VITTORIO ALFIERI


HOME PAGE    DIDATTICA SCUOLA    POESIE 200-900    COMMENTI POESIE FAMOSE    LETTERATURA

 


Giorno verrà, tornerà il giorno,

di Alfieri

 

Giorno verrà, tornerà il giorno, in cui
in campo audaci,e non col ferro altrui
al forte fianco sproni ardenti dui,
onde, in membrar ch' essi già fur, ch' io fui,
e armati allor di quel furor celeste
faran mie rime a Gallia esser funeste.
Secoli nato eppur create ha queste
redivivi ormai gli Itali staranno
in vil difesa, ma dei Galli a danno.
Lor virtù prisca, ed i miei carmi avranno;
d' irresistibil fiamma avvamperanno.
Spirato in me dall' opre dei loro Avi
gli odo già dirmi: "o vate nostro, in pravi
sublimi età, che profetando andavi"(…)

 

Sonetto tratto dal Misogallo, opera mista di prosa e poesie.

 

Vi è il sentimento dell’identità e della dignità della patria italiana, che esplode nella famosa profezia del sonetto finale – Giorno Verrà, tornerà il giorno in cui auspica la riscossa antifrancese e il ricostruirsi dell’indipendenza.

Alfieri denuncia le spoliazioni, i saccheggi, le imposizioni di gravami fiscali, nonché le ruberie degli "Itali quadri", che gli occupanti "sgraffiar ponno", altro che "magnanimi conquistatori" .

 

Alfieri profetizza che arriverà il giorno in cui gli italiani, ricordando quando grandi essi furono nel passato, saranno presi da una brama irresistibile di combattere per la libertà e l’unità.Nella seconda parte profetizza la vittoria degli italiani ed immagina la riconoscenza che essi avranno verso di lui per averli preparati spiritualmente alla riscossa.

 




Classifica di siti - Iscrivete il vostro!