LA LEGGENDA DELL'ALBERO DI NATALE

 

LA LEGGENDA DELL'ALBERO DI NATALE


HOME PAGE      DIDATTICA SCUOLA     POESIE RAGAZZI      COMMENTI POESIE FAMOSE     MITI E LEGGENDE


 

           

LA LEGGENDA DELL'ALBERO DI NATALE

Lontano dalla città cresceva in un bosco un piccolo abete .
Lui aveva visto tante volte, verso
Dicembre, i tagliaboschi che erano alla ricerca di alberi da
vendere in città per il Natale, ed aveva invidiato tanto i suoi fratelli che si
riempivano di gloria.Ora era cresciuto e poteva capitare anche a lui.
Il bosco era ormai quasi spoglio,
ed il piccolo abete era certo che gli uomini avrebbe portato via anche lui.
Un altro abete più grande lo prendeva in giro:
- Ma chi ti sceglierà, piccolo e storto come sei?
Sicuramente prenderanno me, farò un figurone nel salone di una bella casa
e sarò circondato sda luci.

Il piccolo abete ammutoliva, sapeva che l'altro aveva ragione e così accadde.

Era la notte di Natale: sotto il freddo della neve piangeva sul suo triste destino.
Ma la notte di Natale è magica ed anche lui rimase sorpreso:
le lacrime versate si trasformarono in ghiaccio lucente,
la neve e la brina diedero vita a bellissimi merletti,
ed un gruppo di lucciole coraggiose, non curanti del gelo ,si posò sui suoi rami.
Una piccola stella scese dal cielo e si posò sulla cima:
il piccolo abete divenne il più bell’albero di Natale che si fosse mai visto.
Tutti , appena fu visto, corsero a guardare quello splendido spettacolo,
e gli amici passerotti si fermarono tra i rami per intonare un canto.
L' abete vide, così, cambiare il suo destino.Poi
passato il Natale, gli altri alberi andarono tra i rifiuti della nettezza urbana
mentre lui cresceva più rigoglioso che mai.

 


Classifica di siti - Iscrivete il vostro!