Classifica di siti - Iscrivete il vostro!

 

POESIE DI LUDOVICO ARIOSTO




La bella donna mia d'un sì bel fuoco 

La bella donna mia d'un sì bel fuoco, 
e di sì bella neve ha il viso adorno, 
ch'Amor, mirando intorno 
qual di lor sia più bel, si prende giuoco. 
Tal è proprio a veder quell'amorosa 
fiamma che nel bel viso 
si sparge, ond'ella con soave riso 
si va di sue bellezze inamorando; 
qual è a veder, qualor vermiglia rosa 
scuopra il bel paradiso 
de le sue foglie, allor che 'l sol diviso 
da l'oriente sorge il giorno alzando. 
E bianca è sì come n'appare, quando 
nel bel seren più limpido la luna 
sovra l'onda tranquilla 
coi bei tremanti suoi raggi scintilla. 
Sì bella è la beltade che in quest'una 
mia donna hai posto, Amor, e in sì bel loco, 
che l'altro bel di tutto il mondo è poco. 





ARIOSTO
Amor, io non potrei 
aver da te se non ricca mercede, 
poi che quant'amo lei - Madonna vede. 
Deh! fa' che ella sappia anco 
quel che forse non crede, quanto io sia 
già presso a venir manco, 
se più nascosa l'è la pena mia. 
Ch'ella lo sappia, fia 
tanto solevamento a' dolor miei, 
ch'io ne vivrò, dove or me ne morrei.