Classifica di siti - Iscrivete il vostro!

 

POESIE DI TORQUATO TASSO





Stanotte l'amore è muto

Tacciono i boschi e i fiumi,
e 'l mar senza onda giace,
ne le spelonche i venti han tregua e pace
e nella notte bruna
alto silenzio fa la bianca luna:
e noi tegnamo ascose
le dolcezze amorose:
Amor non parli o spiri,
sien muti i baci e muti i miei sospiri



TASSO
Sì come torna onde si parte il sole,
uscì da’ bei vostr’occhi un raggio altero
ed illustrò la mente e ‘l mio pensiero,
e da’ miei lumi avvien ch’a voi rivole;
e come indietro rimandare
 il sole ardente specchio, 
ch’assomiglia il vero,il rendo a voi, 
mentre languisco e pero,
e ‘n guisa d’eco i detti e le parole.
Dura legge d’amor: gli affetti miei
 in voi raccendo, e sete oggetto
 e meta de’ pensieri amorosi o dolci o rei.
Per me non fuste voi pensosa o lieta:
deh, si rivolga in me quanto
 vorreil’amor che ‘n voi finisce e ‘n voi s’acqueta!




Tasso NON SONO IN QUESTE RIVE 

Non sono in queste rive 
fiori cosí vermigli 
come le labra de la donna mia, 
né 'l suon de l'aure estive 
tra fonti rose e gigli 
fa del suo canto pili dolce armonia. 
Canto che m'ardi e piaci, 
t'interrompano solo i nostri baci. 





QUAL RUGIADA

Qual rugiada o qual pianto 
quai lagrime eran quelle 
che sparger vidi dal notturno manto 
e dal candido volto de le stelle? 
E perché seminò la bianca luna 
di cristalline stelle un puro nembo 
e l'erba fresca in grembo? 
Perché ne l’aria bruna 
s'udian, quasi dolendo, intorno intorno 
gir l'aure insino al giorno? 
Fur segni forse de la tua partita, 
vita de la mia vita? 






QUELLA CANDIDA MANO 

Quella candida mano 
ch'a mezzo il verno i vaghi fiori accinse, 
me con leggiadri nodi ancora strinse. 
Deh! s'un medesmo fato 
hanno i bei fiori ed io, 
non bramo di morir se non legato, 
ma 'n sí bel petto di morir desio.