LE ILLUSIONI IN FOSCOLO

LE ILLUSIONI IN FOSCOLO

HOME PAGE      DIDATTICA SCUOLA     AGGIORNAMENTI LETTERARI     COMMENTI POESIE FAMOSE


 

LE ILLUSIONI IN FOSCOLO

Il poeta  Foscolo con la ragione si rende conto che le illusioni, come la Tomba, l’Amore, la Bellezza, la Poesia, l’Amicizia, non esistono realmente, ma con il cuore sente che l’uomo non può fare a meno per vivere e per superare le  difficoltà, le tragedie  e le ingiustizie della vita, di credere fermamente in queste Illusioni.
Per il poeta la più importante delle illusioni è la poesia, pura e libera dal servilismo politico; grazie ai poeti come Omero che cantò di eroi e delle loro straordinarie imprese, i fatti e gli uomini grandi della Storia diventano eterni, combattendo e superando la concezione che vuole che tutto finisca con la fine stessa della Materia. Così, nei Sepolcri, il poeta supera il pessimismo e la filosofia materialistica con la fede nelle Illusioni, che alimentano il cuore dei giovani eroi per grandi imprese; egli stesso, lasciando ai posteri una tale opera, che stimola alla libertà e a grandi gesta, sa che diventerà
immortale ed eterno, perché immortale sarà la sua opera.

 Anche nell’Ode “All’amica risanata” la visione della malattia della donna  viene superata dalla fede nell’Illusione della bellezza che, ispirando il poeta, rende divina quindi eterna la stessa donna mortale. Illusione delle illusioni è quindi la Poesia, eternatrice dei miseri ed aridi fatti umani, che si nutre a sua volta di Illusioni quali la Bellezza, l’Amore, la Patria. Nelle Grazie, questi valori riescono ad elevare gli uomini, simili a bestie, a esseri civili amanti della bellezza, della giustizia e della serenità.

 

 


Classifica di siti - Iscrivete il vostro!