Il conflitto interiore in Petrarca 
Il conflitto interiore in Petrarca

HOME PAGE      DIDATTICA SCUOLA     AGGIORNAMENTI LETTERARI     COMMENTI POESIE FAMOSE


DAL WEB 

Il conflitto interiore in Petrarca

 Il contrasto tra anima e corpo in Petrarca ad  un vero  conflitto interiore tra il desiderio della bellezza del corpo femminile e il senso di colpa.

Lo splendore di Laura ossessiona il poeta e vaga tra peccato e tormento. Mentre nella poesia nello Stilnovo l’amore ha una dimensione spirituale e la donna viene vista come una donna angelo, in Petrarca anima e corpo hanno diritti uguali e convivono nella coscienza del poeta sia pur con voci contrastanti . Da qui l’esperienza della doppia personalità che rende problematica la sua vita interiore. Anche dopo la morte di Laura, Petrarca non arriverà né al disprezzo per il corpo e né all’adesione ad una visione ascetica. Il problema era ancor di più aggravato dal fatto che Petrarca era un funzionario della Santa Sede propenso alla vocazione ecclesiastica. Perciò ogni tanto voleva stare solo per meditare  e trascorreva mesi in solitudine in montagna. Al ritorno ,però, ricadeva in conflitto perché non poteva far meno della bellezza del corpo femminile.

 Nel Medioevo lo smarrimento  prevede  un ritorno nella logica  dell’obbedienza alla legge divina. Nello scrittore, invece, permane sino alla fine una  conflittualità interna che  gli impedisce di operare una scelta decisiva ( tutto questo viene ribadito nell’opera Secretum ed in alcune poesie (Solo et pensoso).

 

 



 


Classifica di siti - Iscrivete il vostro!