solo nell'acqua (mambwe, tonga)
- L'individuo muore, la famiglia continua (balari)
- Le vacche si leccano perché si conoscono (bantu
- Non è la spina a ferirti, sei tu che
 ti ferisci contro la spina (pigmei)
- Le acque stagnanti inghiottiscono gli uomini (baluba)
- Il leopardo che vuole assalirti non fa rumore (ngbaka)
- La bocca è una cicatrice che non guarisce (tupurì)
- Il sale è buono per la bocca, 
ma non per il cuore (ekonda)
- Prima di entrare il gatto guarda il padrone di casa)
- Non esiste nascondiglio sulla 
superficie dell'acqua (balari)
- Si ripara il buco di un vestito,
 ma non il buco della bocca (bayombe)
  

VAI AVANTI