Classifica di siti - Iscrivete il vostro!

 

 

POESIE PER L'INVERNO


PER L'INVERNO


Neve

Neve che turbini in alto e avvolgi
le cose di un tacito manto.
neve che cadi dall'alto e noi copri
coprici ancora,all'infinito:Imbianca
la città con le case,con le chiese,
il porto con le navi,
le distese dei prati.....
(U. Saba)





COSI’ DISTANTI

L'inverno 
bianco tra i rami
e le nuvole spinte dal vento
dentro di me

 Io e te 
 cosi'  distanti

...E ti penso 
vedendo fiocchi di speranza
candidi scendere dal cielo
vaganti
sui colli senza respiro

I momenti 
passati con te
come lampi di gioia
salgono nella mia mente
gementi s’innalzano

...Ma il freddo
mio 
e nella desolata campagna
non si placa
(Baldo Bruno)




Fior di neve

Dal cielo tutti gli Angeli
videro i campi brulli
senza fronde né fiori
e lessero nel cuore dei fanciulli
che amano le cose bianche.
Scossero le ali stanche di volare
e allora discese lieve lieve
la fiorita neve.
(U. Saba)





Pastello del tedio

Dal grigio della nebbia fitta fitta
traspaiono cipressi
ombre nere
spugne di nebbia.
E di lontano dondolando lento
ne viene un suono di campana quasi spento.
Più lontano lontano
passa un treno mugghiando.
(A. Palazzeschi)





IL BUIO MUORE SOTTO LA LUNA

Tutto si è dipinto di chiaro 
e tutto il buio muore sotto la luna,
la città è sotto petali bianchi
ogni cuore in un soffio di quiete.
Gli alberi sono angeli bianchi,
non danno l’idea di freddo,
d’ogni palazzo lo sa anche quel largo sorriso bianco 
che si lascia rubare i sentimenti dalla luna,
una vera dama con ciglia ritoccate di mistero.
E’ un armonia d’incanto fuori,
dentro di me non c’è la paura del freddo
ogni immagine è un caldo respiro.
(Baldo Bruno)





Il cielo è basso

Il cielo è basso, le nuvole a mezz'aria,
un fiocco di neve vagabondo
fra scavalcare una tettoia o una viottola
non sa decidersi.
Un vento meschino tutto il giorno si lagna
di come qualcuno l'ha trattato;
la natura, come noi, si lascia talvolta sorprendere
senza il suo diadema.
(E. Dickinson)





La danza della neve

Sui campi e sulle strade
silenziosa e lieva
volteggiando, la neve
cade.
Danza la falda bianca
nell'ampio ciel scherzosa,
Poi sul terren si posa
stanca.
In mille immote forme
sui tetti e sui camini,
sui cippi e sui giardini
dorme.
Tutto d'intorno è pace;
chiuso in oblio profondo,
indifferente il mondo
tace.
(A. Negri)





FOGLIE

E’ l’ora dell’addio:
il viaggio inizia,
l’ultimo;
la mano è senza forza,
guarda,
non può tirar dal grembo
della passata stagion l’arma vincente.
Un volo senza sosta,
giù,
niente lacrime
dopo momenti di colori
che pennello d’artista
mai può ritrarre.
Sussulti,
al suolo il vento ancor le scuote
come pensieri che s’involano
per poi ricader nell’oblio.
Tutto per or tace,
mentre i cavalier imbracciano la spada
ch’il frastuono espande
sulle voci immerse nell’attesa.

Baldo Bruno




ALLA FINESTRA... 
(Gianni Sapere)
In questo 
scorcio d'inverno, 
silenzioso, 
osservo 
il lento fluire 
del tempo... 




PASSEROTTO

Eccolo lì , povero passerotto,
con la neve per lui c'è carestia
e chi sa mai quanta malinconia
si sente addosso.
Nè bacche, nè franelli, 
eh poverino!
E le belle giornate son lontane...
Li vuoi questi minuzzioli di pane,
passerottino?

C.D. SOLDATO