CECCO ANGIOLIERI : La mia malinconia è tanta e tale

CECCO ANGIOLIERI : La mia malinconia è tanta e tale

HOME PAGE
POESIA E NARRATIVA
COMMENTI POESIE SCONOSCIUTE
COMMENTI POESIE SCONOSCIUTE
COMMENTI
POESIE POETI FAMOSI


CECCO ANGIOLIERI

 

 

La mia malinconia è tanta e tale

*

 

 

La mia malinconia1 è tanta e tale,
ch’i’ non discredo che, s’egli ’l sapesse
un che mi fosse nemico mortale,
che di me di pietade non piangesse
2.

Quella, per cu’ m’avven, poco ne cale;
che mi potrebbe, sed ella volesse,
guarir ’n un punto di tutto ’l mie male,
sed ella pur: – I’ t’odio – mi dicesse
3.

Ma quest’è la risposta c’ho da lei:
ched ella non mi vol né mal né bene,
e ched i’ vad’a far li fatti mei;

ch’ella non cura s’i’ ho gioi’ o pene,
men ch’una paglia che le va tra’ piei
4:
mal grado n’abbi Amor, ch’a le’ mi diène
5.


 

 

 

 

 

La mia tristezza è così grande e così forte, che io credo che, se la conoscesse un mio nemico mortale, piangerebbe per pietà di me. A lei, per la quale mi viene la tristezza, non importa; se lei volesse, potrebbe guarirmi all'istante da tutti i miei mali, se mi dicesse anche solo "ti odio"
Ma questa è la risposta che ho da lei: che non mi vuole né male né bene, e che io vada farmi i fatti miei; che a lei non importa se ho gioie o dolori, più che di una pagliuzza che le vada fra i piedi.
Ne abbia dispiacere Amore, che a lei mi ha dato.


La poesia è un sonetto con rime alternate sia nelle quartine che nelle terzine. Lo schema è ABAB, ABAB; CDC, DCD.Le quartine sono occupate dal discorso lirico del poeta-amante insoddisfatto, che si vale come di consueto dell’iperbole per descrivere l’infelicità della propria condizione, tale addirittura da muovere a pietà il suo peggior nemico. A ogni quartina corrisponde un periodo; nelle terzine, invece, viene riferita in discorso indiretto la risposta della donna.

 

Spiegazione
Il poeta Angiolieri riprenda un tema  della tradizione cortese-stilnovistica  La sofferenza di Cecco è originata dall’ indifferenza della donna. Per il poeta  essere oggetto di un sentimento negativo come l’odio sarebbe comunque preferibile a non essere oggetto di alcun sentimento .Questo è uno di quei tratti “disperati” che possono aver fondato il mito ottocentesco di un Cecco Angiolieri.. Rilevante risulta il significato della parola-chiave «malinconia».  «Malinconia» è  termine usato in medicina medievale; significa letteralmente “umor nero”, inteso proprio come secrezione della bile.

 

 

 

 

 

 



Classifica di siti - Iscrivete il vostro!