UNGARETTI : Commiato

HOME PAGE    DIDATTICA SCUOLA    ANTOLOGIA POETICA   COMMENTI POESIE FAMOSE    LETTERATURA

 


Commiato

 

Commiato

Giuseppe Unagretti

 

 

Gentile
Ettore Serra
poesia
è il mondo l'umanità
la propria vita
fioriti dalla parola
la limpida meraviglia
di un delirante fermento

Quando trovo
in questo mio silenzio
una parola
scavata è nella mia vita
come un abisso

 

 La poesia “Commiato”, nella raccolta “L’Allegria” è di notevole importanza per spiegare la poetica e in modo  preciso il rapporto tra Ungaretti e la parola.

La poesia è formata è  da versi liberi in due strofe ed ha una forma di una lettera. Manca la punteggiatura, l’uso dei pronomi possessivi è peculiare : "mio silenzio", "mia vita".

Segue alla dedica ad Ettore Serra, un ufficiale conosciuto al fronte, amico di Ungaretti, una definizione  di "poesia": l’idea e il valore della poesia consistono, per il poeta, nell’"umanità", nella capacità di far sbocciare non solo ciò che vive nel nostro cuore ma tutto il reale; la "parola" può fare  fiorire la vita.

Ungaretti passa poi ad una presentazione della "sua" poesia.

Qual è quindi il significato della "sua" poesia per il poeta?

Consiste in  un’operazione di scavo interiore. E’ una faticosa e sofferta esplorazione sotterranea nell’"abisso", scendere dentro di sé in questo abisso  misterioso,  cercare il segreto e risalire: Anche la "parola" diventa "una parola".

 

 

 



Classifica di siti - Iscrivete il vostro!